mamma e bambino
mamma e bambino
Vita di città

Trani città senza culle: in calo il numero delle nascite

Nel 2016 sono nati 353 bambini. Il commento della consigliera Di Lernia (M5S)

La città senza culle. È così che ormai potrebbe essere rinominata Trani. Da anni, infatti, la cicogna non è più di casa e alla città sul mare ha preferito ben altre destinazioni. Calano inesorabilmente le nascite e i numeri appaiono sempre più preoccupanti. Niente fiocchi appesi sulle porte o notti in bianco per le mamme e i papà. Nel 2016 sono nati solo 353 bambini a fronte dei 541 del 2006. Il picco si è registrato, invece, nel 2007, con 619 nati.

A prescindere dalla chiusura del reparto di ostetricia dell'ospedale di Trani, che di fatto annulla la possibilità di nascere in città, le cause del calo sembrano essere ben altre. Ad ipotizzarle è stata la consigliera del Movimento 5 Stelle Luisa Di Lernia. «In 10 anni - spiega - le nascite sono diminuite sensibilmente. Il commento facile e amaro potrebbe essere: manca il coraggio di mettere al mondo un figlio. Ma forse la realtà è un'altra. I giovani vanno via da Trani. Si realizzano altrove. Chi resta fa molta fatica a pianificare».

«Ed ecco - prosegue Di Lernia - che nell'ultima variazione di bilancio di previsione comunale il capitolo Asili Nido è stato azzerato. Questa notizia è pubblicata sull'albo pretorio del Comune di Trani con la delibera numero 281/2016 dimensionamento scolastico 2016 nella quale si legge: "la denatalità avrà i suoi effetti dal 2018 sulle scuole elementari e dal 2024 sulle scuole medie". E ancora: "le istituzioni scolastiche della rete comunale si pongono complessivamente a livelli discreti di dimensionamento, ma comunque al di sotto della media regionale"».
  • Ospedale
  • Luisa di Lernia
Altri contenuti a tema
8 Aumentiamo i posti letto e utilizziamo la terapia intensiva, Palumbo: «Riapriamo l'ospedale di Trani» Aumentiamo i posti letto e utilizziamo la terapia intensiva, Palumbo: «Riapriamo l'ospedale di Trani» Il candidato sindaco scrive al presidente della Regione Emiliano
24 Ora è il momento di agire, Cirillo: «Riapriamo l'ospedale di Trani» Ora è il momento di agire, Cirillo: «Riapriamo l'ospedale di Trani» Lettera aperte del consigliere per sensibilizzare le istituzioni e i cittadini: «Facciamo sentire la nostra voce»
17 Buone notizie: è definitivamente guarito il primo paziente affetto da Coronavirus della Bat Buone notizie: è definitivamente guarito il primo paziente affetto da Coronavirus della Bat Il 47enne tranese oggi tornerà a casa per riabbracciare la sua famiglia
Coronavirus, piano di emergenza nella Regione Puglia per i posti di terapia intensiva Coronavirus, piano di emergenza nella Regione Puglia per i posti di terapia intensiva Emiliano, Montanaro e Lopalco: «Subito 209 posti dedicati all’emergenza nell’ipotesi che si arrivi a 1000 ricoverati»
2 Emergenza sanitaria, Tomasicchio: «La riapertura dell'ospedale di Trani in perfetta sintonia con il decreto» Emergenza sanitaria, Tomasicchio: «La riapertura dell'ospedale di Trani in perfetta sintonia con il decreto» Replica del consigliere al dirigente dell'Asl Bt
3 «Affrontiamo un'emergenza con l’evidente timore di non avere posti letto a sufficienza» «Affrontiamo un'emergenza con l’evidente timore di non avere posti letto a sufficienza» Il consigliere Tomasicchio propone di riaprire almeno l'ultimo piano dell'ospedale di Trani
Coronavirus: attivati i protocolli nella Asl Bat Coronavirus: attivati i protocolli nella Asl Bat Pronti a riservare una ambulanza o un ambulatorio di un Pronto Soccorso per le gestione immediata di eventuali pazienti
1 Ospedale Trani, Ventola: «Il Pd dice falsità, è il centrosinistra che lo ha chiuso» Ospedale Trani, Ventola: «Il Pd dice falsità, è il centrosinistra che lo ha chiuso» Il consigliere regionale ricapitola scelte e fatti compiuti dal 2002 ad oggi
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.