Ambulanza 118 Oer Trani
Ambulanza 118 Oer Trani
Sanità

Associazione Oikos: "Trani senza postazione fissa medicalizzata, un diritto violato per i tranesi"

L'associazione rivolge un appello ai governanti affinché si adoperino per il riconoscimento di un sistema di emergenza efficace per la Città

Interviene anche l'associazione Oikos sulla questione della chiusura del punto fisso medicalizzato in quanto non inserito nella rete regionale del 118 perché non riconosciuto nelle carenze regionali.

Lo pubblichiamo integralmente.

"La sanità a Trani continua ad essere maltrattata e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, quel diritto alla salute dei cittadini costituzionalmente sancito deve valere anche per i cittadini tranesi. Ad oggi, hanno chiuso il nostro Ospedale senza che fosse quantomeno avviata la costruzione del nuovo, in assenza totale di presidi ospedalieri efficienti e capaci di supportare ed assistere anche la nostra città, considerato che Andria, Bisceglie e Barletta sono al collasso.

In questi anni hanno smantellato tutti i reparti hanno chiuso anche il Pronto Soccorso, avevamo soltanto un misero punto fisso medicalizzato
che, ad oggi, non è inserito nella rete regionale del 118 perché non riconosciuto nelle carenze regionali. Il disinteresse e la superficialità dei nostri governanti porteranno alla chiusura definitiva anche del Punto Fisso Medicalizzato. Per servire il nostro territorio avremo soltanto un'ambulanza medicalizzata con il medico a bordo.

E sì, la città di Trani ha diritto solo a un'ambulanza medicalizzata, i cittadini tranesi continuano ad essere pesantemente penalizzati. E pensare che circa un un anno e mezzo fa, l'allora Direttore Generale si era impegnato ad "ampliare e rafforzare l'intervento del 118, con la richiesta di almeno altre 2 ambulanze medicalizzate con anestesista a bordo" per dare più tranquillità ed efficienza sanitaria ai cittadini.

I vertici sanitari come motivano tali scelte sempre più penalizzanti per una città di circa 56 mila abitanti e senza Ospedale? I vertici della nostra politica locale come giustificano questo ennesimo torto fatto ai cittadini tranesi? Rivolgiamo un appello ai nostri rappresentanti affinché si adoperino per il riconoscimento del Punto Fisso Medicalizzato nell'organizzazione del sistema emergenza urgenza previsto per Trani e, affinché, a fronte della mancanza di un vero pronto soccorso, Trani possa dotarsi di almeno due ambulanze India con la presenza di una Automedica che possa coprire e medicalizzare in breve tempo entrambe".
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
"Infondate le notizie sulla chiusura del Pta di Trani": la Dg Di Matteo risponde ai consiglieri comunali "Infondate le notizie sulla chiusura del Pta di Trani": la Dg Di Matteo risponde ai consiglieri comunali "Invito chi ha ruoli di rappresentanza a recueprare informazioni ufficiali prima di diffondere illazioni"
Pta Trani, i consiglieri di opposizione chiedono l'istituzione di una Commissione di controllo Pta Trani, i consiglieri di opposizione chiedono l'istituzione di una Commissione di controllo «Le indicazioni del protocollo siglato nel 2016 non hanno visto la loro totale applicazione»
Gruppo Etica e Politica: "Ogni volta che si parla di ospedale città e politici si dividono" Gruppo Etica e Politica: "Ogni volta che si parla di ospedale città e politici si dividono" Una lettera aperta di Antonio Corraro
11 PTA di Trani a rischio, «tante promesse ma poche certezze» PTA di Trani a rischio, «tante promesse ma poche certezze» Dopo sette anni dall'istituzione del PTA, si mobilitano medici e operatori sanitari
Ospedale Nord Barese: firmato oggi il contratto per l’esecuzione del progetto Ospedale Nord Barese: firmato oggi il contratto per l’esecuzione del progetto Dimatteo: "L'iter procede senza intoppi"
1 Dalle 50 alle 100 euro per saltare liste d'attesa, la denuncia partita da un poliziotto di Andria Dalle 50 alle 100 euro per saltare liste d'attesa, la denuncia partita da un poliziotto di Andria Accolte le dimissioni del dottor Nemore, dall'1 febbraio sarà in pensione
1 Mazzette per saltare la fila nel Pta di Trani: c'è un terzo indagato Mazzette per saltare la fila nel Pta di Trani: c'è un terzo indagato Nell'indagine prende sempre più corpo l'ipotesi della organizzazione nel presidio ospedaliero di Trani
Il legale del dottor Nemore: «Vuole chiarire ogni cosa, è dispiaciuto e prostrato» Il legale del dottor Nemore: «Vuole chiarire ogni cosa, è dispiaciuto e prostrato» La riflessione dell'infermiere e scrittore Rino Negrogno: «Vorrei non fosse vero...»
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.