Conferenza su discarica di Trani
Conferenza su discarica di Trani
Politica

Discarica, dalla Regione sei milioni e mezzo di euro. Bottaro: «Serviranno per la copertura del terzo lotto»

Santorsola: «Finalmente si potrà sanare una ferita che da anni offende la città di Trani»

Un finanziamento di sei milioni e mezzo di euro per di interventi di messa in sicurezza di emergenza della discarica Puro Vecchio di Trani. E' quanto emerso nel corso della conferenza di questa mattina a Palazzo di città a cui hanno preso parte il sindaco Amedeo Bottaro, l'assessore all'ambiente Michele Di Gregorio e il consigliere regionale Domenico Santorsola.

Si tratta di azioni nell'ambito del Por 2014-2020 finalizzate ad agevolare e sostenere la bonifica, la messa in sicurezza e il recupero di aree inquinate e degradate. Il contributo complessivo di 69 milioni di euro, sulle risorse del patto per la Puglia e del Por, andrà a interessare, oltre Trani, anche i seguenti Comuni: Andria, discarica comunale in località San Nicola La Guardia; Cavallino, area ecoballe Masseria Guarini; Gallipoli, ex discarica comunale Madonna delle Grazie; Giovinazzo, ex Acciaierie e Ferrerie Pugliesi area Lama Castello; Leverano, ex discarica comunale Li Pampi; Locorotondo, ex discarica comunale Pasqualone; Manduria, ex discarica comunale Li Cicci; Troia, sito Iao srl, in località Giardinetto; Vieste, ex discarica comunale Landa la Serpe; Zapponeta, ex discarica comunale in località Cacace.

«Il finanziamento - ha spiegato il sindaco - è stato possibile grazie l'ordinanza sottoscritta da me che ha consentito di acquisire, con i fondi della post gestione, un progettista. Fatto il progetto esecutivo lo abbiamo candidato per la bonifica e messa in sicurezza di emergenza. A fronte di questo la Regione ci ha concesso 6 milioni e mezzo di euro. Siamo pronti a spenderli il più presto possibile attraverso le gare. Agiremo già nei prossimi mesi. Questo finanziamento è anche frutto del lavoro svolto dall'assessore Di Gregorio e dell'allora assessore regionale Santorsola. Di fatti questa è una partita iniziata quasi 3 anni fa. Abbiamo lavorato a lungo e siamo riusciti ad ottenere questo grande risultato perché dopo aver coperto il primo e secondo lotto riuscirlo a fare anche per il secondo lotto significa veramente stare molto più tranquilli rispetto al passato».

Bottaro ha poi anche illustrato possibili scenari alternativi alla discarica: «Pensando ad altre alternative noi abbiamo intenzione di ideare impianti di altro tipo, come quello del trattamento del percolato che per Trani significherebbe non sostenere più grandi costi per l'emungimento e lo smaltimento. Ma anche impianti di diversa natura: stiamo ragionando con la Regione. In ballo ci sono 13 milioni di euro che siamo pronti ad ottenere e che quindi vorremmo assolutamente spendere in impianti che possano essere utili per il territorio».

«Credo che da oggi in poi - ha proseguito Santorsola - non ci siano più alibi per avviare quel percorso virtuoso che possa portare definitivamente a sanare la ferita che da anni offende la città di Trani con i fondi messi a disposizione della Regione già dal 2016. Con questi soldi potremo completare la fase di messa in sicurezza di emergenza e poi con i fondi attribuiti al Comune in epoca precedente concludere la bonifica definitiva del sito».

Infine, il sindaco ha anche fatto cenno alla situazione Amiu e della nomina del nuovo amministratore unico: «Già in questo weekend analizzerò i curriculum pervenuti e quindi già la prossima settimana spero di chiudere anche questa partita».
  • Discarica
Altri contenuti a tema
Discarica, la Giunta approva il progetto per la chiusura definitiva del sito Discarica, la Giunta approva il progetto per la chiusura definitiva del sito Il costo complessivo è di oltre 11 milioni
Impianti pubblici rifiuti, Mennea: «Anche Trani non ha condiviso alcun piano regionale» Impianti pubblici rifiuti, Mennea: «Anche Trani non ha condiviso alcun piano regionale» Il consigliere regionale prende atto della non volontà del Comune di ospitare un impianto per il trattamento del percolato
Mega impianto di trattamento del percolato, il sindaco: «Non accadrà mai» Mega impianto di trattamento del percolato, il sindaco: «Non accadrà mai» Amedeo Bottaro si aspetta una rettifica da parte della Regione
1 Comitato "Chiudiamo la discarica": «Ancora non concluso il piano di caratterizzazione » Comitato "Chiudiamo la discarica": «Ancora non concluso il piano di caratterizzazione » L'esito dell'incontro con il nuovo dirigente Amiu
1 Disastro ambientale della discarica Amiu: 19 rinviati a giudizio Disastro ambientale della discarica Amiu: 19 rinviati a giudizio Il processo inizierà il 10 aprile davanti al Tribunale di Trani
Percolato batte Cannavacciuolo 1 a 0 Percolato batte Cannavacciuolo 1 a 0 Mazza e panella di Giovanni Ronco
Discarica, Legambiente: «Deve essere ricolmata affinché possa definitivamente chiudere» Discarica, Legambiente: «Deve essere ricolmata affinché possa definitivamente chiudere» Questo l'obiettivo da proseguire per una concreta e duratura messa in sicurezza
1 Sei milioni e mezzo per la discarica: una vera svolta per la politica ambientale Sei milioni e mezzo per la discarica: una vera svolta per la politica ambientale Ora tocca ad una raccolta differenziata "hard" dopo una sana e consapevole bonifica
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.