Enti locali

Termovalorizzatore: il progetto è consultabile presso l'ufficio tecnico

Sino al 30 marzo è possibile prenderne visione a Palazzo di Città.

L'amministrazione comunale rende noto che, come previsto da legge, già da diverso tempo è comparso su due quotidiani ("La Stampa" e "Bari Sera") un avviso pubblico che informa i cittadini della possibilità di poter esprimere valutazioni sull'impatto ambientale dell'impianto di termovalorizzazione.

Il progetto che riguarda l'impianto di Trani è consultabile presso l'Ufficio tecnico comunale già dal 15 gennaio e fino al 30 marzo. "Il progetto – spiega il sindaco Tarantini - è a disposizione di chiunque voglia prenderne visione. La normativa europea prevede che, l'acquisizione del parere favorevole, debba passare anche attraverso la possibilità di valutazione del singolo cittadino e, aspetto fondamentale, anche dopo l'attivazione del procedimento amministrativo. Nessuno, prima di noi, ha ritenuto di dover dare diffusione di questa informazione pubblica, soprattutto i tanto accaniti sostenitori della incongruità del procedimento. Avrei preferito che questi, anziché proporre sterili referendum sul termovalorizzatore, avessero innanzitutto preso visione del progetto e poi comunicato ai cittadini scettici questa possibilità. Mi risulta che soltanto un consigliere dell'opposizione abbia richiesto la documentazione. Gli altri preferiscono parlare e alimentare allarmismi. Nulla più". Le valutazioni dei cittadini verranno poi girate all'ufficio regionale competente.

  • Termovalorizzatore
Altri contenuti a tema
«Caro Riserbato, perché vorrebbe farci ammalare di cancro?» «Caro Riserbato, perché vorrebbe farci ammalare di cancro?» Nunzio Di Lauro, delegato Aisa, scrive al sindaco di Trani
Negrogno nel paese delle "stranezze" Negrogno nel paese delle "stranezze" Il responsabile Sel attacca l'amministrazione su gestione discarica e proposta di termovalorizzatore
Termovalorizzatore, Tar Lazio condanna la Regione Termovalorizzatore, Tar Lazio condanna la Regione Risarcimento di 3 milioni di euro per Amet e Noy Vallesina
Rifiuti, no inceneritori con la raccolta porta a porta Rifiuti, no inceneritori con la raccolta porta a porta Il candidato sindaco Gigi Riserbato ha incontrato Legambiente
Ferrante: «Noi e Legambiente la pensiamo allo stesso modo» Ferrante: «Noi e Legambiente la pensiamo allo stesso modo» Il candidato sindaco del Pd auspica un incontro pubblico
Rifiuti del Salento a Trani, l’articolo della discordia Per completezza di informazione ecco l’articolo che ha aperto il valzer di interventi
Rifiuti pericolosi nel termovalorizzatore di Colleferro Operazione dei Carabinieri del NOE. Si riaccende il dibattito a Trani?
Termovalorizzatore a Trani, De Toma: «Avevamo ragione noi» Intervento dell'Assessore all'urbanistica
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.