Cronaca

Trani, campi di ortofrutta irrigati con acque reflue

E' la denuncia dell'organizzazione di volontariato Folgore

«Chi ci garantisce la qualità dei prodotti ortofrutticoli venduti dai contadini?» E' la legittima domanda dei Volontari dell'organizzazione di volontariato Folgore di Trani, per la guardia ambientale e la protezione civile. Durante i vari servizi effettuati nel territorio, i volontari della Folgore hanno infatti controllato il canale a cielo aperto Ciappetta – Camaggio, lungo 14 km, che partendo dal depuratore fognario cittadino di Andria trasporta le acque reflue fino a Barletta, a confine con la città di Trani.



Più volte posto sotto sequestro, nel giugno 2007 il Sindaco di Barletta emise un'ordinanza con la quale dispose il divieto assoluto di utilizzare ed emungere, per qualsiasi fine, le acque del canale. Inoltre, con il medesimo provvedimento, si intimava al gestore e al direttore tecnico dell'impianto di depurazione di Andria di porre in atto ogni utile iniziativa e misura di prevenzione dell'inquinamento e, in particolare, di porre fine allo sversamento e smaltimento nel Canale Ciappetta - Camaggio di sostanze tossiche, veicolate dalle acque reflue in uscita dall'impianto di depurazione aventi valori chimici e biologici superiori a quelli previsti dalle vigenti leggi. Nel gennaio 2010 l'ARPA e la Guardia Costiera di Barletta prelevarono dei campioni di acqua dal canale a causa della strana presenza di schiuma bianca, al fine di effettuare analisi chimiche e batteriologiche, in vista di eventuali danni o situazioni di pericolo per l'ambiente marino e costiero.



Secondo i volontari della Folgore gran parte dei possessori di terreni che costeggiano tale canale (che siano di Trani, di Barletta o altrove) eludono sia le ordinanze e sia le norme a tutela della salute pubblica: lungo la stradina che costeggia il canale, partendo da Trani dalla statale adriatica bivio Ariscianne fino a Barletta, sono presenti parecchie bocchette per irrigazione, mimetizzate da pietre, erba o stracci, che confluiscono nel canale, alle quali vengono poi collegate motopompe per irrigare i campi agricoli a coltivazione di ortalizi e vigneti. I volontari hanno fotografato la stessa bocchetta di irrigazione sia di sera, con evidente riscontro visivo di bocchetta e strada bagnata con annesso vigneto appena irrigato, e sia di mattina con le pietre visibilmente spostate (ad indicare che c'è attività di prelievo acque).



«Nella stagione estiva - spiega Nunzio Di Lauro - a causa della siccità per mancanza di pioggia, coloro che non posseggono un pozzo artesiano nel proprio terreno e che non vogliono pagare l'acqua delle autobotti, attingono acqua dal canale, di solito nelle prime ore della mattina o nella tarda serata, sapendo che non ci sono controlli a quell'ora. Auspichiamo che vengano intensificati i controlli lungo questo canale, sia da parte delle Forze dell'Ordine e sia da parte di altre Associazioni di Volontariato e gruppi di vigilanza a carattere ambientale, e che questi proprietari terrieri o agricoltori siano più coscienziosi e di buon senso».
  • Canale Ciappetta - Camaggio
Altri contenuti a tema
Bagnoschiuma Ciappetta Camaggio Bagnoschiuma Ciappetta Camaggio Dardo, riportare la satira nella realtà quotidiana. Ventesima puntata
Vertice dei sindaci sul Ciappetta Camaggio: c'era anche Gigi Riserbato Vertice dei sindaci sul Ciappetta Camaggio: c'era anche Gigi Riserbato Incontro con l'assessore Campana. «L'inquinamento del canale minaccia la salute pubblica»
Schiuma nel Ciappetta-Camaggio, Pastore plaude all'intervento di Cascella Schiuma nel Ciappetta-Camaggio, Pastore plaude all'intervento di Cascella «Bene ha fatto il sindaco di Barletta a sollecitare la procura di Trani»
Schiuma nel Ciappetta-Camaggio inviato un rapporto alla Procura di Trani Schiuma nel Ciappetta-Camaggio inviato un rapporto alla Procura di Trani Numerose le segnalazioni di cittadini allarmati dallo strano fenomeno
Escherichia coli nel Ciappetta Camaggio, Pastore invoca controlli Escherichia coli nel Ciappetta Camaggio, Pastore invoca controlli Tracce sono state rinvenute anche nei reflui trattati dal depuratore di Bisceglie
Ambiente, sopralluogo della Folgore al "Ciappetta Camaggio" Ambiente, sopralluogo della Folgore al "Ciappetta Camaggio" Da Andria arriva acqua trasparente e inodore
Torna la schiuma sul litorale nord di Trani Si attende l'esito dei prelievi
Schiuma nel litorale fra Trani e Barletta Controlli della Guardia Costiera e dei tecnici Asl Bat
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.