Chiesa di San Domenico
Chiesa di San Domenico
Eventi e cultura

Chiesa di "San Domenico": un'occasione sprecata

Classificata 58esima al concorso Fai, "I Luoghi del cuore".

Solo 6022 voti: un risultato alquanto deludente e che non rende merito alla chiesa di San Domenico, piazzatasi 58-esima al concorso de "I luoghi del cuore", censimento nazionale con cui il "Fondo ambientale italiano" promuove ogni anno il finanziamento per i primi tre classificati fra palazzi, chiese, masserie ed altri luoghi di rilevanza artistica, ma soggetti a degrado ed incuria.

Le graduatorie definitive sono apparse ieri pomeriggio sul sito del Fai, evidenziando, per quanto concerne Trani, un imbarazzante disinteresse degli stessi cittadini nei confronti di un plesso architettonico dal forte potenziale turistico, ma finora poco considerato, oltre che tutelato.

Da molti anni il santuario (di proprietà comunale), porta i segni di una scarsa manutenzione: la facciata prospiciente il mare, quella adiacente la villa comunale, così come alcune tele storiche necessiterebbero di un tanto massiccio, quanto tempestivo intervento di restauro. Nonostante ciò, la chiesa di San Domenico, quando è aperta, è meta di tantissimi turisti e, in città, è la seconda più visitata dopo la cattedrale.

In fondo, sarebbe bastato un click – da parte di ciascun cittadino – a rilanciare la chiesa di San Domenico nella classifica de "I luoghi del cuore". Infatti, non sono mancate le occasioni e le iniziative per la sensibilizzazione: ad esser venuto meno è stato, invece, il contributo completamente gratuito che ciascun cittadino avrebbe potuto dare alla suddetta causa.

Bisognerà, comunque, attendere qualche giorno, prima che il Fai verifichi tutti i punteggi totalizzati da ciascun edificio in gara. Tuttavia, per quanto un ulteriore conteggio dei voti ottenuti possa migliorare la situazione di San Domenico, questo non sarà mai sufficiente per risalire significativamente la china.

Occorre riflettere come troppo spesso, in maniera insulsa, si selezioni la voce "Mi piace" a margine di pagine web dallo scarso interesse, spendendo di fatto il proprio tempo in una navigazione futile e superficiale: in tutto questo 'vagabondare on-line' – spiace dirlo – i tranesi hanno dimostrato di stare completamente disconnessi dall'amore verso il proprio territorio.
  • Turismo
  • Chiesa di San Domenico
  • FAI
  • Don Mimmo De Toma
Altri contenuti a tema
Ottima riuscita per il Vespa Tour "Nelle terre di Federico": tappa anche a Trani Ottima riuscita per il Vespa Tour "Nelle terre di Federico": tappa anche a Trani L'evento si è svolto il 21 e 22 settembre scorsi con oltre 100 vespisti partecipanti
1 Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Dal restauro dell’ex Dogana Vecchia nasce Dogana Resort Accoglienza di prestigio per turisti italiani e stranieri sul mare di Molfetta
Alla scoperta degli edifici storici del ragusano Alla scoperta degli edifici storici del ragusano Dove antico e moderno si incontrano
A Trani un corso di alta formazione in turismo religioso A Trani un corso di alta formazione in turismo religioso Dalla durata di 120 ore e suddiviso in tre moduli
Le scuole Rocca-Bovio-Palumbo e Baldassarre di Trani per il Fai il 18 ed il 19 maggio Le scuole Rocca-Bovio-Palumbo e Baldassarre di Trani per il Fai il 18 ed il 19 maggio Con gli apprendisti Ciceroni sarà possibile riscoprire la Villa comunale e piazza Della Repubblica
Sulla Murgia è tempo di P-assaggi Sulla Murgia è tempo di P-assaggi Un weekend del gusto tra Passi, Paesaggi e Assaggi
Sporcizia, urla e consumo di Marijuana: ecco la movida tranese Sporcizia, urla e consumo di Marijuana: ecco la movida tranese Lettera in redazione del cittadino Francesco Troisi
CosabolleinPuglia, a Trani si conclude il programma della cooperativa Puglia Social Club CosabolleinPuglia, a Trani si conclude il programma della cooperativa Puglia Social Club Le iniziative volte alla valorizzazione del patrimonio artistico ed enogastronomico locale
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.