Calcio

Francesco Simone lascia la Fortis Trani

Dopo sette stagioni l’imprenditore barese si disimpegna dalla presidenza

«A causa di improcrastinabili impegni di lavoro, sono costretto a comunicarle il mio disimpegno da presidente della Fortis Trani». Si apre così, con questa premessa, il telegramma che ieri mattina Francesco Simone ha inviato a Palazzo di Città, all'attenzione del sindaco di Trani. Dopo sette stagioni alla guida della Fortis, l'imprenditore barese stavolta è intenzionato a lasciare sul serio la squadra di calcio. Dopo l'apertura del nuovo store Benetton a San Severo e l'avvicinamento del gruppo Coin alla sua azienda, Francesco Simone è consapevole di non avere più tempo a disposizione per seguire la squadra, verso la quale ha sempre riposto la massima attenzione. «Le responsabilità professionali aumentano - spiega Simone - e non trovo giusto guidare la Fortis a mezzo servizio o, peggio ancora distrattamente. Sono convinto che il sindaco saprà attivarsi per trovare qualche imprenditore che possa rilevare la mia eredità. Lascio una società sana, con un parco giocatori di buona qualità, un settore giovanile ben avviato e uno staff tecnico di primissimo piano. Chi dovesse subentrare potrebbe, poi, richiedere la gestione di uno stadio ormai completato, con la tribuna quasi ultimata. Insomma, ci sono tanti fattori che potrebbero invogliare gli imprenditori locali ad avvicinarsi».
Adesso si attende la risposta del sindaco, che già lo scorso anno aveva chiamato a raccolta gli imprenditori per dar corpo al progetto di rinascita della Polisportiva. A quegli incontri, informali, si presentarono in due «un numero certamente sufficiente - a detta di Simone - per occuparsi di una società calcistica in Promozione. Non so se quei contatti siano stati coltivati, ma a prescindere dagli uomini, sono convinto che si riesca a fare un'operazione simile a quella che lo scorso anno firmò il sindaco di Andria, Zaccaro, per il salvataggio della Fidelis. Resto a disposizione delle forze politiche e imprenditoriali, mi auguro che si trovi una soluzione perché sarebbe un peccato vanificare il lavoro di sette anni».
  • Fortis Trani
Altri contenuti a tema
Condannato a 5 anni Paolo Abruzzese, accusato di estorsione Condannato a 5 anni Paolo Abruzzese, accusato di estorsione L’ex presidente della Fortis Trani prestò soldi ad un collega gioiellere
Dopo Fortis, Gba non sosterrà il nuovo Trani Dopo Fortis, Gba non sosterrà il nuovo Trani Nella lettera di un tifoso tutta la rabbia per il fallimento del calcio tranese.
Fortis Trani, mesta resa dopo 14 anni Fortis Trani, mesta resa dopo 14 anni La travagliata storia della società fra alti e bassi
Fortis Trani addio. Sfuma alla fine la trattativa più importante Fortis Trani addio. Sfuma alla fine la trattativa più importante E stasera a San Luigi si presenta la società dell’Usc Trani
Fortis Trani, capolinea vicino Fortis Trani, capolinea vicino Trattative ferme, fedejussione non ancora versata
Eccellenza, 24 ore a stop iscrizioni: Fortis in bilico Eccellenza, 24 ore a stop iscrizioni: Fortis in bilico Abruzzese cerca di allargare la base societaria. Altrimenti è la fine
Il tranese Mister X compra il titolo del Terlizzi Il tranese Mister X compra il titolo del Terlizzi L’anno prossimo 2 squadre della città in Eccellenza?
Fortis, la cordata per ora si tira fuori da tutto Fortis, la cordata per ora si tira fuori da tutto Svanita la trattativa con Abruzzese, il gruppo si defila
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.