Medico di base
Medico di base
Sanità

"Temo una situazione esplosiva": la testimonianza preoccupata di un medico di base di Trani

La Puglia torna arancione, i contagi a Trani e nel mondo intero aumentano e molti possibili portatori sani non effettuano il tampone

"Il numero dei miei pazienti contagiati e malati è in continuo aumento, credo proprio che stiamo pagando a caro prezzo i pranzi e i cenoni natalizi: ormai è la normalità fare nottata al computer per preparare le ricette delle patologie "ordinarie" dei pazienti o lavorare a orario continuato durante la giornata". E' quasi uno sfogo quello di uno dei medici di base che abbiamo incontrato nell'esercizio delle sue funzioni, tra visite domiciliari, appuntamenti in studio, telefonate, studio dei referti e di risultati di analisi cliniche: c'è una situazione covid davvero pesante a cui va aggiunta la gestione ordinaria delle patologie che non vanno trascurate. E vista la situazione ospedaliera, con le persone che cercano in ogni modo di evitare i presìdi ospedalieri, i medici di famiglia sono davvero oberati. " Non è lamentarsi di una professione che noi medici abbiamo scelto come missione di vita - tiene a sottolineare il medico ; ci muove il senso di responsabilità profondo per ognuno dei pazienti. Ma ci chiediamo se una diversa organizzazione della sanità pubblica di questa situazione di emergenza non avrebbe prodotto risultati diversi. Ma anche dei sacrifici ancora maggiori della popolazione. E' dura. Ma ci siamo dentro e questi sacrifici sono necessari".

C'era da aspettarselo forse: o forse no, se si fossero rispettate in maniera rigorosissima le indicazioni raccomandate per poter vivere con almeno alcuni dei propri cari le feste appena trascorse. La verità è che saremmo dovuti stare in silenzio durante i convivi, quando la mascherina è abbassata per poter mangiare, ma parlare solo a bocca e naso coperti. Arieggiando spesso, stando a distanza, non toccando nulla che possa esser toccato da altri. ma l'altra verità è che stare coi propri cari , sei o poco più in presenza di minori , deve averci fatto sentire protetti da una specie di immunità affettiva, cosa che purtroppo non era reale. I medici di base di Trani che , come in tutta Italia, si trovano a dover affrontare un'emergenza sanitaria quasi investiti dalla sanità pubblica della responsabilità di gestire ​la situazione pandemica. Una situazione che nonostante gli spiragli di luce dell'inizio della campagna vaccinale, è da considerarsi in piena ondata, che sia la fine della seconda o l'inizio della terza non ha poi così importanza. Natale o no, è un fatto che nel mondo è record di casi con 700.000 al giorno, il covid pare evolversi per contagiarci sempre di più.

"Sono preoccupato per i contagi dei portatori sani più o meno inconsapevoli, conclude il medico, perchè molti temono il tampone anche se hanno sospetti su di sè per contatti con malato o leggeri sintomi: sono mine vaganti che diffondono il covid in maniera pesante. Ma voglio sperare che le mie preoccupazioni siano eccessive e , ovviamente, ho la speranza della fede che tutto questo possa arginarsi quanto prima.
  • Covid
Altri contenuti a tema
Ricoverato in ospedale consigliere comunale positivo al covid Ricoverato in ospedale consigliere comunale positivo al covid Le sue condizioni di salute sono in fase di miglioramento
Covid, nelle ultime 24h 74 casi e un decesso nella Bat Covid, nelle ultime 24h 74 casi e un decesso nella Bat Il bollettino odierno
3 Trani zona gialla, parte il weekend da “liberi tutti” tra caos e traffico in tilt Trani zona gialla, parte il weekend da “liberi tutti” tra caos e traffico in tilt Nonostante le restrizioni del sindaco, tantissima gente si è riversata per strada
Covid, stabile la curva dei contagi a Trani: 178 casi e 31 ricoverati Covid, stabile la curva dei contagi a Trani: 178 casi e 31 ricoverati Il dato emerso nel corso di una riunione con i sindaci della sesta provincia
1 Covid, anche nella Bat avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Covid, anche nella Bat avviata la campagna vaccinale per i Vigili del fuoco Fp Cgil Bat: Soccorritori che ogni giorno rischiano il contagio”. Il 2 marzo è cominciata la somministrazione
Covid, attivo un servizio di assistenza psicologica per pazienti, familiari e dipendenti Covid, attivo un servizio di assistenza psicologica per pazienti, familiari e dipendenti Dieci dottoresse a sostegno delle persone positive al Covid o in quarantena fiduciaria
1 La Puglia ancora in zona gialla La Puglia ancora in zona gialla Decisione del ministro della salute Speranza. Indice Rt di poco inferiore a 1
Caos vaccini, Lacarra: «In Puglia lo fa chi ha gli amici, i malati possono aspettare» Caos vaccini, Lacarra: «In Puglia lo fa chi ha gli amici, i malati possono aspettare» Fitto risponde al segretario PD: «Mi auguro che prima della denuncia social l'onorevole sia andato a raccontare tutto alla Procura»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.