Piazza Gradenigo
Piazza Gradenigo
Vita di città

Piazza Gradenigo, sedotta e abbandonata

De Simola ripercorre la storia della piazza dal 2006 ad oggi

Vincenzo De Simola, giovane esponente del Partito Democratico torna a "tuonare", e questa volta lo fa per contestare l'operato di tutte le amministrazioni comunali succedutesi negli ultimi anni per come hanno "maltrattato" Piazza Gradenigo, meglio conosciuta come Piazza Sant'Agostino, ripercorrendo la storia della piazza dal 2006 ad oggi.

«Possiamo considerare Piazza Gradenigo - dice De Simola -, una piazza sedotta ed abbandonata. Forse anche abusata. È una piazza sedotta perché è sempre stata oggetto di promesse mai mantenute. È una piazza abbandonata perché è lasciata all'incuria: mattonelle sconnesse, panchine divelte. È una piazza abusata: ricordate quando nel 2006 fu trasformata in area parcheggio? Durante quell'esperienza l'allora vice-sindaco dell'amministrazione Tarantini per smorzare le polemiche rassicurò che si sarebbe trattato di una soluzione temporanea e che appena possibile sarebbe tornata all'antico splendore. In effetti, nel 2007 la piazza torna pedonale con altrettanta promessa di intervento di restyling unitamente a Piazza Quercia, Piazza della Repubblica e Piazza Campo dei Longobardi. Alcune di queste, effettivamente, sono state rifatte. Ma per Piazza Gradenigo nulla».

«Nel 2011 - continua De Simola - l'assessore al ramo mostrò la volontà di rifare la pavimentazione della piazza, tanto da indire un concorso di idee, ma di questo concorso non se ne fece più nulla. Nel 2012 cambia l'amministrazione e di Piazza Gradenigo non se ne parla più, non si fanno interventi di manutenzione, né tantomeno si mostrano intenzioni di rifacimento. Silenzio. Eppure esistono bandi e fondi regionali ed europei che mirano alla riqualificazione e alla rigenerazione urbana dei quartieri e della città. Piazza Gradenigo una piazza sedotta, abusata, abbandonata e dimenticata. Fino a quando?».
  • Piazza Gradenigo
  • Vincenzo De Simola
Altri contenuti a tema
De Simola: «Iniziare subito le operazioni di bonifica delle aree incolte» De Simola: «Iniziare subito le operazioni di bonifica delle aree incolte» Il segretario d'Italia in Comune sollecita l'Amministrazione ad intervenire urgentemente
La comunità  musulmana riunita nel rito finale del Ramadan all'alba in piazza Gradenigo La comunità musulmana riunita nel rito finale del Ramadan all'alba in piazza Gradenigo Cerimonia svolta in serenità e nel rispetto delle regole anticovid
3 Riqualificazione di piazza Gradenigo: cronaca di un progetto annunciato Riqualificazione di piazza Gradenigo: cronaca di un progetto annunciato Spettacolo indegno. Colpa della burocrazia e della pandemia?
Botta e risposta tra  Italia in Comune e Popolari: «Non vediamo l'ora di vedere quanto prodotto dall'assessore» Botta e risposta tra Italia in Comune e Popolari: «Non vediamo l'ora di vedere quanto prodotto dall'assessore» Vincenzo de Simola risponde al gruppo di maggioranza
1 Sicurezza in città, Italia in Comune chiede l'istituzione di una consulta Sicurezza in città, Italia in Comune chiede l'istituzione di una consulta E propone alcuni provvedimenti utili come deterrenti agli atti vandalici
Piazza Sant'Agostino lavori in arrivo, ma intanto è scempio continuo Piazza Sant'Agostino lavori in arrivo, ma intanto è scempio continuo Mazza e panella di Giovanni Ronco
Trani sul Filo: ancora tanti gli spettacoli da vedere Trani sul Filo: ancora tanti gli spettacoli da vedere Gli appuntamenti del 30-31 dicembre 2019 e del primo gennaio 2020 in piazza Gradenigo e dintorni
Trani sul filo, fine settimana ricco di appuntamenti Trani sul filo, fine settimana ricco di appuntamenti E domani la compagnia di acrobati "Black Blues Brothers"
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.