Comizio di Domenico Triminì
Comizio di Domenico Triminì
Politica

Lavoro ai tranesi, Domenico Triminì spiega come

Comizio della Dc: arringa contro la cattiva amministrazione. Il candidato sindaco punta l'indice sui concorrenti vincitori di primarie

Piazza Libertà gremita per il primo comizio di Domenico Triminì e della Democrazia Cristiana. Dal palco, il candidato sindaco si è prodotto in un'arringa contro la cattiva gestione degli ultimi anni, spiegando il senso della sua corsa in solitario. «Il centrodestra - ha detto Triminì - ha prodotto solo risultati fallimentari ed in tutti i campi» a partire dal pug «non coerente e non in linea con le esigenze della richiesta abitativa e che favorisce solo pochi e non la colettività» e passando per le aziende «attanagliate da sprechi di consulenze e cattiva gestione perpetrata in favore di pochi privilegiati».

Il candidato sindaco della Dc punta l'indice sui concorrenti vincitori di primarie «farsa e pilotate» ed in particolare sul confronti del candidato del centrodestra «la cui designazione è stata determinata da un voto intriso di poteri forti e trasversali». Ai cittadini presenti in piazza, Triminì ricorda le condizioni mortificanti dell'ospedale («Il sogno di Pastore era di aprirlo, loro sono riusciti a farlo chiudere»), mette in guardia l'elettorato dalle «sparate elettorali» sull'Imu (ne parlerà più diffusamente nel prossimo comizio del 3 maggio) e ricorda come «in tema di gestione dei tributi, Trani non sia stata in grado in questi anni di inserirsi nel passivo fallimentare della società che gestiva i tributi per suo conto, trovandosi un buco da oltre 1 milione di euro».

Triminì ha fornito anche una ricetta per fronteggiare l'emergenza lavoro: «Non si da occupazione pagando 20 euro la gente per assistere ai comizi e battere le mani. Bisogna dare una vera risposta ad una vera emergenza. Noi contiamo di far inserire nei bandi di gara che saranno esperiti fra i criteri di aggiudicazione di lavori pubblici la scelta di personale da assumere di Trani». «Lo prevede la legge 109 dei contratti e appalti – ha spiegato Sergio De Feudis – e non viola alcuna norma sulla concorrenza».
8 fotoComizio di Domenico Triminì
Comizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia CristianaComizio di Domenico Triminì e della Democrazia Cristiana
  • Sergio De Feudis
  • Domenico Triminì
  • Amministrative 2012
  • Democrazia Cristiana
Altri contenuti a tema
Sergio De Feudis, angelo o demone? Mazza e panella di Giovanni Ronco
Triminì dopo il ritiro: «Il mio impegno rimane inalterato» Triminì dopo il ritiro: «Il mio impegno rimane inalterato» «Non importa chi vince, molto più importante è la condivisione di intenti e la metodica per realizzarli»
Primarie centrosinistra, cambiano già le carte in tavola: Triminì si ritira Primarie centrosinistra, cambiano già le carte in tavola: Triminì si ritira La decisione comunicata nella riunione di ieri. Ancora sconosciute le motivazioni
Primarie centrosinistra, Triminì espressione dei centristi Primarie centrosinistra, Triminì espressione dei centristi Il candidato: «Sarà una competizione corretta e all'insegna dell'unità»
L'opposizione "unita" attacca Riserbato sulla refezione scolastica L'opposizione "unita" attacca Riserbato sulla refezione scolastica «L'orchestra suona mentre la nave affonda» commentano i partiti di minoranza
Nuova Giunta: si consiglia la lettura ad un pubblico adulto Nuova Giunta: si consiglia la lettura ad un pubblico adulto Meteo assessori impazzito, la situazione è in continua "rivoluzione"
Rimpasto in vista, cinque partiti scrivono al sindaco di Trani Rimpasto in vista, cinque partiti scrivono al sindaco di Trani «Revochi la Giunta e avochi a sé tutte le competenze decisionali»
De Noia denuncia in TV un accordo elettorale tra centrodestra e Fabrizio Ferrante De Noia denuncia in TV un accordo elettorale tra centrodestra e Fabrizio Ferrante Befano: «Senza alcun timore, è stato apertamente svelato un'intesa evidentemente innaturale»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.