Protesta ospedale
Protesta ospedale
Sanità

«Non mi fermo ma protesto»: sit-in dei precari della sanità davanti all'ospedale

I lavoratori chiedono certezze in questa fase emergenziale

Consapevoli del delicato momento, dovuto all'emergenza epidemiologica ancora in corso, hanno deciso di manifestare pur specificando l'intenzione di continuare a svolgere il loro servizio. Ecco perché lo slogan dei precari della sanità del territorio, riuniti davanti all'ingresso dell'ospedale "Vittorio Emanuele II" di Bisceglie per un breve sit-in nella mattinata di lunedì 25 gennaio, recita un eloquente «Non mi fermo ma protesto».

Decine di lavoratori si trovano nella condizione di non conoscere il proprio destino a brevissimo termine e per questo motivo hanno deciso di esortare, attraverso un'azione emblematica, le autorità competenti a prendere provvedimenti in direzione della maggiore stabilità possibile per continuare a garantire i livelli essenziali di assistenza sanitaria alla comunità biscegliese e del territorio in una fase così critica.

Il contratto degli operatori socio sanitari scadrà il prossimo 31 gennaio. «Se tutto ciò si concretizzasse l'unica alternativa sarebbe la riduzione dei posti letto Covid a Bisceglie» ha spiegato Sergio Di Liddo, segretario provinciale della Fials Bat, organizzazione che aveva chiesto più volte all'azienda sanitaria una proroga per un periodo significativo. Il sindacato ha espresso «piena solidarietà a tutti questi lavoratori che spirito di abnegazione e sacrificio hanno e continuano ad affrontare in prima linea l'emergenza Covid».
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Pta Trani, Delle Donne: «Necessario investire sulla pneumologia» Pta Trani, Delle Donne: «Necessario investire sulla pneumologia» Se ne parlerà venerdì 17 e sabato 18 settembre a Palazzo San Giorgio nel corso di un seminario
1 Accesso al Pta di Trani, green pass solo per gli accompagnatori e non per i pazienti Accesso al Pta di Trani, green pass solo per gli accompagnatori e non per i pazienti Ad assicurarlo il consigliere Branà: «Basterà la tessera sanitaria per chi deve recarsi al Cup o sottoporsi ad una visita»
Visita domiciliare chirurgica impossibile a Trani per i pazienti allettati o impossibilitati a recarsi in ambulatorio al "S. Nicola pellegrino" Visita domiciliare chirurgica impossibile a Trani per i pazienti allettati o impossibilitati a recarsi in ambulatorio al "S. Nicola pellegrino" La denuncia di Annamaria Barresi, ex consigliere comunale, ma soprattutto cittadina come tutti, che protesta per il disservizio.
68 Il sindaco Bottaro operato per fratture alle dita di un piede dopo l'incidente in moto Il sindaco Bottaro operato per fratture alle dita di un piede dopo l'incidente in moto Attualmente ricoverato all'ospedale di Barletta, non destano preoccupazione le sue condizioni
Blocco dei ricoveri ad Andria: riscontrati casi di scabbia Blocco dei ricoveri ad Andria: riscontrati casi di scabbia Si tratta di un provvedimento temporameo
Articolo97: proposta di riutilizzo e rifunzionalizzazione Pta Trani Articolo97: proposta di riutilizzo e rifunzionalizzazione Pta Trani Il movimento propone linee metodologiche e programmatiche di indirizzo alle autorità comunali e regionali offrendo collaborazione
«Se dovete lamentarvi, fatelo per le cose serie» «Se dovete lamentarvi, fatelo per le cose serie» Lo sfogo di una giovane dottoressa del Pronto Soccorso di Bisceglie
1 Via i vecchi arredi: servono nuovi spazi al "S. Nicola pellegrino"? Via i vecchi arredi: servono nuovi spazi al "S. Nicola pellegrino"? Una immagine che desta perplessità
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.