Scuola e Lavoro

Giusi Quarenghi a Trani alla scuola media Palumbo

Un Premio Andersen che riscopre i valori della tolleranza e del dialogo.

L'evento, che sicuramente ha un rilievo culturale di un certo livello, è stato organizzato con cura certosina dalla Dirigente scolastica della Scuola secondaria di I grado, "Palumbo" di Trani, la dott.ssa Angela Maria Mangini, dal docente (funzione strumentale) della stessa scuola cui fa capo l'impostazione d'un interessante "Progetto Biblioteca", il prof Michele Tito, col gruppo d'insegnanti suoi collaboratori in tale percorso didattico, dal Direttore di Circolo della Scuola Primaria "D'Annunzio", Prof: Emilio Casiero e dalla libreria per ragazzi "Miranfù", nella persona di Vincenzo Covelli, appassionato ed entusiasta proprietario della stessa, presente a Trani in Via G. Bovio 135, impegnato nella promozione di libri e letture per bambini e adolescenti. Stiamo parlando dell'appuntamento che si terrà giovedì 31 Gennaio alle 9,00, presso l'Aula Magna della scuola "Palumbo": un incontro con l'autrice di libri di narrativa per ragazzi, Giusi Quarenghi, vincitrice del prestigioso Premio letterario per l'infanzia "Andersen" nel 2006, con il libro che presenterà per l'occasione "Io sono tu sei", edito da Giunti Junior. All'incontro, unico per la città di Trani, in esclusiva solo per la Scuola Media "Palumbo", parteciperanno le classi I A e I B dello stesso istituto e la V C e VD della scuola primaria "D'Annunzio" di Trani. Un momento di dialogo e confronto letterario per ragazzi che si stanno sempre più appassionando al mondo della lettura, grazie allo stimolante Progetto Biblioteca, e che hanno trovato, attraverso quest'opera dell'autrice Quarenghi, un motivo per rapportarsi ai problemi tipici dell'adolescenza vissuti dalle protagoniste del romanzo, Beatrice e Aziza, una italiana, l'altra marocchina, trapiantata in Italia. E dunque un'occasione per riflettere sulle attuali tematiche del dialogo interculturale e della tolleranza nei confronti di chi proviene da una "civiltà" diversa dalla nostra, pronto al grande passo dell'integrazione, naturalmente con l'aiuto di chi "accoglie", come nel caso della protagonista Beatrice, nei confronti dell'amica Aziza. Una storia di amicizia e scrittura, dato che le due ragazze, vengono spinte a scrivere vicendevolemnte la propria biografia da Marina, intraprendente bibliotecaria della loro città. E' qui che scatta la scintilla: le due ragazze sono chiamate a conoscersi meglio, raccontando l'un l'altra le proprie esistenze e saldando la propria amicizia mettendo in comune ricordi, tradizioni dei loro paesi e conoscenze acqusite negli anni. La scrittura, che dovranno utilizzare per scrivere la loro biografia, diviene strumento elevato di amicizia, dialogo fra razze diverse, confronto, crescita. Siamo ad un nuovo passaggio, in questo anno scolastico, che segna l'ulteriore processo di evoluzione socio - culturale della scuola Palumbo, protesa alla definizione d'un percorso che la rivaluti come valida chance didattica per i suoi ragazzi non più solo in un'ottica di "recupero", ma ora anche di elevazione culturale e pieno coinvolgimento nella vita cittadina e istituzionale. Una proposta di cultura didattica alternativa e stimolante, che sfrutti occasioni come l'incontro dal vivo con scrittori e rappresentanti del panorama locale e nazionale dei nuclei legati ai settori della formazione e dell'istruzione. Una "Palumbo" finalmente rivalutata e pronta a dare il suo contributo di crescita alla città e alla sua utenza. Lontano da facili e pregiudiziali etichette di scuola periferica. Ora la sua forza è proprio quella: essere scuola alternativa; essere "scommessa in fieri" , continua, per chi ci lavora e per l'amministrazione comunale bisognosa di contributi socio - culturali da parte degli altri contesti istituzionali.

Giovanni Ronco
  • Scuola
Altri contenuti a tema
I giovani studenti incontrano la Polizia di Stato per promuovere la cultura della legalità I giovani studenti incontrano la Polizia di Stato per promuovere la cultura della legalità Prosegue il progetto “PretenDiamo legalità” per approfondire i temi della libertà, dell’uguaglianza e della giustizia
Borse di studio per studenti della scuola secondaria di secondo grado: via alle domande Borse di studio per studenti della scuola secondaria di secondo grado: via alle domande Le richieste devono essere inviate entro il 13 marzo
3 Bambina affetta da leucemia non può andare a scuola a causa di un compagno “No-Vax” Bambina affetta da leucemia non può andare a scuola a causa di un compagno “No-Vax” Dopo i ricorsi al Tar il caso arriva anche in Parlamento
Scuole, in arrivo 300 mila euro per istituti di competenza della Provincia Scuole, in arrivo 300 mila euro per istituti di competenza della Provincia Serviranno per favorire indagini e verifiche dei solai e controsoffitti
La Scuola Rocca-Bovio-Palumbo ricorda Franco Schönheit, il ferrarese sopravvissuto ai campi di concentramento La Scuola Rocca-Bovio-Palumbo ricorda Franco Schönheit, il ferrarese sopravvissuto ai campi di concentramento Scomparso di recente all'età di 92 anni, gli alunni lo avevano incontrato più di una volta
La notte al liceo De Sanctis: anche quest'anno la scuola tranese aderisce all'iniziativa nazionale La notte al liceo De Sanctis: anche quest'anno la scuola tranese aderisce all'iniziativa nazionale Il 17 gennaio in scena la VI edizione
La scuola Beltrani organizza il mercatino di Natale: oggi in scena la solidarietà La scuola Beltrani organizza il mercatino di Natale: oggi in scena la solidarietà Protagonisti i piccoli alunni che hanno realizzato addobbi artigianali natalizi. Il ricavato in beneficenza
Il Natale delle scuole Rodari e D'Annunzio in biblioteca in un clima di inclusione e multiculturalità Il Natale delle scuole Rodari e D'Annunzio in biblioteca in un clima di inclusione e multiculturalità Allestito anche "l'Albero dei giusti" dedicato a coloro distintisi per il loro operato a favore dell'umanità
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.