Ambiente
Ambiente
Ambiente

Dimissioni Colangelo, le associazioni ambientaliste: «Auspichiamo si provveda alla nomina di un nuovo assessore»

Nota congiunta di Comitato Bene Comune, Legambiente e Anima Terrae

«E' passato un mese da quando l'assessore all'ambiente Pierluigi Colangelo si è dimesso. E da allora non si ha nessuna notizia in merito al futuro di una delega di così cruciale importanza per le relative problematiche, gravi e molteplici, che stentano a ricevere adeguata attenzione»: lo scrivono in una nota congiunta Comitato Bene Comune, Legambiente e Anima Terrae.

«Una città priva di un Piano delle Coste e del Piano della Mobilità Sostenibile ha la necessità di dotarsi al più presto di un assessore che riprenda l'iter di questi due strumenti di pianificazione fermi ormai da anni. Non si può parlare di sviluppo di città senza prima una corretta e attenta pianificazione. Dall'interno della Consulta ambientale possiamo testimoniare la fatica nel sollecitare un percorso virtuoso di risoluzione delle diverse criticità che neanche la buona volontà del dimissionario assessore, evidentemente non supportato dall'amministrazione e dalla classe politica, ha potuto portare avanti.

Siamo dunque ripiombati in un immobilismo in cui la trattazione delle varie emergenze - quelle del verde pubblico, dei rifiuti, della mobilità, della costa sud e nord, della crisi, ha subito un ulteriore fase d'arresto, lasciando una situazione la cui drammaticità è sotto gli occhi di tutte e tutti. Aggiungiamo peraltro che la presenza di Consiglieri, di maggioranza e di opposizione, all'interno della Consulta, non ha assicurato alla stessa il necessario raccordo con il Consiglio comunale per tradurre le proposte, colà scaturite, in elementi di discussione e di proposte da adottare. Il tempo scorre quindi inesorabile in assenza di provvedimenti amministrativi, in una crescente sensazione di abbandono e immobilismo. Ecco perché auspichiamo che si provveda quanto prima alla nomina di un nuovo assessore, e che possa essere una figura in grado di affrontare le suddette emergenze trovando il giusto supporto politico e amministrativo per poter lavorare nel miglior modo possibile a beneficio della nostra comunità».

  • Ambiente
Altri contenuti a tema
Trani è il Capoluogo di Provincia più "Riciclone" Trani è il Capoluogo di Provincia più "Riciclone" Legambiente premia i Comuni pugliesi che si sono distinti nella riduzione del conferimento di rifiuto
11 regole per salvare il pianeta, premiata la 2 P della Baldassarre 11 regole per salvare il pianeta, premiata la 2 P della Baldassarre Prestigioso riconoscimento ottenuto dal Miur a Rom
Un ECOMUSEO della storia del paesaggio: Andria, Trani e Bisceglie tra le città coinvolte Un ECOMUSEO della storia del paesaggio: Andria, Trani e Bisceglie tra le città coinvolte Tra Murgia e mare, uno splendido contenitore di usi e saperi
Tre anni senza ricci di mare per salvarne l'estinzione: sapremo resistere? Tre anni senza ricci di mare per salvarne l'estinzione: sapremo resistere? La proposta di legge di un consigliere regionale per arginare lo spopolamento di quella che è una prelibatezza assoluta
Nasce Solidarity Coin, un progetto contro lo spreco alimentare Nasce Solidarity Coin, un progetto contro lo spreco alimentare Sarà presentato alla cittadinanza il 24 ottobre
Consulta ambientale, Oikos: «Dopo le dimissioni di Colangelo, messa in un angolo» Consulta ambientale, Oikos: «Dopo le dimissioni di Colangelo, messa in un angolo» L'associazione chiede che si torni ad un suo normale funzionamento
Dimissioni Colangelo, il gruppo "Con" spinge per un ripensamento Dimissioni Colangelo, il gruppo "Con" spinge per un ripensamento «Condividiamo la sua idea di politica e abbiamo apprezzato il suo profondo senso di responsabilità»
Mattonelle sconnesse e vegetazione spontanea, degrado sui marciapiedi del lungomare di Trani Mattonelle sconnesse e vegetazione spontanea, degrado sui marciapiedi del lungomare di Trani Una fonte di pericolo e di deturpamento al decoro urbano
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.