Consiglio comunale di Trani (foto Luciano Zitoli)
Consiglio comunale di Trani (foto Luciano Zitoli)
Enti locali

Consiglio comunale, Caressa può sperare

A Piacenza una sentenza del Tar assegna un seggio in più all'opposizione. A perderlo sarebbe Michele Scagliarini, del Pdl

Nicola Caressa, candidato al consiglio comunale in Tranimò e primo dei non eletti nel centrosinistra (dopo che la sua lista ha vinto il sorteggio con Futuro e Libertà) può concretamente sperare di entrare a far parte dell'assemblea cittadina.

Il Tar ha accolto il ricorso di un consigliere comunale del Comune di Piacenza, primo dei non eletti nella coalizione che aveva sostenuto il candidato di centrodestra sconfitto, Andrea Paparo. Il consigliere - come racconta il Fatto Quotidiano - si era rivolto al tribunale per chiedere la correzione del risultato della consultazione. Nel mirino dell'esponente della civica "Piacenza viva" era finita l'attribuzione, effettuata dall'ufficio elettorale centrale del tribunale di Piacenza dei 20 seggi alla maggioranza, contro i 12 che, secondo i calcoli effettuati, spettavano alla minoranza. Numeri analoghi a quelli di Trani e che, secondo il consigliere piacentino, andavano rivisti.

Il guazzabuglio è nato perché, considerato che non si possono dividere in decimi i consiglieri, il tribunale di Piacenza aveva fatto un arrotondamento per eccesso, garantendo in tal modo 20 consiglieri alla maggioranza e 12 alle minoranze. Una recente sentenza del Consiglio di Stato su un ricorso presentato da un candidato del Comune di Chioggia (e di cui abbiamo parlato anche noi) ha invece determinato l'arrotondamento per difetto, garantendo così 19 consiglieri alla maggioranza e 13 alla minoranza quando fino ai ballottaggi del 20 e 21 maggio sia le direttive emanate dal Ministero dell'Interno che le prime sentenze del Consiglio di Stato interpretative della norma, indicavano ai tribunali di arrotondare per eccesso.

Il Comune di Piacenza ha confermato che si adeguerà, riservandosi comunque di ricorrere anch'esso al Consiglio di Stato entro i venti giorni consentiti per ottenere una pronuncia definitiva sulla questione. Anche Trani seguirà l'evolversi della vicenda con attenzione. Nel caso in cui la minoranza dovesse recuperare un seggio, a Trani a perderlo sarebbe il Popolo della Libertà (Michele Scagliarini).
  • Consiglio Comunale
  • Amministrative 2012
Altri contenuti a tema
Amet e Amiu in consiglio comunale: tre mesi per presentare strategie ed obiettivi futuri Amet e Amiu in consiglio comunale: tre mesi per presentare strategie ed obiettivi futuri Ritirato il provvedimenti su indagine procedure concorsuali
Di Leo: «A Trani tra furti d'auto a  turisti e disservizi non c'è cultura dell'accoglienza» Di Leo: «A Trani tra furti d'auto a turisti e disservizi non c'è cultura dell'accoglienza» Il consigliere della Lega denuncia ancora un'Amministrazione non all'altezza della città
Rimpasto in vista nella squadra di Bottaro Rimpasto in vista nella squadra di Bottaro Riunione di maggioranza domani e lunedì su Amet e Amiu
Questioni Amet e Amiu: il consigliere Loconte propone un  Consiglio Comunale monotematico Questioni Amet e Amiu: il consigliere Loconte propone un Consiglio Comunale monotematico Il regolamento del Consiglio ne prevede la convocazione se lo richieda un quinto dei consiglieri
48 Giovedì torna a riunirsi il Consiglio Comunale Giovedì torna a riunirsi il Consiglio Comunale Tre i punti all'ordine del giorno
Di Leo: «Cerchiamo risposte per il degrado della città tra verde pubblico, sporcizia e delinquenza» Di Leo: «Cerchiamo risposte per il degrado della città tra verde pubblico, sporcizia e delinquenza» Il consigliere leghista lancia accuse pesanti riguardo lo stato in cui versa Trani
Consiglio comunale, approvati bilancio e piano delle opere pubbliche 2021-2023 Consiglio comunale, approvati bilancio e piano delle opere pubbliche 2021-2023 E Bottaro annuncia: «Saranno anni importanti»
Il Consiglio comunale torna a riunirsi il 16 luglio Il Consiglio comunale torna a riunirsi il 16 luglio Nove i punti all'ordine del giorno
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.