Area di sgambatura per cani
Area di sgambatura per cani
Politica

Norme su randagismo e animali d'affezione, Santorsola contro il disegno di legge approvato in Regione

«Rischia di diventare inutile, impraticabile e, forse, incostituzionale»

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Nella seduta consiliare del 28 gennaio è stato esaminato ed approvato il disegno di legge n.15/2019 "Norme sul controllo del randagismo, anagrafe canina e protezione degli animali da affezione…".

E' evidente il mio malessere nel dover prendere atto che il lavoro legislativo compiuto in maniera corale dai Consiglieri della III Commissione sanità è stato letteralmente stravolto in alcune importanti norme di tutela, motivo per cui ritengo di dover esprimere il mio dissenso da questa legge nelle parti in cui si discostano dal testo presentato in aula.

Eppure sembrava che il testo del provvedimento, così come licenziato dalla Commissione, dopo un lungo lavoro che ha visto coinvolti tutti i portatori di interesse, dalle associazioni animaliste alle strutture sanitarie, mettesse d'accordo un po' tutti nell'interesse esclusivo degli animali d'affezione ed in particolare di cani e di gatti.

Non è stato così: con una fretta normativa che ha reso indistinto l'obiettivo comune sono stati cancellati articoli ed aggiunti codicilli con il risultato che la legge, così come approvata, rischia di diventare inutile, impraticabile e, forse, incostituzionale.

Non condivido, ad esempio, la cancellazione del comma 3 dell'art. 7 con il quale si dettavano i requisiti minimi dei rifugi contigui, cosicché la loro collocazione è ora affidata esclusivamente alla buona volontà di ciascun gestore né, tanto meno, l'obbligo di avviare l'animale accalappiato a 200 km dal luogo del ritrovamento piuttosto che in quello più vicino, anche se fuori regione, cosa che favorirebbe certamente il riconoscimento da parte dei legittimi proprietari.

Io non so se gli asini fanno parte degli animali d'affezione ma...

Domenico Santorsola, consigliere regionale
  • Animali
Altri contenuti a tema
4 Tremila euro per curare un gatto moribondo, la consigliera Merra risponde alle critiche Tremila euro per curare un gatto moribondo, la consigliera Merra risponde alle critiche «Che avrebbe dovuto fare il Comune? Rifiutarsi di salvarlo e farlo morire in barba alle leggi regionali»
1 A Trani il gatto più fortunato del mondo A Trani il gatto più fortunato del mondo L'Amministrazione spende oltre 3000 euro per curarlo
Tutela degli animali, il Consiglio approva il nuovo regolamento cittadino Tutela degli animali, il Consiglio approva il nuovo regolamento cittadino L'Amministrazione si impegna anche a favorire l'affidamento e promuovere campagne di sensibilizzazione
Festa di sant’Antonio Abate,  a Trani si rinnova la tradizionale benedizione degli animali Festa di sant’Antonio Abate, a Trani si rinnova la tradizionale benedizione degli animali L'appuntamento venerdì prossimo nella chiesa di San Giovanni
Maltrattamento sugli animali, continuano i controlli delle guardie zoofile Maltrattamento sugli animali, continuano i controlli delle guardie zoofile A Trani 11 sanzioni amministrative per un totale di 1100 euro di multe
5 Trani dice addio al "simbolo" del randagismo locale: è morto il cane Nerone Trani dice addio al "simbolo" del randagismo locale: è morto il cane Nerone Da tempo malato, è deceduto a 14 anni
Al via la campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono degli animali promossa dal Comune di Trani Al via la campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono degli animali promossa dal Comune di Trani La consigliera Merra: «Mira a favorire l'adozione responsabile degli ospiti di canili e rifugi»
Guardie zoofile, il report delle attività eseguite da luglio a settembre Guardie zoofile, il report delle attività eseguite da luglio a settembre Tutti i lavori svolti tra segnalazioni dei cittadini e recupero di animali selvatici
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.