RIVA
RIVA
Attualità

Quando il calcio generava eroi veri: da Cagliari a Trani il ricordo di Gigi Riva

Maurizio Lampis, autore della cattedrale in Lego, due mesi fa aveva dedicato al campione un busto in mattoncini

"Gigi Riva gioca un calcio in poesia: egli è un poeta realista": il fatto che questa definizione di uno dei più grandi giocatori di calcio di tutti i tempi sia stata data nel fulgore della sua carriera da Pier Paolo Pasolini la dice lunga di quanto l'Italia sia stata da sempre consapevole del valore e della cifra etica di Gigi Riva, al quale ieri tutta la Sardegna e idealmente l'Italia intera ha dato il suo ultimo saluto nella sua amata Cagliari. Ai ragazzi, ai giovani, anche ai quarantenni che non hanno vissuto le ultime stagioni di un calcio che fu, le gesta di un uomo come Gigi Riva andrebbero raccontate a scuola, nei teatri o con il docufilm realizzato da Riccardo Milani (Nel nostro cielo un Rombo di tuono). Il ricordo di un tale valore è per noi affidato a un cagliaritano che con Trani ha da qualche tempo un legame profondo, il Brick Builder Maurizio Lampis, che ha riprodotto la cattedrale di Trani con i mattoncini Lego e che due mesi prima aveva dedicato proprio a Gigi Riva una sorta di busto fatto con gli stessi mattoncini, un busto proprio come quelli che si tributano agli uomini grandi è realizzato con la propria tecnica artistica. "Già dal fatto che fu lui a scusarsi con me per la firma un po' tremante sotto la mia opera, fatta davvero col cuore oltre che con le difficoltà di rendere una figura umana con dei mattoncini, mi diede la conferma della grandezza di quest'uomo nella sua umiltà". Maurizio, da cagliaritano, ha potuto raccontarci quanto Gigi Riva abbia dato alla Sardegna un'immagine diversa da quella che era nell'immaginario collettivo dell'Italia e del mondo, ancora prima che "arrivasse" il tempo della Costa Smeralda e che affiancasse quell'isola addirittura a un mondo riservato al lusso e all'opulenza. Prima di Gigi Riva, uomo del Nord emigrato al Sud, la Sardegna non era considerata altro che una terra arretrata, analfabeta, abitata da pastori e pescatori: "Lui è stato il condottiero, la nostra bandiera, non semplicemente un eroe del calcio. Io non c'ero ai tempi dello scudetto e della leggendaria Italia - Germania 4 a 3 ma è da quando sono nato che ho avuto la consapevolezza e la nostra terra era rappresentata da un vero eroe, non semplicemente un campione del calcio ma un campione di etica di gratitudine, di rispetto, di valore immenso in una persona che quel valore non l'ha mai svenduto in termini economici" . E di lui e di questa vicenda, del fatto di non aver voluto tradire la sua Sardegna che l'aveva accolto con amore compensando quell'amore dei genitori che gli era stato strappato dalla vita, giovanissimo prima la mamma poi il padre, pur a suon di sontuose somme di denaro, quasi sfacciate per l'epoca, tanto si è detto in questi giorni e non stiamo qui a ripeterci. Anche se va bene sottolineare che in una società in cui ci si vende davvero per nulla, in un mondo di solidarietà che maschera business milionari, di svendita della propria cultura calcistica per la prevalenza di interessi economici (non vanno dimenticati i fischi al minuto di silenzio per Riva nella finale della Supercoppa a Dubai da parte dei tifosi arabi "per una questione culturale": nella condivisione di diverse culture anche in questi casi sarebbe necessaria la presenza di mediatori culturali), la storia di chi ha preferito l'essenza all'apparenza non può che essere preziosa da essere raccontata. Oggi, più che mai, di un eroe vero, di sport e di etica.Sottolineando anche quanto importante sia celebrare gli eroi - piccoli o grandi privati o pubblici delle nostre esistenze - quando sono in vita e non quando è troppo tardi per far sapere loro la gratitudine e l'ammirazione per quanto hanno fatto. E quel busto Maurizio l'ha donato a Riva per il suo 79° compleanno, nel novembre scorso: "Ho ricevuto i tuoi complimenti, mi hai autografato la colonna su cui per sempre poggierà il tuo glorioso busto con la storica maglia del Cagliari dello Scudetto del 1970. Non potevo chiedere di più, grazie per sempre, Gigi Riva".
FB IMG
  • Sport
Altri contenuti a tema
Ginnastica ritmica, l'Asd Luna Nuova conquista podi ai campionati individuali di Lecce Ginnastica ritmica, l'Asd Luna Nuova conquista podi ai campionati individuali di Lecce Ancora importanti risultati per allieve e maestra
1 Il nuoto di Trani è d'oro grazie a Federica e Francesca: strepitose ai Criteria di Riccione Il nuoto di Trani è d'oro grazie a Federica e Francesca: strepitose ai Criteria di Riccione Le due giovanissime si sono distinte in diverse specialità, culminate oggi nei 1500 stile libero
Erasmus+Sport, delegazione tranese ospitata in Austria Erasmus+Sport, delegazione tranese ospitata in Austria Presentato nella storica università di Vienna il terzo step del progetto TeamUp
La scuola Wei Hai Trani 1° Classificata al Trofeo Nazionale MSP Termoli 2024 La scuola Wei Hai Trani 1° Classificata al Trofeo Nazionale MSP Termoli 2024 Un altro importante traguardo per la squadra diretta da mister Pignataro
A Trani i giovani campioni della Federazione Italiana Nuoto paralimpico A Trani i giovani campioni della Federazione Italiana Nuoto paralimpico Una bellissima esibizione nella piscina della famiglia Di Palma una accompagnata dal presidente Piccinini
12 Record italiano cadetti per l'astista Gabriele Belardi Record italiano cadetti per l'astista Gabriele Belardi Miglior risultato tecnico al Palaindoor di Ancona
Il tranese Nicola Muciaccia si classifica secondo sui 3000 metri  ai Campionati Italiani Master Indoor cat. M55 Il tranese Nicola Muciaccia si classifica secondo sui 3000 metri  ai Campionati Italiani Master Indoor cat. M55 Piazzamento d'onore e prestigio per il nostro concittadino
Un'innovazione nel mondo del Padel: nasce la "Padelisti Cup Tesori d'Apulia" Un'innovazione nel mondo del Padel: nasce la "Padelisti Cup Tesori d'Apulia" Un evento frutto di una collaborazione tra cinque club, tra cui Trani
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.