Rifiuti
Rifiuti
Territorio

Coronavirus, Mennea: “I sindaci prendano esempio da Trani e trattino i rifiuti Covid separatamente”

Al momento la raccolta nelle città non prevede una differenziazione per l’immondizia prodotta da soggetti positivi

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
"Sono felice che ci sia un sindaco, quello di Trani, che si è assunto la responsabilità di trattare in maniera separata i rifiuti prodotti da persone positive al Covid-19, in isolamento sorvegliato o comunque in quarantena. In questa maniera, si garantisce la tutela degli operatori ecologici, senza minare il diritto alla privacy degli utenti, che è sacrosanto per tutte le questioni che riguardano la salute. Spero che gli altri sindaci di Puglia, che non hanno ancora provveduto in tal senso, prendano esempio da Amedeo Bottaro e, finalmente, rispondano a un'esigenza di tutela della salute di tutti". Lo dichiara il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, ritornando sulla questione del trattamento dei rifiuti prodotti da soggetti positivi al Covid perché al momento la raccolta dei rifiuti nelle città non prevede una differenziazione per l'immondizia prodotta da soggetti positivi al Coronavirus o, comunque, in quarantena.

"Sulla questione – prosegue – ha fatto diversi appelli l'amministratore unico della Barsa di Barletta, Michele Cianci, sottolineando i rischi ai quali vanno incontro gli operatori ecologici che raccolgono i rifiuti delle utenze domestiche e non, senza sapere di chi siano. I sindaci, in quanto responsabili in prima persona della salute dei loro cittadini, hanno il potere di intervenire sulla raccolta dei rifiuti, indipendentemente dal fatto che sia effettuata da aziende a capitale pubblico (magari controllate in toto o in parte dagli stessi Comuni) o da aziende appaltatrici. Sono sempre i primi cittadini a ricevere dalle prefetture, entro la serata, l'elenco delle persone positive o comunque in quarantena a scopo preventivo. In questo modo, al domicilio è possibile mandare gli operatori muniti dei necessari dpi, possibilmente in orari di minor afflusso per evitare di creare disagi alle persone in isolamento o in quarantena. La procedura non è complessa, va però messa in atto e anche subito, se si vuole evitare un altro problema sanitario. Invito perciò – conclude - i primi cittadini a prendere esempio dal sindaco Bottaro, che ha risolto il problema da solo, per il bene di tutti. Malati e non".
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, aumenta il numero dei positivi in Puglia: oggi 23 nuovi casi Coronavirus, aumenta il numero dei positivi in Puglia: oggi 23 nuovi casi Nessuno nella Bat. Non sono stati registrati decessi
Coronavirus, sette nuovi casi registrati in Puglia Coronavirus, sette nuovi casi registrati in Puglia Sono 131 i positivi in tutta la Regione
Coronavirus, registrati nove nuovi casi in Puglia Coronavirus, registrati nove nuovi casi in Puglia Nessuno nella Bat. Un decesso nella provincia di Foggia
Emergenza sanitaria, dalla Regione 500 milioni per Asl e ospedali Emergenza sanitaria, dalla Regione 500 milioni per Asl e ospedali Pagamenti per circa 62 milioni di euro in favore di più di 300 beneficiari pubblici e privati
Coronavirus, otto nuovi casi registrati in Puglia Coronavirus, otto nuovi casi registrati in Puglia Nessuno nella Bat. Sono 120 i casi attualmente positivi in tutta la Regione
Coronavirus, 20 nuovi casi in Puglia. Nessuno nella Bat Coronavirus, 20 nuovi casi in Puglia. Nessuno nella Bat Non sono stati registrati decessi
Coronavirus, ancora contagi in provincia di Foggia e Lecce: dieci nelle ultime 24h Coronavirus, ancora contagi in provincia di Foggia e Lecce: dieci nelle ultime 24h Anche un caso nel barese. Il bollettino odierno
Coronavirus, oggi in Puglia quattro nuovi contagi: nessuno nella Bat Coronavirus, oggi in Puglia quattro nuovi contagi: nessuno nella Bat Il bollettino odierno
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.