Movida porto Trani
Movida porto Trani
Mazza e panella

La ronda dell'anarchia: ogni giorno in scena a Trani dalle 2 di notte

Mazza e panella di Giovanni Ronco

Si parla di civiltà/ inciviltà a Trani in questi giorni sui social. Coinvolti nel dibattito anche personaggi politici. Oggetto del contendere i parcheggi selvaggi sanzionati, specie sul lungomare.

Veramente è da quest'inverno che si è segnalato il problema, in riferimento, in particolare, alla zona franca del Porto, luogo del disconoscimento d'ogni regola, a partire dalla mezzanotte/ l'una. Non è un problema di mancanza di parcheggi e di politiche dei parcheggi o di strategie del parcheggio. No. Lì è proprio inciviltà con la I maiuscola. Lì dopo la mezzanotte e l'una è show del buzzurro, apoteosi del tanghero, foro degli anarchici, coacervo di cozzaloni, ritrovo di coatti che non hanno la minima voglia di rispettare la seppur minima regola.

Un testimone ci racconta che i clienti di una nota struttura alberghiera hanno abbandonato le loro stanze alle 2 di notte, lasciando l'hotel esasperati dal baccano. Dopo un certo orario inviterei i consiglieri comunali a farsi una passeggiata al Porto per fare il loro dovere di controllori. Un cittadino ci ha raccontato che, chiamate le forze dell'ordine per denunciare il baccano in piena notte è stato invitato a chiamare l'Arpa per far misurare il livello d'inquinamento acustico...

Ribadiamo che la città deve mantenere la sua vocazione di centro vivace e di polo di attrazione, ma questa storia non deve diventare la scusa per danneggiare persone anziane o bambini, clienti di strutture alberghiere che vogliono riposare, o gente che deve andare a lavorare presto. Prendete le corse in moto, le ragazzine che si strusciano ai Suv, ed i proprietari di Suv che parcheggiano ovunque, anche se a loro dispisizione ci fosse il parcheggio dello stadio Olimpico, con una probabile collocazione poco fuori dal Centro dell'anarchia, per cui il Suv va comunque e ovunque. Molti dei cittadini residenti nel Porto/ Centro storico sono esasperati ma al tempo stesso hanno paura di esporsi. Molti di loro ci hanno chiesto d'intervenire. Ma ormai, come già scrivemmo quest'inverno, dopo una certa ora Trani é terra di nessuno, landa libera dove vale tutto, senza regole e senza controlli. I consiglieri comunali si rendano conto di persona. Vadano sul posto e poi facciano le segnalazioni dovute. Diano un senso alla loro esistenza.
  • Porto di Trani
Altri contenuti a tema
6 Scarico e vendita del pesce nel Porto: le cassette abbandonate lungo la banchina Scarico e vendita del pesce nel Porto: le cassette abbandonate lungo la banchina A fine giornata si riversano in mare causando danni per l'ambiente
Stop all'inquinamento in mare, a Trani installati tre raccoglitori di rifiuti galleggianti Stop all'inquinamento in mare, a Trani installati tre raccoglitori di rifiuti galleggianti Bottaro: «Puntiamo a migliorare l’aspetto di uno dei luoghi simbolo della città, il porto»
Piattaforma galleggiante sul Porto di Trani: presto i lavori di messa in sicurezza Piattaforma galleggiante sul Porto di Trani: presto i lavori di messa in sicurezza Affidata la progettazione per interventi di rimozione delle strutture metalliche e vetri
Porto di Trani, affondato nel pomeriggio un piccolo peschereccio Porto di Trani, affondato nel pomeriggio un piccolo peschereccio Nessuno a bordo. Ancora da chiarire le cause dell'incidente
Le giostre al Porto di Trani in estate Le giostre al Porto di Trani in estate I luoghi della memoria di Giovanni Ronco
Vip a Trani, una domenica sera con Vladimir Luxuria Vip a Trani, una domenica sera con Vladimir Luxuria L'attivista ed ex politica a cena in un locale del Porto
Ambulanti abusivi sul Porto: raffica di multe e sequestri Ambulanti abusivi sul Porto: raffica di multe e sequestri Nel mirino i venditori di cover per smartphone e giocattoli
A Trani un altro grande appuntamento musicale: "Radio deejay One two One two" A Trani un altro grande appuntamento musicale: "Radio deejay One two One two" Il 18 agosto sei ore di musica "no stop" sul Porto
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.