Protesta ospedale
Protesta ospedale
Sanità

«Non mi fermo ma protesto»: sit-in dei precari della sanità davanti all'ospedale

I lavoratori chiedono certezze in questa fase emergenziale

Consapevoli del delicato momento, dovuto all'emergenza epidemiologica ancora in corso, hanno deciso di manifestare pur specificando l'intenzione di continuare a svolgere il loro servizio. Ecco perché lo slogan dei precari della sanità del territorio, riuniti davanti all'ingresso dell'ospedale "Vittorio Emanuele II" di Bisceglie per un breve sit-in nella mattinata di lunedì 25 gennaio, recita un eloquente «Non mi fermo ma protesto».

Decine di lavoratori si trovano nella condizione di non conoscere il proprio destino a brevissimo termine e per questo motivo hanno deciso di esortare, attraverso un'azione emblematica, le autorità competenti a prendere provvedimenti in direzione della maggiore stabilità possibile per continuare a garantire i livelli essenziali di assistenza sanitaria alla comunità biscegliese e del territorio in una fase così critica.

Il contratto degli operatori socio sanitari scadrà il prossimo 31 gennaio. «Se tutto ciò si concretizzasse l'unica alternativa sarebbe la riduzione dei posti letto Covid a Bisceglie» ha spiegato Sergio Di Liddo, segretario provinciale della Fials Bat, organizzazione che aveva chiesto più volte all'azienda sanitaria una proroga per un periodo significativo. Il sindacato ha espresso «piena solidarietà a tutti questi lavoratori che spirito di abnegazione e sacrificio hanno e continuano ad affrontare in prima linea l'emergenza Covid».
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Di Bari (M5S): «Si recuperino posti letto dagli ex presidi di Trani e Canosa» Di Bari (M5S): «Si recuperino posti letto dagli ex presidi di Trani e Canosa» «La ASL Bat è purtroppo la più penalizzata, ne servirebbero complessivamente altri 1400 posti»
Nuova piastra rianimatoria al "Dimiccoli": 23 posti letto per il Covid Nuova piastra rianimatoria al "Dimiccoli": 23 posti letto per il Covid Ieri la visita di Lopalco e Lerario
Finalmente il vaccino al Pta di Trani: arrivate centocinquanta dosi Finalmente il vaccino al Pta di Trani: arrivate centocinquanta dosi Effettuati questa mattina a medici, infermieri e personale ausiliario
Margherita, è di Trani la prima nata del 2021 all'Umberto I di Corato Margherita, è di Trani la prima nata del 2021 all'Umberto I di Corato Figlia di una coppia tranese, è nata ieri intorno alle 11
Punto nascita per pazienti Covid al "Vittorio Emanuele II" Punto nascita per pazienti Covid al "Vittorio Emanuele II" Il reparto di pediatria accoglie al momento tre neonati risultati positivi
5 Nasce il Comitato per il riutilizzo dell’ospedale di Trani Nasce il Comitato per il riutilizzo dell’ospedale di Trani Prosegue la battaglia di Articolo97 per la tutela del diritto alla salute dei tranesi
2 Non solo covid, paziente salvata dal personale medico del Dimiccoli di Barletta Non solo covid, paziente salvata dal personale medico del Dimiccoli di Barletta Colta da ictus è stata trasportata d'urgenza al Pronto Soccorso e sottoposta ad intervento
Nuovo ospedale di Andria: aggiudicati i servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria Nuovo ospedale di Andria: aggiudicati i servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria Proseguono a ritmo serrato i lavori per un ammontare complessivo di 5 milioni di euro
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.