SCIARRA
SCIARRA
Eventi e cultura

La tranese Silvana Sciarra eletta Presidente della Corte Costituzionale

Succede a Giuliano Amato; al suo attivo molte vittorie nella strada della emancipazione femminile

Torna una donna alla guida della Consulta a tre anni di distanza dall'esperienza di Marta Cartabia. La nuova presidente è la giuslavorista Silvana Sciarra, 74 anni, originaria di Trani. Nel 2014 fu il Parlamento a eleggerla giudice costituzionale. Succede a Giuliano Amato, di cui è stata vicepresidente. Il suo mandato scadrà a novembre del 2023.

Un solo voto di scarto ha determinato l'elezione a presidente della Consulta di Sciarra. Sciarra ha preso 8 voti contro i 7 andati a Daria De Pretis. La partita si è dunque giocata tra le due donne vicepresidenti, visto che nessun voto è andato al terzo candidato Nicolò Zanon.

"Ringrazio i miei colleghi per la fiducia". Queste le prime parole pronunciate da Sciarra nella tradizionale conferenza stampa dopo l'elezione. "Intendo rafforzare la collegialità" ha detto.

Come primo atto da presidente della Consulta Sciarra ha confermato come vicepresidenti De Pretis e Zanon.

Il 6 novembre del 2014 è stata la prima donna ad essere stata eletta dal Parlamento giudice costituzionale. Professoressa ordinaria di Diritto del lavoro e di Diritto Sociale Europeo presso l'Università di Firenze e l'Istituto Universitario Europeo, classe 1948, Sciarra è nata Trani e a Bari è avvenuta la sua formazione. Si è laureata nell'ateneo del capoluogo pugliese, discutendo una tesi con il professore Gino Giugni, «padre» dello Statuto dei lavoratori. Un solido punto di partenza per una carriera universitaria che si è dipanata tra l'Italia e l'estero. È stata Harkness Fellow presso l'Ucla e la Harvard Law School (1974-1976); Fulbright Fellow presso l'Ucla (1985), Visiting Professor in diverse Università, tra cui Warwick (Leverhulme Professor), Columbia Law School (BNL Professor), Cambridge (cattedra Arthur Goodhart in Legal Science 2006-2007), Stoccolma, Lund, University College Londra, e la Luiss a Roma. Ha insegnato presso la Facoltà di Scienze Economiche e Bancarie dell'Università di Siena. Dal 1994 al 2003 ha ricoperto la cattedra di Diritto del Lavoro e Diritto Sociale Europeo presso l'Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Direttrice del Dipartimento di Diritto (1995-1996), ha anche coordinato il programma di Gender Studies (2002-2003). Ha collaborato con la Commissione Europea in numerosi progetti di ricerca e è stata designata dal Consiglio dell'Unione Europea membro del comitato che dovrà dare un parere sull'adeguatezza dei candidati all'esercizio delle funzioni di giudice e di avvocato generale della Corte di giustizia. Ha ricevuto il dottorato di Ricerca in Legge Honoris Causa presso l'Università di Stoccolma nel 2006 e di Hasselt nel 2012 ed è stata per diversi anni co-direttore della rivista Giornale di Diritto del Lavoro e di Relazioni Industriali.Alla Consulta, dove dal gennaio di quest'anno ha ricoperto il ruolo di vicepresidente, ha firmato la sentenza che a luglio ha dichiarato indifferibile la riforma delle norme sui licenziamenti, e la pronuncia che ha ritenuto discriminatoria la limitazione del bonus bebè ad alcune categorie di migranti.
  • Giustizia
Altri contenuti a tema
Tentata induzione  indebita e falso ideologico: condannato Carlo Maria Capristo,ex procuratore di Trani Tentata induzione indebita e falso ideologico: condannato Carlo Maria Capristo,ex procuratore di Trani La sentenza di primo grado emessa dalla sezione penale del Tribunale di Potenza, presieduta da Rosario Baglioni
Espropri fascia costiera Matinelle: il Comune si costituisce in giudizio Espropri fascia costiera Matinelle: il Comune si costituisce in giudizio Si tratta di ricorsi nell'ambito del progetto di riqualificazione e rigenerazione territoriale
Rinnovo organi statutari per l'associazione Delegati Vendite Giudiziarie di Trani Rinnovo organi statutari per l'associazione Delegati Vendite Giudiziarie di Trani Presidente Lucio De Benedictis
Nasce a Trani il Progetto Giustina Rocca, per valorizzare la figura della prima donna avvocato della storia Nasce a Trani il Progetto Giustina Rocca, per valorizzare la figura della prima donna avvocato della storia Parte ufficialmente l’11 aprile la campagna di reward crowdfunding sulla Piattaforma Eppela per realizzare l’importante iniziativa civica, sociale e culturale
Camera Penale di Trani: «Giustina Rocca, prima donna ad esercitare la professione forense, è simbolo di pari opportunità» Camera Penale di Trani: «Giustina Rocca, prima donna ad esercitare la professione forense, è simbolo di pari opportunità» La nota diffusa dagli avvocati penalisti dopo l’errore di Netflix che, con una serie tv, ha attribuito il primato a Lidia Poët
Di Marzio assolto: «Oggi si chiude il primo capitolo di una storia di malagiustizia» Di Marzio assolto: «Oggi si chiude il primo capitolo di una storia di malagiustizia» Il commento dell'ex vicesindaco dopo la sentenza di assoluzione
Additato come un truffatore e ladro, torno al lavoro senza rancore, con spirito di servizio e tanta gioia nel cuore Additato come un truffatore e ladro, torno al lavoro senza rancore, con spirito di servizio e tanta gioia nel cuore La toccante testimonianze del dottor Antonio Albanese e la ricostruzione di una vicenda umana, prima ancora che giudiziaria
Inaugurata la nuova sede dell'Archivio del Tribunale in via Sant'Annibale Maria di Francia Inaugurata la nuova sede dell'Archivio del Tribunale in via Sant'Annibale Maria di Francia Ritorna fruibile anche Palazzo Candido dopo gli interventi di restauro
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.