Occhiali
Occhiali
Speciale

Occhi secchi e rossi causati dallo smart working

Piccole pause e postazione di lavoro idonea per non affaticare gli occhi

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Con la pandemia globale COVID-19 le scuole e gli uffici sono rimasti chiusi per diversi mesi. Le scuole non riapriranno fino al prossimo anno, mentre, gli uffici stanno gradualmente aprendo, anche se molti lavoratori stanno continuando a svolgere il loro impiego a casa in modalità smart working.

Lavorando da casa spesso il monte ore aumenta e così anche il tempo trascorso davanti a pc, tablet e smartphone. La sovraesposizione agli schermi di computer o altri device elettronici può provocare fastidiosi sintomi agli occhi e nei casi più gravi, complicazioni alla vista. Tutto ciò si può sintetizzare con la nota sindrome da visione al computer.

Ma in cosa consiste questa sindrome, quali sono i suoi sintomi e come si possono proteggere gli occhi e la vista? A tutte queste domande daremo una risposta in questo articolo.

Sindrome da visione al computer: sintomi

Vi sarà capitato parecchie volte di arrivare a fine giornata con gli occhi secchi e rossi e con un forte mal di testa. Questi sono solo alcuni piccoli campanelli d'allarme che vi avvisano di diminuire le ore davanti a schermi luminosi. Lo schermo della tv, dei pc o degli smartphone emanano la luce blu, un'onda luminosa dannosa per la vista nonché causa principale di tutti i fastidiosi sintomi poco sopra elencati.

Fortunatamente le soluzioni per proteggere gli occhi dalla luce blu esistono. Per chi lavora molte ore davanti al pc è indispensabile avere un paio di occhiali con filtro luce blu, come quelle che la start-up italiana Nowaveofficial mette a disposizione sul proprio sito. Si tratta di occhiali con lenti particolari e lavorate appositamente per poter fungere da schermo protettivo per gli occhi e di bloccare i raggi della luce blu, impedendoli di raggiungere gli occhi.

Pausa e stretching per gli occhi

Anche gli occhi hanno bisogno di una pausa e soprattutto di fare un po' di stretching. Durante l'arco della giornata lavorativa, di studio o di svago davanti ad un monitor è bene prendere qualche minuto di pausa. Questo vi permetterà innanzitutto di sgranchire un po' le gambe e aiutare anche la schiena ma soprattutto i vostri occhi ne gioveranno perché per un paio di minuti potranno guardare la luce naturale e oggetti ben più lontani. In questo modo si rilasseranno e non vi daranno fastidio a fine giornata.

La regola ideale sarebbe quella del: 20-20-20. Ovvero, dopo 20 minuti di lavoro davanti al pc, distogliere lo sguardo e fissare un punto lontano 20 metri per almeno 20 secondi.

E in più, ritornando allo stretching per gli occhi, occorre fare delle piccole rotazioni con gli occhi con le palpebre chiuse. Movimenti circolari e delicati e soprattutto lenti. In questo modo i vostri occhi si muoveranno un po' e si lubrificheranno evitando di rimanere secchi e irritati.

Postazione lavoro idonea

Ma indossare gli occhiali con filtro luce blu e riposare gli occhi ogni 20 minuti non basta. Per poter proteggere a pieno gli occhi e in particolare la vista, anche la postazione di lavoro deve essere idonea. La sedia deve essere comoda e permettervi di poterla regolare in altezza. Anche la scrivania deve essere della giusta altezza, deve permettervi di non affaticare né la vista né le braccia e la schiena.

Una posizione ideale è quella dove le bracci formano un angolo di 90° e i piedi sono ben poggiati a terra. Da non dimenticare la lontananza dello schermo del pc, né troppo vicino né troppo lontano e soprattutto l'illuminazione della stanza.

Sì alla luce naturale ma con attenzione che non si trovi dietro allo schermo e né che punti direttamente esso. Anche la luce artificiale deve essere regolata, con gli stessi criteri di quella naturale.
  • Internet
Altri contenuti a tema
Come capire se un bookmaker è affidabile Come capire se un bookmaker è affidabile Reputazione, controllo dei dati ed altri fattori
Lavoro, scuola e Covid-19: boom per smart working e didattica a distanza Lavoro, scuola e Covid-19: boom per smart working e didattica a distanza Le piattaforme più utilizzate da studenti e professionisti
Come migliorare la connessione domestica con la fibra ottica Fastweb Come migliorare la connessione domestica con la fibra ottica Fastweb Scopri tutti i vantaggi della fibra
Web app: vantaggi e settori di applicazione Web app: vantaggi e settori di applicazione L’abbattimento dei costi è stimato di circa il 50%
Il “lato oscuro” del web non fa più paura grazie a Nova Networks Il “lato oscuro” del web non fa più paura grazie a Nova Networks L’azienda barlettana ha elaborato un progetto per prevenire rischi quando si è online, soprattutto tra i più piccoli
Internet ultraveloce dove gli altri operatori non arrivano: è realtà grazie ad Airlan Internet ultraveloce dove gli altri operatori non arrivano: è realtà grazie ad Airlan Airlan porta connessione internet in tutti quei comuni della Puglia in cui le aree sono poco accessibili
SEO e aziende: i servizi di Roberto Serra SEO e aziende: i servizi di Roberto Serra Esperienza per conquistare visibilità sul web
WiFi pubblico, Trani tra i Comuni vincitori del programma europeo WiFi pubblico, Trani tra i Comuni vincitori del programma europeo Alla città 15mila euro per l'installazione degli apparati
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.