Rocca-Bovio-Palumbo
Rocca-Bovio-Palumbo
Scuola e Lavoro

"Libriamoci", la scuola Rocca-Bovio-Palumbo aderisce al progetto con Frankenstein

Gli alunni leggeranno il grande classico riflettendo sul tema della paura del diverso

La scuola Rocca-Bovio-Palumbo di Trani aderisce all'iniziativa ministeriale per la promozione della lettura ad alta voce nelle scuole, scegliendo un classico sempre attuale a 200 anni dalla sua pubblicazione: Frankenstein di Mary Shelley. Gli alunni, alternandosi nella lettura con lettori esterni e insegnanti, rifletteranno sul tema della paura del diverso. In Frankenstein la creatura è talmente ripugnante e imponente da suscitare paura.

Il romanzo indaga l'aspetto emotivo della creatura costretta sola e disperata a vagabondare per i boschi: la tristezza e la malinconia per la sua condizione di essere abominevole e rifiutato da tutti – Chi ero? Da dove venivo? Qual era la mia destinazione? - ma anche la rabbia suscitata dalle domande sulle ragioni per le quali è stato abbandonata da chi l'ha creata. La paura del diverso è anche il fil rouge che permette di collegare Frankenstein al più recente romanzo di Nicola Brunialti Alicia faccia di mostro, in cui i veri mostri sono le paure che solo il sentimento di amicizia e l'accettazione di sè possono aiutarci a sconfiggere.

L'altro tema su cui si rifletterà è il rapporto tra scienza e vita, che fa di Frankenstein un romanzo della narrativa gotica ancora di grande attualità. Quali sono i confini della scienza in rapporto alla vita e fino a che punto è giusto spingersi? Il personaggio di Victor è animato da uno sconfinato amore per la scienza, che sin da bambino rappresenta la sua più grande passione, ed è ossessionato dalla sete di conoscenza. Presume di poter creare, sfida la natura assemblando pezzi di cadaveri cuciti insieme e rianimati tramite la corrente elettrica in una creatura mostruosa e spaventosa, che si rivelerà anche sensibile e intelligente.

Infatti la creatura imparerà a parlare, a leggere e a scrivere , apprenderà i sentimenti, le aspirazioni degli uomini, desidererà frequentarli e trovare in loro degli amici, ma la rabbia generata dalla sua condizione di essere ripugnante e spaventoso che tutti fuggono, abbandonato dal suo stesso creatore, lo porterà a compiere azioni orribili, diventando ciò che tutti credono sia.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati Turi (Uil): «Sintomo chiaro che sulla scuola si voglia fare cassa»
Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Attivo un canale di assistenza e supporto tecnico
Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Sarano utilizzati per iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di droga
La "Notte prima degli esami" è arrivata La "Notte prima degli esami" è arrivata L'indimenticabile giorno per i maturandi domani alle prese con la prima prova
Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi «Il mio augurio è di affrontare l’esame con emozione e serenità, sfidando voi stessi e ottenendo quel che meritate»
“Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli “Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli Lo spettacolo è stato il punto di arrivo di un lungo percorso che ha visto i bambini impegnati per l’intero anno
"I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale "I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale Gli alunni hanno inviato all’Autorità del Garante tre nuovi diritti
Pulizia della costa: oggi a lavoro 25 alunni con il supporto dell'Amiu Pulizia della costa: oggi a lavoro 25 alunni con il supporto dell'Amiu Gaetano Nacci: «È fondamentale la collaborazione per diffondere la cultura ambientale»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.