Incendio al Macao
Incendio al Macao
Vita di città

Incendio al Macao, Flavia Tedeschi: «Caro sindaco, il silenzio e la paura diventano complici dei criminali»

«Noi ci stiamo già organizzando per ripartire, ma Trani merita più attenzione»

«A mente fredda, cuore caldo e con negli occhi ancora l'inferno di fiamme che ha divorato un sogno fatto di sudore, impegno, passione, sacrifici e investimenti economici notevoli, vorremmo rivolgerci direttamente all'autore, o agli autori, così come agli eventuali mandanti di questo gesto violento che solo per fortuna ha prodotto solo ingenti danni materiali, ma che poteva trasformarsi in tragedia se solo le fiamme avessero raggiunto uno dei "funghi" utilizzati per riscaldare i nostri ospiti. A questi malviventi diciamo che non hanno inferto un duro colpo solo ai proprietari e ai familiari del Macao, così come qualche settimana fa ai proprietari e responsabili di un altro locale a poche decine di metri da noi. Avete attaccato al cuore l'intera città».

Così Flavia Tedeschi, a nome del "Macao", il locale pubblico che si affaccia su piazza Campo dei Longobardi, finito nel mirino dei delinquenti nella notte tra martedì 23 e mercoledì 24 gennaio. Completate le operazioni burocratiche e la messa in sicurezza dell'immobile, è il momento delle riflessioni a voce alta perché tutti comprendano le conseguenze di ciò che sta accadendo a Trani in questi giorni.

«Non parliamo a caso di attacco al cuore della città – prosegue Flavia Tedeschi -. Quando si colpisce un commerciante, si ferisce l'intera categoria che già ha i suoi problemi dovuti alla crisi economica, all'inflazione che impoverisce le famiglie che ovviamente tagliano le spese, alle tasse nazionali e locali sempre più insostenibili. Se a questo si aggiunge il clima di insicurezza e paura che comincia a serpeggiare non solo tra i commercianti ma anche tra i cittadini di Trani e delle città limitrofe, ecco che il quadro diventa davvero a tinte fosche.

In tanti, in questi giorni così difficili, avete fatto sentire la vostra voce, la vostra vicinanza, il vostro affetto. In tanti, ma non tutti. Tra gli assenti ingiustificati ritroviamo l'Amministrazione comunale. Solo un assessore a titolo personale e solo perché amica di vecchia data si è mostrata solidale con noi. Ma dall'Amministrazione ci saremmo aspettati di più. Non vuote parole, ovviamente, o solidarietà di facciata. Ci saremmo aspettati una presa di posizione concreta per difendere non solo noi, ma tutta la città. Quante volte, soprattutto durante il periodo estivo, ascoltiamo Sindaco e Assessori, auto-esaltarsi per le presenze turistiche in città, per il porto stracolmo di persone, per il centro storico invaso da italiani e stranieri. Ma questi numeri eccezionali da cosa pensano dipendano? Non certo solo dalla bellezza di Trani, che è un dato di fatto da mille anni a questa parte. Ma se turisti e cittadini delle città limitrofe si riversano in massa a Trani è anche per merito della miriade di piccole attività come il Macao, i ristoranti, le pizzerie, i B&B che affollano la parte più bella della città. Ora, però, cominciamo ad aver paura. E la paura produce allontanamento in una spirale al ribasso che rischia di compromettere tutto.

Caro Sindaco, non conosciamo le ragioni del tuo silenzio. Probabilmente sei impegnato in cose ben più serie di queste. Ma vogliamo solo ricordarti che il silenzio e la paura diventano complici dei criminali. E li rafforzano. Li fanno sentire intoccabili e questo è l'inizio della fine. Noi ci stiamo già organizzando per ripartire. Faremo altri sacrifici economici, lavoreremo ancora giorno e notte per rimettere tutto in piedi. Ma Trani merita più attenzione, non solo amministratori distratti e silenti».
  • Incendio
Altri contenuti a tema
Fuoco nel parcheggio sotterraneo della stazione: fumo e tanfo di plastica nella piazza Fuoco nel parcheggio sotterraneo della stazione: fumo e tanfo di plastica nella piazza Intervenuti prontamente i Vigili del fuoco a spegnere le fiamme
Al lavoro per riaprire il Macao. Matteo Tedeschi: "Per il 2 febbraio ce la faremo!" Al lavoro per riaprire il Macao. Matteo Tedeschi: "Per il 2 febbraio ce la faremo!" ll cocktail bar in piazza Longobardi era stato dato alle fiamme nella notte tra il 23 e il 24 gennaio
Incendio al Macao, Confesercenti esprime vicinanza al titolare Incendio al Macao, Confesercenti esprime vicinanza al titolare «Un ennesimo gesto sconsiderato che va a colpire il  commercio e l'economia locale»
Fiamme nel Macao: locale disastrato. Il titolare: «Sono distrutto» Fiamme nel Macao: locale disastrato. Il titolare: «Sono distrutto» Oltre 100.000 euro di danni, danneggiata anche la palazzina
Ancora roghi nelle campagne di Trani, in fiamme un terreno in via Finanzieri Ancora roghi nelle campagne di Trani, in fiamme un terreno in via Finanzieri Una fitta coltre di fumo ha invaso l'intera area
1 A fuoco il Macao, cocktail bar in piazza Longobardi: un mese fa l'incendio al Tom A fuoco il Macao, cocktail bar in piazza Longobardi: un mese fa l'incendio al Tom Le immagini delle telecamere sono al vaglio delle forze dell'ordine
A fuoco nella notte tre auto in via Pozzo Piano, danni anche a un portone A fuoco nella notte tre auto in via Pozzo Piano, danni anche a un portone Due veicoli sono completamente distrutti, uno danneggiato
Incendio al Tom, i titolari: «Mai subito richieste estorsive o minacce» Incendio al Tom, i titolari: «Mai subito richieste estorsive o minacce» Le precisazioni dopo i fatti avvenuti nella notte
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.