Debiti, soldi
Debiti, soldi
Vita di città

La gestione del sovraindebitamento fondamentale per scongiurare il rischio usura

Il Presidente dell’Odcec di Trani Soldani sostiene le proposte avanzate dai commercialisti italiani

«Dopo quella sanitaria, c'è un'emergenza altrettanto insidiosa sulla quale occorre tenere altissima l'attenzione: è quella dell'usura e dell'estorsione. Prevenire il rischio di infiltrazioni della criminalità nell'economia legale, attraverso fenomeni usurari o estorsivi, è per noi un tema prioritario sin dal periodi di pieno lockdown, perché immaginavamo l'impatto che la pandemia avrebbe potuto avere sul tessuto economico locale». A lanciare l'allarne nei giorni scorsi con queste parole è stato il Prefetto della Bat, Maurizio Valiante, che ha ospitato il Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, Prefetto Annapaola Porzio.

E l'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Trani è sintonizzato da tempo sulla stessa lunghezza d'onda, nella consapevolezza che la pesante crisi economica generata dall'emergenza sanitaria in corso sta creando situazioni di grande difficoltà per decine di migliaia di piccole aziende, lavoratori autonomi e famiglie, trasformandole in potenziali vittime dell'usura.

«Di qui la necessità di non abbassare la guardia – sottolinea il Presidente dellOdcec di Trani Antonello Soldani – e mettere in campo tutte le risorse, le procedure e gli strumenti più efficaci per aiutare chi è in difficoltà. A cominciare dall'"Occ Trani", l'associazione che mette insieme gli ordini professionali degli Avvocati e dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Trani e che ha come obiettivo quello di gestire le crisi da sovraindebitamento e indicare una via d'uscita a chi si ritrovi a non poter più onorare i propri debiti».

Secondo i commercialisti italiani, le procedure da sovraindebitamento, andrebbero però semplificate per provare a dimezzarne i tempi nonché per trovare soluzioni adatte per modificare rapidamente i piani già omologati e in esecuzione.

"I dati diffusi dall'Istat – ricorda Soldani – non lasciano dubbi in merito e sono particolarmente preoccupanti. Tra marzo e aprile hanno perso il lavoro quasi 400mila persone. Secondo la task force a cui aderiscono MEF, MISE, Banca d'Italia, Abi, Medio credito centrale e SACE le richieste pervenute al Fondo di solidarietà per i mutui per l'acquisto della prima casa per la sospensione di prestiti e rate solo a fine maggio sono 69.000 (con importo medio di 89.000 euro). Ma sono in enorme difficoltà anche consumatori, professionisti e piccoli imprenditori. E l'aspetto più drammatico è che lo siano anche quelli ammessi in precedenza alla disciplina del sovraindebitamento, che a causa della pandemia si vedono costretti a rinegoziare i termini di adempimento dei piani già omologati o a dover tornare davanti al giudice per modificare i precedenti accordi siglati con i creditori».

«E' fondamentale, a questo punto – ribadisce Antonello Soldani – la semplificazione immediata delle procedure per la ristrutturazione dei debiti per salvare famiglie, piccoli imprenditori, lavoratori autonomi. I Commercialisti italiani, in sede nazionale hanno proposto una modifica dell'attuale disciplina per consentire ai sovraindebitati fortemente incisi dalla pandemia di poter apportare modifiche sostanziali, ben più rilevanti rispetto al mero slittamento delle scadenze iniziali, ai piani e agli accordi già omologati e in esecuzione in tempi rapidi. Si tratta di soluzioni che potrebbero potenzialmente produrre un dimezzamento o più consistenti riduzioni delle tempistiche previste nella legge per l'omologazione».

Naturalmente l'auspicio è che il legislatore possa accogliere le istanze di chi è sul campo quotidianamente a difesa dell'integrità del tessuto sociale ed economico del Paese e faccia in modo che anche l'appello lanciato nella Prefettura Bat non finisca nel vuoto.
  • ordine dei commercialisti
Altri contenuti a tema
Soldani: «Stime della ripresa in ribasso. Le imprese si fidino dei commercialisti» Soldani: «Stime della ripresa in ribasso. Le imprese si fidino dei commercialisti» L’intervento del Presidente dell’Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili di Trani sulla situazione economica post-covid
Fedele Santomauro confermato presidente di Unagraco Trani Fedele Santomauro confermato presidente di Unagraco Trani L’assemblea dei soci ha eletto i componenti degli organi sociali per il mandato 2020-2024
Decreto rilancio, Commercialisti in audizione alla Camera: «Professionisti ordinistici discriminati» Decreto rilancio, Commercialisti in audizione alla Camera: «Professionisti ordinistici discriminati» Il Presidente dell’Odcec di Trani, Antonello Soldani: «Richieste motivate da un approfondito studio della realtà delle professioni»
L'Unagraco Trani scrive all'Ordine nazionale dei Commercialisti: «Sospendere attività e scadenze fiscali» L'Unagraco Trani scrive all'Ordine nazionale dei Commercialisti: «Sospendere attività e scadenze fiscali» La nota del presidente Fedele Santomauro
"Crisi d'impresa: nuova cultura nella gestione del rischio", in scena il primo di due incontri "Crisi d'impresa: nuova cultura nella gestione del rischio", in scena il primo di due incontri L'evento a Trani ha visto un'ampia partecipazione di professionisti nella sede dell'Odcec
Unagraco Trani, commercialisti e finanza festeggiano San Matteo Unagraco Trani, commercialisti e finanza festeggiano San Matteo Ad Andria un convegno sulla solidarietà fiscale e messa solenne con le istituzioni locali
Convegno "I commercialisti nella società civile", focus sulla violenza di genere Convegno "I commercialisti nella società civile", focus sulla violenza di genere Espressa la volontà di tradurre l’impegno in atti concreti
Investire nel Made in Puglia, commercialisti di Trani pronti per il Click day Investire nel Made in Puglia, commercialisti di Trani pronti per il Click day Intanto grande successo al convegno sull'internazionalizzazione
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.