Evasione
Evasione
Cronaca

Due anni e otto mesi al giovane che evase dal carcere di Trani

Deve anche finire di scontare una condanna per omicidio

Quando fu arrestato, dopo 48 giorni di latitanza, disse che il motivo della fuga era stato «il desiderio di crearsi una famiglia». Poi ha scelto la linea del silenzio.

Il Giudice monocratico del Tribunale di Bari, Giacomo de Raho, ha condannato alla pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione Daniele Arciuli, il 22enne nativo di Bari evaso dal carcere di Trani il 26 agosto scavalcando il muro di cinta, catturato il 14 ottobre dalla Polizia di Stato e nuovamente arrestato, stavolta per evasione.

Il giudice, inoltre, ha assolto la compagna 21enne di Arciuli, incensurata (N.S. le sue iniziali, nda), di Giovinazzo, trovata con lui nell'appartamento di Triggiano, in via Carroccio, dove il fuggitivo si nascondeva, imputata per favoreggiamento personale. Entrambi sono stati assistiti dall'avvocato Giuseppe Buquicchio.

Tornato in carcere, e attualmente detenuto nel penitenziario di Cosenza, il 22enne oltre alla condanna per il reato di evasione commesso fuggendo dal carcere di Trani dopo aver scavalcato, come immortalato dalle telecamere della videosorveglianza del carcere, il muro di cinta, dovrà terminare di scontare una condanna per il delitto del 21enne Gaetano Spera, commesso la sera del 24 marzo 2015 a Giovinazzo, quando era ancora minorenne, con fine pena nel novembre 2024.

Insieme con Arciuli, il 26 agosto era evaso anche il pregiudicato 28enne barese Giuseppe Antonio De Noja, rapinatore seriale (era in carcere dal 2017 per una lunga serie di rapine, nda) che si era poi costituito presso la Questura a Bari il 31 agosto e nei cui confronti è in corso il processo dinanzi al Tribunale di Trani.
  • Carcere di Trani
Altri contenuti a tema
“Behind bars. Rock oltre le sbarre”, oggi nella Casa circondariale di Trani  “Behind bars. Rock oltre le sbarre”, oggi nella Casa circondariale di Trani  L'evento fa parte di una serie di quattro incontri
Presunte condotte illecite nel carcere di Trani, sospesi due agenti della Polizia Penitenziaria Presunte condotte illecite nel carcere di Trani, sospesi due agenti della Polizia Penitenziaria Favorivano detenuti in cambio di denaro
Don Raffaele Sarno: "Lo strazio del carcere nell'abbraccio, dopo anni, di due madri coi propri figli" Don Raffaele Sarno: "Lo strazio del carcere nell'abbraccio, dopo anni, di due madri coi propri figli" Il cappellano del carcere racconta su fb un' esperienza toccante e dolorosa
Sindacato Polizia Penitenziaria: nel carcere di Trani condizioni igieniche inumane,  da lager Sindacato Polizia Penitenziaria: nel carcere di Trani condizioni igieniche inumane, da lager Dalla denuncia dello scorso aprile nessuna risposta dalle autorità competenti
Cerimonia di dedicazione dell'aula bunker nella casa circondariale alla memoria di Antonio Lorusso Cerimonia di dedicazione dell'aula bunker nella casa circondariale alla memoria di Antonio Lorusso L'appuntato fu ucciso nel maggio del 1971 insieme al Procuratore della Repubblica di Palermo Scaglione
Carcere di  Trani, Sappe: "Ancora violenza  dei detenuti… quando finirà?" Carcere di  Trani, Sappe: "Ancora violenza  dei detenuti… quando finirà?" Il sindacato Polizia penitenziaria denuncia invano da mesi l' impellenza di correre ai ripari 
Riabilitazione psichiatrica in carcere, oggi la presentazioni dei progetti in biblioteca Riabilitazione psichiatrica in carcere, oggi la presentazioni dei progetti in biblioteca Inoltre sarà sottoscritto il protocollo di intesa per la costituzione di un tavolo tecnico
Sappe: «Una vergogna da chiudere le sezioni del carcere di Trani» Sappe: «Una vergogna da chiudere le sezioni del carcere di Trani» Il sindacato di Polizia penitenziaria interviene nuovamente sulle condizioni di detenuti e personale
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.