Mario Draghi
Mario Draghi
Politica

Supporto a imprese e partite Iva, proroga del divieto di licenziamento. Ecco il "decreto sostegno"

Il premier Draghi: «È una risposta parziale, ma è il massimo che abbiamo potuto fare. Già considerata l'ipotesi di un secondo stanziamento»

«Questo decreto è una risposta molto significativa, molto consistente alle povertà, al bisogno che hanno le imprese di essere aiutate e ai lavoratori. È una risposta parziale, ma è il massimo che abbiamo potuto fare. I capisaldi del decreto sono il sostegno alle imprese, il sostegno al lavoro e la lotta contro la povertà. Obiettivo è dare più soldi possibile a tutti e più velocemente possibile». Sono queste le parole del premier Mario Draghi per presentare il "decreto sostegno", approvato oggi in Consiglio dei Ministri.

Sono 31 i miliardi stanziati per le misure previste dal decreto, e stanziati su richiesta del Governo Conte. Sono 11 i miliardi destinate alle imprese. I pagamenti dovrebbero iniziare a partire dall'8 aprile.

Previsti contributi a fondo perduto per le aziende che nel 2020 hanno perso almeno il 30% del fatturato medio mensile rispetto al 2019. Eliminato il riferimento ai codici ATECO e innalzata a 10 milioni di euro la soglia massima di fatturato dei soggetti beneficiari. Ai ristori potranno accedere anche le Start-Up. Stanziato un fondo di 700 milioni per il sostegno alla filiera della montagna, sostegni anche a diversi settori colpiti dalla crisi dovuta alla pandemia: fiere, manifestazioni fieristiche internazionali e congressi; cultura e spettacolo, mostre e musei; matrimoni ed eventi privati; attività commerciali o di ristorazione nei centri storici; filiere dell'agricoltura, della pesca e dell'acquacoltura.

Per quanto riguarda i lavoratori previsto il blocco dei licenziamenti fino al 30 giugno 2021 per i lavoratori delle aziende che dispongono di CIG ordinaria e CIG straordinaria (soprattutto industria e agricoltura) e al 31 ottobre 2021 per i lavoratori delle aziende coperte da strumenti in deroga (soprattutto terziario). Rifinanziato il reddito di cittadinanza, e ci saranno ulteriori 3 mesi di reddito di emergenza. «I disoccupati potranno accedere alla Naspi e DisColl anche senza i 30 giorni di lavoro nell'anno precedente - spiega il ministro Orlando - e ci sarà una "coda" di Naspi e DisColl per coloro che non hanno potuto trovare lavoro».

Cancellate le cartelle esattoriali fino a 5 mila euro riferite al periodo 2000-2010 per i soggetti con reddito inferiore a 30 mila euro.
  • Politica
Altri contenuti a tema
Elezioni politiche, i dati dell'affluenza a Trani Elezioni politiche, i dati dell'affluenza a Trani A chiusura dei seggi ha votato il 57,49% degli elettori
Il presidente del M5S Giuseppe Conte a Trani il 14 settembre Il presidente del M5S Giuseppe Conte a Trani il 14 settembre Tappa in città nell'ambito di un tour in Puglia
Elezioni politiche, chi ha il covid potrà votare da casa Elezioni politiche, chi ha il covid potrà votare da casa Ecco come fare
1 Ex distributore di carburante di Corso Imbriani , Lima: "Che intenzioni si hanno?" Ex distributore di carburante di Corso Imbriani , Lima: "Che intenzioni si hanno?" ll membro nazionale di Fratelli d'Italia interviene sulla possibile destinazione dell'area
1 Elezioni politiche: Lanotte (FI) capolista alla Camera proporzionale, al Senato sputano i nomi di Lomelo e D’Addato Elezioni politiche: Lanotte (FI) capolista alla Camera proporzionale, al Senato sputano i nomi di Lomelo e D’Addato In caso di elezione (praticamente certa) si rafforzerebbe la presenza azzurra non solo per la Città della Disfida ma per l'intera Bat
Ferrante avverte il Pd: "Sono a disposizione affinché i circoli di Andria e Barletta possano esprimere candidature che tolgano alibi a chicchessia sull'impegno da profondere insieme in questa campagna elettorale" Ferrante avverte il Pd: "Sono a disposizione affinché i circoli di Andria e Barletta possano esprimere candidature che tolgano alibi a chicchessia sull'impegno da profondere insieme in questa campagna elettorale" La diatriba sulle candidature fa sentire i suoi effetti
1 "Ristabilire il decoro che una città come Trani merita": Cozzoli e Ferri contro l'assegnazione temporanea dei posteggi sul lungomare "Ristabilire il decoro che una città come Trani merita": Cozzoli e Ferri contro l'assegnazione temporanea dei posteggi sul lungomare I due esponenti di FdI invitano l'amministrazione "a sospendere in autotutela l’avviso"
Elezioni politiche, fino al 5 settembre è possibile presentare domanda per il voto domiciliare Elezioni politiche, fino al 5 settembre è possibile presentare domanda per il voto domiciliare Ecco il modello da compilare
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.