Immobili abbandonati, interrogazione della Lista Florio
Immobili abbandonati, interrogazione della Lista Florio
Politica

Immobili abbandonati, interrogazione della lista Florio

I consiglieri chiedono lo sgombero da rom e tossicodipendenti con la messa in sicurezza delle aree

Il gruppo consiliare della Lista Florio ha inviato una interrogazione al presidente del consiglio di Trani, al sindaco e all'assessore alle Finanze per verificare alcuni immobili lasciati al totale abbandono. Ecco di seguito l'intervento dei consiglieri comunali Antonio Florio, Raffaella Merra e Nicola Lapi:

«Da svariati decenni l'edificio che un tempo ospitava l'ex Caserma dei Carabinieri, sito sul Lungomare Cristoforo Colombo, si presenta in totale stato di abbandono, come anche l'edificio sito in Via Verdi Civ. 26 confinante con Via Falcone mediante l'attraversamento del cavalcaferrovia di Via delle Forze Armate ed alcuni edifici all'inizio di Via Barletta, con evidente e continua azione di devastazione e degrado, giusta documentazione fotografica che si allega alla presente interrogazione.

L'immagine di questo stato di degrado, di sporcizia, dell'abbandono e della devastazione di questi edifici è facilmente appurabile passando semplicemente dall'esterno degli stessi, da dove provengono, specialmente da quello sito sul Lungomare C. Colombo e di Via Verdi, odori nauseabondi, dando una immagine totalmente desolata e attualmente occupata da diversi extracomunitari (per lo più rom) e da tossicodipendenti, sia durante il giorno che durante la notte. Ad aggravare questa desolante situazione vi è la denuncia che giornalmente i nostri concittadini ci rappresentano.

Pertanto, da Amministratori Pubblici ma ancora prima da cittadini, chiediamo un tempestivo intervento, ognuno per la propria competenza, al fine di verificare quanto da noi denunciato, sia su questa situazione di disinteresse e di abbandono, certamente non più tollerabile da parte dei cittadini di questi quartieri, quanto sul grave rischio ecologico-ambientale. Sia all'interno che all'esterno di queste due strutture sono presenti materiali presumibilmente tossici e infiammabili, oltre a cumuli di siringhe usate dai tossicodipendenti e ancora montagne di rifiuti organici, in evidente stato di putrefazione, e solidi urbani. I piazzali esterni si presentano con piante secche, con terreno arido e con la folta vegetazione di erbacea di tipo infestante facilmente incendiabile specialmente nel periodo estivo.

Pur sapendo che trattasi di proprietà private, Lei, Sig. Sindaco, quale prima Autorità Sanitaria, deve immediatamente e con urgenza procedere alla emissione di un ordinanza che tuteli la salute e l'incolumità pubblica, visto che la situazione di igiene, di pulizia e di sicurezza pubblica all'esterno e all'interno dei suddetti immobili, è ormai sotto gli occhi di tutti e non permette ancora rinvii e/o inutili attese.


Si chiede pertanto di verificare con la massima sollecitudine quanto qui esposto, affinchè si possa ordinare un sopralluogo da parte dell'Ufficiale Sanitario, procedendo per quanto di competenza del Sig. Sindaco; all'emissione in via d'urgenza di un ordinanza sindacale di sgombero dei rom, dei tossicodipendenti e di messa in sicurezza delle intere aree. In caso contrario, i sottoscritti si vedranno costretti loro malgrado a presentare personalmente un esposto alla Procura di Trani, al fine di appurare eventuali responsabilità».
Immobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista FlorioImmobili abbandonati, interrogazione della Lista Florio
  • Nicola Lapi
  • Raffaella Merra
  • Antonio Florio
Altri contenuti a tema
"Disappunto" dell'assessore Merra: il commento alla dichiarazione di Mastrototaro "Disappunto" dell'assessore Merra: il commento alla dichiarazione di Mastrototaro Comunque "auguri sinceri" al consigliere dichiaratosi indipendente
Verde pubblico, beneficiari del Red a lavoro per migliorarne il decoro Verde pubblico, beneficiari del Red a lavoro per migliorarne il decoro Interventi in villa comunale, villa Telesio e villa Bini
Discarica, iniziati i lavori per la messa in sicurezza del terzo lotto Discarica, iniziati i lavori per la messa in sicurezza del terzo lotto L'assessore Merra fa il punto della situazione
1 Legge sulle attività estrattive, l'assessore Merra illustra il provvedimento approvato in Consiglio comunale Legge sulle attività estrattive, l'assessore Merra illustra il provvedimento approvato in Consiglio comunale Finalmente "regole certe, moderne e chiare agli operatori del settore"
6 Ancora atti vandalici in città: distrutte due fioriere in via Zanardelli Ancora atti vandalici in città: distrutte due fioriere in via Zanardelli L'assessore Merra assicura: «Presto saranno sostituite»
1 Conferimenti illeciti dei rifiuti, Merra: «Più del 50% hanno per protagonisti cittadini delle città limitrofe» Conferimenti illeciti dei rifiuti, Merra: «Più del 50% hanno per protagonisti cittadini delle città limitrofe» L’intervento della consigliera a difesa dell’attività di controllo svolta dalla municipalizzata tranese
4 Tremila euro per curare un gatto moribondo, la consigliera Merra risponde alle critiche Tremila euro per curare un gatto moribondo, la consigliera Merra risponde alle critiche «Che avrebbe dovuto fare il Comune? Rifiutarsi di salvarlo e farlo morire in barba alle leggi regionali»
2 Impianto di biometano a Trani, Merra: «Scarsissima conoscenza di Laurora sulla vicenda» Impianto di biometano a Trani, Merra: «Scarsissima conoscenza di Laurora sulla vicenda» «Dovrebbe avere l'umiltà di studiare prima di parlare»
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.