bambini a scuola
bambini a scuola
Scuola e Lavoro

Bambina affetta da leucemia non può andare a scuola a causa di un compagno “No-Vax”

Dopo i ricorsi al Tar il caso arriva anche in Parlamento

La protagonista di questo articolo è una bambina tranese che da gennaio non è tornata tra i banchi di scuola per prudenza. Sì, per prudenza. La diatriba sui vaccini si trascina ormai da mesi e periodicamente risale nei titoli delle homepage dei quotidiani, nei trend di Twitter e oggi è il tema di questo articolo.

Si tratta di una bambina affetta da Leucemia che non frequenta le lezioni dallo scorso dicembre presso la scuola dell'infanzia San Paolo del I circolo didattico «E. De Amicis» di Trani a causa della presenza, in una classe che condivide un insegnante con la classe della stessa bambina, di un alunno non sottoposto a vaccinazione «in virtù di certificati medici di esonero vaccinale rilasciati dietro pagamento da medici diversi dal pediatra curante». Lo si apprende da un'interrogazione parlamentare presentata al Ministro della Salute dall'onorevole Michela Rostan.

Per Rostan i certificati di esonero non sarebbero validi in quanto «rilasciati non dai pediatri dei bambini ma da medici pagati dalle famiglie», analogamente a quanto avvenuto per un altro alunno non vaccinato presso la scuola «Dell'Olio» del medesimo circolo didattico. La Asl Bat, inoltre, avrebbe espresso con forza la raccomandazione ad evitare che la bambina affetta da Leucemia venga in alcun modo a contatto con adulti o bambini non vaccinati.

Due ordinanze cautelari del Tar hanno temporaneamente sospeso l'efficacia degli atti amministrativi emessi dalla scuola finalizzati ad escludere dalla frequenza della scuola dell'infanzia i bambini non vaccinati. Il risultato? L'alunno inadempiente ai vaccini è ammesso tra i banchi scolastici mentre la bambina affetta da Leucemia è costretta a restare a casa per evitare ritorsioni.

Rostan ha chiesto al Ministro di intervenire per rendere più incisivo lo strumento dell'ordine di allontanamento immediato dalla frequenza scolastica degli alunni inadempienti all'obbligo vaccinale.

A Trani, così come in tutta Italia, tiene ancora banco l'acceso dibattito tra i "Sì-Vax" e i "No-Vax", forti prese di posizione scatenate dal decreto Lorenzin. Diventato legge a luglio del 2018, il decreto ha portato da quattro a dieci il numero di vaccinazioni obbligatorie da 0 a 16 anni. Insomma, una questione annosa dove a pagarne le conseguenze sono i più innocenti: i bambini.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre L'assessore Leo: "Si ritorna in classe, si ritorna a studiare a scuola con i propri compagni, vaccinati"
Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Al via domani i maxi-colloqui, addio prove scritte: si valuterà anche il “curriculum dello studente”
Richiesta di trasporto scolastico per alunni disabili: pubblicata la modulistica Richiesta di trasporto scolastico per alunni disabili: pubblicata la modulistica L'organizzazione dell'Ufficio Pubblica Istruzione per il prossimo anno scolastico
Piccoli scienziati crescono: le giovani eccellenze tranesi si fanno strada Piccoli scienziati crescono: le giovani eccellenze tranesi si fanno strada Sul podio nei giochi matematici internazionali, o selezionati per la Scuola Normale di Pisa
Assistenza scolastica specialistica. Un convegno sulle nuove sfide educative Assistenza scolastica specialistica. Un convegno sulle nuove sfide educative Interverrà anche Alessandro Ciglieri, esperto a livello nazionale delle politiche ed interventi sociali.
Scuola maieutica all’I.I.S.S. “Aldo Moro, traguardo raggiunto   Scuola maieutica all’I.I.S.S. “Aldo Moro, traguardo raggiunto   Approcci innovativi per ridurre il fenomeno della dispersione scolastica se sei divertente
Edilizia scolastica, Di Leo: «A che punto sono gli accertamenti in materia di vulnerabilità sismica?» Edilizia scolastica, Di Leo: «A che punto sono gli accertamenti in materia di vulnerabilità sismica?» Il consigliere della Lega interroga l'assessore Zitoli
Concorso Fondazione Giulio Onesti, ecco il video realizzato da cinque studentesse di Trani Concorso Fondazione Giulio Onesti, ecco il video realizzato da cinque studentesse di Trani Si chiama "Life goal" e racconta di sport e socialità
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.