Cinema e scienza
Cinema e scienza
Speciale

La "scienza" di Spiderman

Una nuova pagina della rubrica "Cinema e scienza"

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
"Da grandi poteri derivano grandi responsabilità" ed è proprio per questo che oggi voglio provare a capire come il nostro amichevole spiderman di quartiere riesce a fare le sue spettacolari imprese. Spiderman diviene tale dopo esser stato morso da un ragno geneticamente modificato, ma per poter creare una mutazione il ragno conteneva un retrovirus. I retrovirus trasportano informazioni genetiche che vengono inserite nel DNA delle cellule e, per poter avere gli effetti desiderati, gli aspiranti supereroi dovrebbero far sì che il retrovirus contagi tutte le cellule del corpo, modificandone completamente l'assetto (proprio come è successo a Peter).

Alcuni ragni sono in grado di sollevare 50 volte il loro peso e, nel caso di spiderman, il retrovirus permette un aumento delle proteine muscolari actina e miosina, facendo sì che aumenti notevolmente la forza. La domanda cruciale a cui bisogna dare una risposta è:" posso arrampicarmi sulle superfici?". I ragni presentano a livello delle zampe dei micropeli che interagiscono con le superfici, creando una forza elettrostatica che permette loro di reggersi con una forza 170 volte superiore al loro peso! Per questo motivo sarebbe possibile fare come spiderman, ma si dovrebbero avere mani e piedi completamente ricoperti di peli, cosa che ad alcuni non piacerebbe affatto. Infine la tela del ragno è stata molto studiata e, di fatto, si potrebbe utilizzare come metodo per spostarsi, ma purtroppo, pur essendo estremamente resistente per le proporzioni dei ragni, non si riesce a creare una corda di ragnatela di dimensioni umane.

Quindi, per gli aspiranti supereroi, c'è ancora da aspettare, ma vi dico che la scienza sta studiando questi fenomeni per capire come poter creare un adattamento sull'uomo.

A cura Dr. Giuseppe Labianca
  • cinema e scienza
Altri contenuti a tema
La sindrome della Bella Addormentata La sindrome della Bella Addormentata Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza" del dottor Labianca
L'adrenalina che ti rende Hulk L'adrenalina che ti rende Hulk Nuovo appuntamento della rubrica Cinema & Scienza
Paura di crescere e incapacità di amare: la sindrome di Peter Pan Paura di crescere e incapacità di amare: la sindrome di Peter Pan Un nuovo appuntamento della rubrica Cinema e Scienza
Botanica magica: Harry Potter e la sua mandragola Botanica magica: Harry Potter e la sua mandragola Nuovo episodio della rubrica Cinema e Scienza con il nutrizionista Labianca
Massa aggrovigliata di capelli nello stomaco: la sindrome di Raperonzolo Massa aggrovigliata di capelli nello stomaco: la sindrome di Raperonzolo Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza"
Il pesciolino Flouder e il disturbo d'ansia generalizzato Il pesciolino Flouder e il disturbo d'ansia generalizzato Nuovo appuntamento della rubrica "Cinema e Scienza" con Teresa Moccia
Da “Il professore Matto” alla realtà: lo stress che fa ingrassare Da “Il professore Matto” alla realtà: lo stress che fa ingrassare Nuovo appuntamento della rubrica "Cinema e Scienza" del dottor Labianca
Bamby e l'elaborazione del lutto Bamby e l'elaborazione del lutto Una nuova pagina della rubrica "Cinema e Scienza"
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.