Filcams
Filcams
Territorio

Coronavirus, Filcams Bat: «Si mettano in sicurezza le lavoratrici e i lavoratori»

Commercio, vigilanza, pulizie e mense i settori in prima linea nell’emergenza. Prasti: «Siamo pronti a denunciare chi non rispetta le regole»

I lavoratori del commercio, come le cassiere e tutti gli addetti della piccola e grande distribuzione, quelli della vigilanza, delle pulizie e delle mense negli ospedali e negli altri luoghi di cura appartengono alle categorie in prima linea in questo momento di emergenza perché garantiscono i servizi di prima necessità, così come previsto dal decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sono i più esposti in queste ore di grande afflusso nei supermercati e di continue necessità di sanificazione degli ambienti.

"È necessario che tutti adottino atteggiamenti responsabili e che ci sia un impegno straordinario per garantire a questi lavoratori protezione e sicurezza, per questo chiediamo che vengano quotidianamente sanificati gli ambienti in cui lavorano e che si dotino tutti dei dispositivi di sicurezza individuali. Ci sono ancora troppe guardie giurate che sono in primis a rischio che stanno lavorando senza mascherine idonee. Così come ogni giorno devono essere igienizzati anche i mezzi e gli strumenti con cui lavorano. Chiediamo alle aziende il rispetto dell'accordo siglato a livello nazionale tra Governo e sindacati il 14 marzo scorso che prevede che in tutti i luoghi di lavoro devono sussistere le condizioni di sicurezza per lavoratrici e lavoratori", spiega Tina Prasti, segretaria generale della Filcams Cgil Bat.

"Nelle aziende deve essere costituito un comitato per applicare le regole di sicurezza con la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori. La sola presenza di adeguati livelli di protezione è la condizione per la prosecuzione dell'attività. Annunciamo da subito che siamo pronti a partire con le denunce se non si dovessero rispettare queste basilari regole dettate innanzitutto dal buonsenso. Il profitto non può venire prima della Salute. La salute dei lavoratori viene prima di tutto", conclude Prasti.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Emergenza sanitaria, in Puglia 52 nuovi ventilatori e oltre 180mila mascherine Emergenza sanitaria, in Puglia 52 nuovi ventilatori e oltre 180mila mascherine Consegnati dalla Protezione civile nazionale con voli della Guardia di Finanza
Bonus spesa, fra prime tensioni ed un equivoco da chiarire Bonus spesa, fra prime tensioni ed un equivoco da chiarire Nostra inchiesta sulle esigenze della città e la risposta delle istituzioni. E sul fitto casa vi diciamo che...
Cannillo e Pomarico oggi ospiti in diretta sul network Viva Cannillo e Pomarico oggi ospiti in diretta sul network Viva Approfondimento sulla ripartenza dopo il Coronavirus: orizzonti, progetti, speranze
1 Coronavirus, nella Bat registrati 35 nuovi casi Coronavirus, nella Bat registrati 35 nuovi casi In Puglia 2634 contagiati
Mascherine protettive "animate", l'iniziativa delle tranesi Daniela Forte e Raffaella Papagno Mascherine protettive "animate", l'iniziativa delle tranesi Daniela Forte e Raffaella Papagno L'appello: «Cercasi azienda che le produca per avviare una raccolta fondi»
1 Contagi in Rsa e case di cura, la Cgil Bat scrive al Prefetto Contagi in Rsa e case di cura, la Cgil Bat scrive al Prefetto Biagio D’Alberto: «Subito tamponi a tutti i pazienti ed agli operatori»
Coronavirus, per il bollettino nessun nuovo contagiato nella Bat ma scoppia il "caso Minervino" Coronavirus, per il bollettino nessun nuovo contagiato nella Bat ma scoppia il "caso Minervino" In Puglia il numero dei positivi sale a 2.514
1 Coronavirus, la solidarietà a Trani ha il sapore del mare Coronavirus, la solidarietà a Trani ha il sapore del mare E l'associazione Orizzonti ha distribuito 15 quintali di patate
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.