Studenti che vanno a scuola
Studenti che vanno a scuola
Scuola e Lavoro

Assistenza scolastica, dopo tre anni riparte il servizio di doposcuola

Ad usufruirne in città saranno circa 70 minori

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
A seguito di avviso pubblico del 28 settembre 2018, e dopo una lunga sospensione di tre anni, ieri, 28 ottobre, è ripartito il servizio di assistenza scolastica per i ragazzi della Città. Il servizio è pensato per rispondere alle decine di istanze di aiuto provenienti da tante famiglie e ragazzi/e che hanno forti difficoltà a percorrere regolarmente il proprio percorso scolastico. Ragazzi, che se non supportati e seguiti adeguatamente, si ritroverebbero risucchiati nella spirale della devianza minorile, come la cronaca ci racconta sempre più di frequente.

Ad annunciare l'avvio del servizio è il sindaco Amedeo Bottaro il quale, ancora una volta, sottolinea la particolare attenzione ed impegno di tutta l'Amministrazione nella tutela dei diritti dei più piccoli. Importante è stato il gioco di squadra tra l'Assessore Ciliento, il Dirigente d'Area Dott. Attolico e del personale comunale coinvolto, nei confronti del mondo dei bambini e delle bambine della Città. Un'attenzione privilegiata fatta di atti concreti, che hanno visto i bambini e i ragazzi veri destinatari della programmazione politica, in queste ultime 4 settimane si è avuta una regolare apertura delle scuole, una partenza puntuale del servizio mensa scolastica, la ripartenza del Servizio di Assistenza specialistica per minori diversamente abili nelle scuole, la riapertura del Centro Polivalente per minori, il Servizio di Sostegno Socio Educativo per minori.

A usufruire di questo servizio saranno circa 70 minori che per l'intero anno scolastico saranno seguiti dagli operatori di realtà sociali presenti da anni in città come i Padri Rogazionisti, il Centro Gaia, il Centro Jobel, il Centro di Formazione Prometeo. Ad oggi tenendo conto dei diversi servizi attivati si sta rispondendo al bisogno manifestato da più di 100 famiglie, si è di fronte ad una rete sociale vero osservatorio attento del mondo dell'infanzia della nostra città in rete con il Servizio Sociale Professionale, con le scuole di ogni ordine e grado e con diverse associazioni del territorio, questo al fine di garantire una società sempre più a misura di bambino capace di saper leggere i veri bisogni delle fasce più deboli.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
1 Scuola "Rocca-Bovio-Palumbo", il biscegliese Giovanni Cassanelli è il nuovo preside Scuola "Rocca-Bovio-Palumbo", il biscegliese Giovanni Cassanelli è il nuovo preside Prenderà il posto del professor Cassanelli
Palestre scolastiche pronte a diventare aule a settembre? Palestre scolastiche pronte a diventare aule a settembre? Fipav, Fip e Figh sono contrari a questa "trasformazione"
Scuola, il nuovo anno inizierà il 24 settembre: "Ma servono certezze" Scuola, il nuovo anno inizierà il 24 settembre: "Ma servono certezze" Ok da sindacato e assessorato
Scuola, c'è l'accordo sulle linee guida: si riapre il 14 settembre Scuola, c'è l'accordo sulle linee guida: si riapre il 14 settembre Distanziamento di un metro e didattica a distanza solo alle superiori
Scuola De Amicis, due classi quinte vincono il Premio nazionale Federchimica Giovani Scuola De Amicis, due classi quinte vincono il Premio nazionale Federchimica Giovani Gli studenti salgono sul podio con l'elaborato "Ode alla Plastica"
Insegnanti in ritardo sulla tecnologia? Epilogo (semiserio) della didattica a distanza Insegnanti in ritardo sulla tecnologia? Epilogo (semiserio) della didattica a distanza L'istruzione ai tempi del Covid-19
Maturità, il presidente della Bat Lodispoto: «In bocca al lupo alla classe dirigente di domani» Maturità, il presidente della Bat Lodispoto: «In bocca al lupo alla classe dirigente di domani» «Ci impegneremo a garantire una riapertura in sicurezza per le scuole del nostro territorio»
Rientro a scuola a settembre: spunta l'ipotesi dei plexiglass tra i banchi Rientro a scuola a settembre: spunta l'ipotesi dei plexiglass tra i banchi Gli studenti potrebbero indossare visiere, al posto delle mascherine
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.