Vita di città

Ospedale, la nota del direttore generale della Asl Bat

«La riduzione dei ricoveri non ha nulla a che vedere con ipotesi di smantellamento»

Sull'ospedale di Trani si registra la dichiarazione di Maurizio Portaluri, direttore Generale dell'Asl Bat che ha parlato della riduzione dei posti letto: "La temporanea riduzione di ricoveri effettuabili nell'ospedale di Trani – spiega Portaluri - non ha nulla a che vedere con ipotesi di smantellamento, riduzioni all'osso e quant'altro è stato paventato in questi giorni sulla stampa. Si tratta di un provvedimento transitorio reso necessario da alcune contingenze. La domanda di assistenza da parte delle popolazioni si modifica nei mesi estivi e determina una riduzione delle richieste di interventi chirurgici a vantaggio dei ricoveri per riacutizzazioni di patologie croniche. Inoltre durante la stagione estiva è necessario onorare l'obbligo contrattuale che giustamente prevede la fruizione da parte del personale di almeno 15 giorni consecutivi di congedo ordinario. Se a ciò si aggiunge la difficoltà di reperire infermieri in condizioni normali, e tanto più per rapporti di lavoro a tempo determinato di pochi mesi, è facile comprendere che ogni sforzo deve essere fatto per assicurare le emergenze e le urgenze in una realtà ad alta intensità turistica come quella tranese. E in questo sforzo rientra anche l'ottimizzazione delle risorse disponibili. Simili provvedimenti sono stati assunti anche negli scorsi periodi estivi ed anche in altri ospedali della ASL senza che ciò abbia provocato reazioni tanto veementi quanto fantasiose. Analoghe decisioni vengono assunte anche in altri ospedali della Regione e d'Italia, pubblici e privati.

E' utile inoltre ricordare che nel corso del 2006 il personale in forza nell'ospedale di Trani non ha subito nessuna riduzione e con esso l'attività effettivamente svolta. Si tenga anche conto che l'ospedale di Trani fa parte del Presidio ospedaliero Trani-Bisceglie e che la dotazione organica dei due plessi, considerata unitariamente, è persino leggermente aumentata dalla data di nascita della Asl. Ciò permette di fronteggiare eventuali carenze, che si potrebbero determinare per circostanze imprevedibili, con personale di entrambi i plessi".
  • Ospedale
Altri contenuti a tema
Pta Trani, Articolo97: "Dopo il Consiglio monotematico, promesse non mantenute" Pta Trani, Articolo97: "Dopo il Consiglio monotematico, promesse non mantenute" Per Covelli e Curci ad oggi non vi è stato alcun potenziamento
Consiglio comunale monotematico sul PTA, il centrodestra sottolinea i risultati raggiunti con la proposta dell’opposizione Consiglio comunale monotematico sul PTA, il centrodestra sottolinea i risultati raggiunti con la proposta dell’opposizione Critiche le segreterie politiche dei movimenti di centrodestra con chi cerca visibilità sul tema
"Infondate le notizie sulla chiusura del Pta di Trani": la Dg Di Matteo risponde ai consiglieri comunali "Infondate le notizie sulla chiusura del Pta di Trani": la Dg Di Matteo risponde ai consiglieri comunali "Invito chi ha ruoli di rappresentanza a recueprare informazioni ufficiali prima di diffondere illazioni"
Pta Trani, i consiglieri di opposizione chiedono l'istituzione di una Commissione di controllo Pta Trani, i consiglieri di opposizione chiedono l'istituzione di una Commissione di controllo «Le indicazioni del protocollo siglato nel 2016 non hanno visto la loro totale applicazione»
Gruppo Etica e Politica: "Ogni volta che si parla di ospedale città e politici si dividono" Gruppo Etica e Politica: "Ogni volta che si parla di ospedale città e politici si dividono" Una lettera aperta di Antonio Corraro
11 PTA di Trani a rischio, «tante promesse ma poche certezze» PTA di Trani a rischio, «tante promesse ma poche certezze» Dopo sette anni dall'istituzione del PTA, si mobilitano medici e operatori sanitari
Ospedale Nord Barese: firmato oggi il contratto per l’esecuzione del progetto Ospedale Nord Barese: firmato oggi il contratto per l’esecuzione del progetto Dimatteo: "L'iter procede senza intoppi"
1 Dalle 50 alle 100 euro per saltare liste d'attesa, la denuncia partita da un poliziotto di Andria Dalle 50 alle 100 euro per saltare liste d'attesa, la denuncia partita da un poliziotto di Andria Accolte le dimissioni del dottor Nemore, dall'1 febbraio sarà in pensione
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.