Cronaca

Polizia Municipale: la relazione annuale del Comandante Modugno

Il corpo ha festeggiato San Sebastiano ad Andria

La Polizia Municipale di Trani ha partecipato alle manifestazioni per la festa di San Sebastiano organizzate ad Andria dove erano presenti le rappresentanze dei comuni della sesta provincia. Il colonnello Modugno ha letto e diffuso la relazione annuale:
«L'impegno del Corpo di P.M. di Trani nell'anno 2006 s'è globalmente sviluppato lungo un percorso teorico-operativo, tuttora in corso e perfettibile, ispirato alla tutela e al miglioramento della vivibilità e sicurezza del cittadino lungo le tre direttrici connesse ai contesti socio-economico, ecologico-ambientale e storico-culturale. Non poteva essere diversamente. Permettetemi infatti di ricordare, principalmente a me stesso quasi con carattere ammonitorio, così come lo rammentavo anche lo scorso anno nella medesima ricorrenza solenne di San Sebastiano, il principio kantiano di considerare l'umanità, e, quindi, il Cittadino, come scopo e mai come strumento: è di questa sintesi, quindi, conciliare l'elevato principio del servizio alla persona umana con il rispetto della Legge, che si impregna e condensa l'attività istituzionale del Corpo nel corso dell'anno appena trascorso. Forte di questa "luce" filosofica e consapevole del valore assoluto della persona, è con viva soddisfazione che ho potuto constatare il percepibile incremento dell'attività istituzionale della Polizia Municipale di Trani nell'anno 2006 e la tangibile ricaduta positiva sulla comunità e sul territorio tranesi. Quantitativamente, infatti, a fronte di quasi un milione di euro di proventi derivanti dalle sanzioni amministrative al Codice della Strada, riscossi dalle casse comunali, cifra analoga all'introito dell'anno 2005, s'è registrato un considerevole aumento, quasi raddoppiato, di atti operativi dei nostri Agenti nelle materie di competenza. Tutto ciò non mi sorprende e non credo sia necessaria una minuziosa ermeneutica per desumerne che se l'attività del Corpo nel 2006 è duplicata rispetto al 2005, quantunque i proventi siano stati sempre gli stessi, ciò vuol dire che particolarmente efficace, esortativa, formativa e produttiva è stata l'attività preventiva. Cominciando dalla sfera socio-economica, particolarmente significativa è stata l'attività di Polizia Giudiziaria e Amministrativa volta a eliminare l'annoso fenomeno della vendita abusiva di prodotti ittici sulla banchina, sull'area demaniale e in particolar modo in una piazza del centro cittadino; spazi che tuttora soggiacciono a sequestro giudiziario e sotto continua vigilanza. L'importante e imponente operazione, coordinata magistralmente dall'Autorità Giudiziaria di Trani e condotta in proficua sinergia con altre Forze di Polizia ( Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Capitaneria di Porto di Molfetta e Ufficio Locamare di Trani ), ha centrato due eloquenti obiettivi: da una parte la riappropriazione del territorio e la sua contestuale fruizione da parte della collettività, dall'altra, non meno considerevole, l'eliminazione della minaccia alla salute pubblica costituita dalla vendita di prodotti ittici in carenti condizioni igienico-sanitarie e di conservazione. Peculiare rilevanza ha assunto inoltre per la P.M. di Trani - rimarco nuovamente l'attenzione alla dimensione preventiva e al supremo interesse della vita umana, e non certo, come a volte tendenziosamente si insinua, alle "ragioni di cassa"- il controllo e il presidio delle grandi direttrici di intenso traffico veicolare (Strada Statale 16 bis, Strada Prov.le Trani-Corato, e, in unione con la Polizia Municipale della Città di Andria, la Strada Prov. Trani-Andria), utilizzando l'Autovelox e il Telelaser. Nel merito s'è potuto sperimentare che nell'anno appena trascorso, grazie all'ottimale impiego della tecnologia e delle indubbie professionalità palesate dagli Agenti all'uopo comandati, così come già nel 2005, non sono accaduti nelle predette arterie veicolari incidenti particolarmente gravi o addirittura tragici (mortali). Non va inoltre sottaciuta la sensibile operosità del Corpo in materia ambientale, con una particolare attenzione rivolta al contrasto di tutte quelle attività e abitudini contra-legem che, nell'insieme, non solo deturpano il territorio urbano e l'ambiente naturale, ma anche ne pregiudicano la fruibilità presente e futura. In questo ambito rientrano tutte quelle operazioni in materia di abusivismo edilizio-urbanistico e di incontrollato deposito e smaltimento di rifiuti, ex Decreto Ronchi ora confluito nel D. L.vo sull'Ambiente n° 152 del 2006. Non meno ragguardevole è stato l'impegno profuso e tuttora in corso nella salvaguardia dell'ambiente storico-culturale. Direi che è iniziato un nuovo corso, in verità non era più procrastinabile, visto che non si richiede un'affinata sensibilità estetica per soffermarsi sul fatto che il Mezzogiorno, la Puglia e, in particolare la mia Trani, con la sua storia e la sua bellezza che traspirano dalle sue architetture, dalle sue splendide chiese, dalle facciate dei suoi bei palazzotti "in fiore" e dai suoi silenziosi monasteri duecenteschi, meritano tutta l'attenzione e tutela della Polizia Municipale. E' in questa prospettiva che l'area della nostra Cattedrale romanica, icona identificativa e internazionale che fa di Trani quella che è agli occhi dei suoi cittadini, dei suoi turisti e del mondo, è stata isolata " terapeuticamente " e interdetta alla circolazione veicolare: s'è così messo fine allo scempio acustico e dei gas di scarico che oltraggiavano questo storico monumento che trasuda bellezza nelle sue sfumature di storia, cultura e spiritualità. Innumerevoli sono state poi tutte quelle attività rientranti tra le funzioni limite di Polizia Giudiziaria, Polizia Stradale e attività di Informazione e/o Notificazione; in questo ambito si collocano tutte quelle operazioni legate a fenomeni di polizia urbana, di degrado urbano, sociale, ambientale, ecc., che richiedono capacità di ascolto, disponibilità, collaborazione e capillare conoscenza del territorio e del cittadino. Si tratta di una laboriosità silenziosa ed efficace che, pur non rientrando tra i clamori della cronaca, tuttavia è rivelatrice della presenza rassicurante e risolutiva delle istituzioni e della divisa sul territorio e tra la gente. Di cronaca sportiva devo invece riferire, permettetemi questa lieta digressione, ricordando i successi e le simpatie riscossi dal nostro Gruppo Sportivo; mi sia concesso, quindi, di citare la squadra di atletica e il mitico Agente Ferro Enrico, laureatosi campione d'Italia di corsa su strada in quel di Avola (Sicilia). Un'altra considerazione sento pubblicamente di manifestare, ed è quella di dare atto dell'impegno finanziario assunto dalla Pubblica Amministrazione per l'adempimento della ristrutturazione degli uffici del Corpo, la nuova dotazione tecnologica e l'istituzione presso la nostra sede del sistema di televideosorveglianza. Certo, "si può fare di più", dice una nota canzone. Ma indiscutibile è anche il fatto che il salto nel di più e meglio è condizionato anche dalle risorse umane. Rammento che a fronte di una dotazione organica di circa 80 unità, la Polizia Municipale tranese dispone di soli 35 uomini, ripartiti tra i due turni di servizio. Auspico allora, essendo recentemente scaduto il contratto di lavoro a tempo determinato di 15 Agenti, almeno di rimpinguare l'organico con l'assunzione di un congruo numero di risorse umane. Un'ultima esternazione, e sono davvero all'epilogo di questa relazione, è di personale compiacimento nel constatare, qui riunite per la prima volta, la costruttiva presenza delle Polizie Municipali di Barletta, Andria e Trani, illuminante indizio di comunanza d'intenti da perseguire con fiduciosa costanza nel supremo interesse della neonata BAT. Che dire: SIAMO SULLA STRADA GIUSTA. "Gutta cavat lapidem" (La goccia scava la roccia) dicevano gli antichi, indicando con questa metafora il simbolo della costanza e della fiducia.»Col. dott. Antonio Modugno
Comandante PM Trani

