Vita di città

Dipendente trasferito al Tribunale di Trani: ha diritto ad un'indennità

«La caparbietà della CGIL permetterà di portare a casa quasi mille euro»

Pubblichiamo una nota del coordinamento provinciale della CGIL Funzione Pubblica sul riconoscimento della corresponsione dell'indennità di prima sistemazione al dipendente pubblico trasferito a seguito della riforma del c.d. "Giudice Unico" come da sentenza del Tribunale di Trani – Sez. lavoro:
«Il lavoratore ha diritto alla corresponsione dell'indennità di prima sistemazione a seguito del trasferimento di ufficio, dovuto alla soppressione di una sezione distaccata di Pretura, dopo la riforma del 2.6.1999 del Giudice Unico di primo grado, ex D. Lgs. n. 51/1998. Questo è quanto stabilito dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Trani dr.ssa Maria Antonietta La Notte Chirone, che ha dato ragione ai dipendenti delle sezioni distaccate delle Preture di Bisceglie e di Corato e dei relativi Uffici Nep che, assistiti dalla FP CGIL e dall'Avv. Costanza Manzi, hanno presentato ricorso per il riconoscimento di tale indennità per essere stati trasferiti presso il Tribunale di Trani. La sentenza dello scorso 16 luglio e depositata il 23 luglio ha sancito quanto disposto dall'art.21 della L. 1973/836 "al dipendente trasferito spetta una indennità di prima sistemazione nella misura di…", pertanto al dipendente spetta un contributo forfettario per il trasferimento di ufficio per il disagio a questi arrecato. Unica condizione sancita dalla legge per l'assegnazione della indennità di prima sistemazione è che il lavoratore sia assegnato ad un ufficio avente sede in un comune diverso rispetto a quello in cui precedentemente esercitava la propria attività, quindi anche indipendentemente dal cambio di residenza anagrafica. La caparbietà della CGIL permetterà ai lavoratori in questione, oggi in servizio presso il Tribunale di Trani e la Sezione distaccata di Ruvo di Puglia, e ad un lavoratore attualmente in pensione di portare a casa quasi mille euro, inizialmente negati dal Ministero della Giustizia.»
  • Tribunale di Trani
Altri contenuti a tema
Inchiesta "Le Lampare al Fortino": assolti Bologna, Capone, Ciliento, Di Staso e Lignola Inchiesta "Le Lampare al Fortino": assolti Bologna, Capone, Ciliento, Di Staso e Lignola Per il Gip "i fatti non costituiscono reato"
Inchiesta Soave: stralciata la posizione di Michele Nardi Inchiesta Soave: stralciata la posizione di Michele Nardi L'ex magistrato di Trani era stato accusato di tentata concussione insieme al commercialista Massimiliano Soave
Chiusura di Piazza Re Manfredi, continua la polemica Chiusura di Piazza Re Manfredi, continua la polemica L'ex consigliere Maria Grazia Cinquepalmi interviene sulla questione accendendo i fari sul project financing
Allarme bomba nel tribunale civile di Trani, evacuato Palazzo Candido: nessun ordigno nell'edificio Allarme bomba nel tribunale civile di Trani, evacuato Palazzo Candido: nessun ordigno nell'edificio Le misure ed il piano di sicurezza sono stati attivati dopo una telefonata che annunciava la presenza di un ordigno nell'immobile
"Benzinaio più caro d'Italia": ore di attesa per la decisione del Giudice sulla risoluzione del contratto di gestione "Benzinaio più caro d'Italia": ore di attesa per la decisione del Giudice sulla risoluzione del contratto di gestione Nell'udienza del 5 giugno i fratelli Centrone si sono opposti alla richiesta della Ip
L'ex pm del Tribunale di Trani Michele Ruggiero sarà giudice di pace a Torino L'ex pm del Tribunale di Trani Michele Ruggiero sarà giudice di pace a Torino Era stato condannato a gennaio scorso per violenza privata ai danni di alcuni testimoni
Trani: la chiamata di un bimbo a Telefono Azzurro porterà la sua mamma in Tribunale Trani: la chiamata di un bimbo a Telefono Azzurro porterà la sua mamma in Tribunale Dietro la vicenda una storia di separazione evidentemente non serena
Verità e giustizia per Raffaele Casale, oggi sit in pacifico in piazza Duomo Verità e giustizia per Raffaele Casale, oggi sit in pacifico in piazza Duomo Una silenziosa protesta in attesa di conoscere la decisione del Gip
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.