Sit-in in Carcere
Sit-in in Carcere
Enti locali

Carcere di Trani: sit-in degli addetti del servizio mensa

Filcams Cgil Bat: «Temiamo la perdita del diritto di prelazione»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Il timore è quello di perdere il diritto di prelazione, se non subito ma anche in futuro. Per questo gli addetti del servizio mensa del Carcere di Trani hanno tenuto un sit-in, davanti alle porte del penitenziario, per chiedere immediate risposte alla vertenza regionale che li vede protagonisti, insieme a molti colleghi di altre città come Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Lucera, Taranto e Turi. Da oggi, infatti, questi lavoratori sono nei fatti disoccupati perché, con un cambio di appalto, sono stati licenziati il 31 marzo scorso dall'azienda uscente ma non ancora riassunti dall'ATI, associazione temporanea d'impresa, che svolgerà il servizio dal prossimo 5 aprile. Non solo, quando gli addetti firmeranno il nuovo contratto si troveranno di fronte alla perdita della continuità lavorativa, reddituale e previdenziale.

"Si tratta di un'anomalia, in quanto nei cambi di appalto bisogna garantire la continuità e, invece, in questo caso i lavoratori sono di fronte ad uno stop che non gioca affatto a loro vantaggio, oltre all'assenza del servizio mensa all'interno del carcere per quattro giorni. Siamo davanti a contraddizioni per le quali ci servono risposte immediate, sia da parte dell'azienda subentrante che della committenza, ovvero il Ministero dell'Interno", commenta Tina Prasti, segretario generale Filcams Cgil Bat. "La continuità lavorativa, infatti, non può essere messa in discussione, così si pregiudica il futuro dei lavoratori anche al termine di questo appalto temporaneo di tre mesi: una nuova azienda potrebbe rivendicare il diritto di non assumere questi addetti che sono legati all'appalto da oltre 20 anni e che, dunque, resterebbero fuori".

Per queste ragioni, davanti al carcere si è tenuta la manifestazione durante la quale si è appresa la notizia che domani, 2 aprile, si terrà un tavolo di confronto a Bari tra i sindacati, Filcams, Fisascat e Uiltucs, e l'ATI aggiudicataria del servizio di ristorazione nelle carceri pugliesi.
Sit-in in Carcere
  • Carcere di Trani
Altri contenuti a tema
Carcere femminile: il 2 luglio la presentazione della garante dei detenuti Elisabetta De Robertis Carcere femminile: il 2 luglio la presentazione della garante dei detenuti Elisabetta De Robertis La sua elezione nel corso dell'ultimo Consiglio comunale
1 Sette boss scarcerati nel Barese, tra loro il tranese Gaetano Rano Sette boss scarcerati nel Barese, tra loro il tranese Gaetano Rano Domiciliari anche per il presunto estorsore Armando Presta
Entro giugno nuovi reparti detentivi nelle carceri pugliesi, c'è anche Trani Entro giugno nuovi reparti detentivi nelle carceri pugliesi, c'è anche Trani Mastrulli (Cosp): «Situazione che crea ulteriori preoccupazioni nel sindacato per le condizioni di lavoro al limite dei poliziotti»
1 L'arcivescovo oggi in visita al carcere di Trani L'arcivescovo oggi in visita al carcere di Trani D’Ascenzo nella casa circondariale per esprimere la sua vicinanza e solidarietà
Ancora caos nel carcere di Trani: questa volta è sciopero della fame Ancora caos nel carcere di Trani: questa volta è sciopero della fame I detenuti protestano per la mancanza dei colloqui con i parenti e non solo
Nel carcere di Trani detenuti a lavoro per produrre mascherine Nel carcere di Trani detenuti a lavoro per produrre mascherine Nuovo progetto per far fronte all'emergenza sanitaria del Covid-19
Coronavirus, il sindacato Siap al fianco dei colleghi poliziotti delle regioni più colpite Coronavirus, il sindacato Siap al fianco dei colleghi poliziotti delle regioni più colpite Francesco Tiani: «È davvero il tempo di "stringiamoci a coorte»
Carceri italiane, dopo i recenti disordini in arrivo più di mille agenti di Polizia penitenziaria Carceri italiane, dopo i recenti disordini in arrivo più di mille agenti di Polizia penitenziaria La senatrice Piarulli (M5S): «Rinforzi di personale necessari per garantire la sicurezza e il rispetto dei diritti»
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.