Si ringrazia Domenico Miccoli per il materiale fotografico.
  • Polizia Locale
Altri contenuti a tema
1 Controlli della Polizia locale sulle attività di frutta e verdura: 34 i sopralluoghi effettuati Controlli della Polizia locale sulle attività di frutta e verdura: 34 i sopralluoghi effettuati Lo scopo è contrastare l'abusivismo del suolo pubblico
Musica nei locali oltre i limiti e rifiuti conferiti fuori orario: polizia locale di Trani in azione Musica nei locali oltre i limiti e rifiuti conferiti fuori orario: polizia locale di Trani in azione Aprile un mese fitto di sanzioni. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane
Festa di san Sebastiano, il 2018 è stato un anno «positivo» per la Polizia locale Festa di san Sebastiano, il 2018 è stato un anno «positivo» per la Polizia locale Il comandante Cuocci Martorano: «Ogni giorno gli agenti informano, regolano e difendono i più deboli da grandi e piccole prevaricazioni»
1 Oggi solennità di san Sebastiano, messa solenne con la Polizia locale Oggi solennità di san Sebastiano, messa solenne con la Polizia locale Alla chiesa di San Francesco interverrà anche il sindaco Bottaro
1 A Trani si festeggia San Sebastiano, patrono della Polizia locale d'Italia A Trani si festeggia San Sebastiano, patrono della Polizia locale d'Italia Domenica a San Francesco una messa con gli agenti e il sindaco Bottaro
Polizia locale, nei prossimi giorni controlli sul territorio con il sistema Munipol Street 193 Polizia locale, nei prossimi giorni controlli sul territorio con il sistema Munipol Street 193 Il nuovo apparecchio consentirà rivelazioni del flusso veicolare e ricerca di irregolarità
2 Polizia Locale: da oggi la telecamera per leggere le targhe delle vetture in transito Polizia Locale: da oggi la telecamera per leggere le targhe delle vetture in transito A caccia di auto senza assicurazione e in sosta vietata in un solo passaggio
Ludopatia, controlli a tappetto della Polizia locale nelle sale gioco di Trani Ludopatia, controlli a tappetto della Polizia locale nelle sale gioco di Trani Massima attenzione anche alle occupazioni abusive del suolo pubblico
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.