Lum
Lum
Attualità

Prima la messa in sicurezza della strada, poi l’apertura delle aule nella ex Lum: la richiesta della Lega

 La nota protocollata al Comune di Trani, alla Provincia e all'Ufficio scolastico provinciale

L'annunciato trasferimento di alcune classi di scuole superiori cittadine nelle aule della ex Università Lum sulla strada provinciale Trani-Andria sta provocando una serie di contestazioni: questa mattina la Lega ha protocollato una nota, sottoscritta dai Gianluca Grumo e Giovanni Di Leo nei rispettivi ruoli di Consigliere Provinciale della Bat e di Consigliere Comunale di Trani, inviata al sindaco di Trani, al presidente della Provincia e al dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale.

Avendo appreso "della prossima immediata disponibilità al trasferimento di alcune aule dei Licei di Trani presso la struttura di Via Andria ex sede della Lum" Grumo e Di leo chiedono ai tre destinatari della nota "ciascuno per quanto di competenza, di differire tale trasferimento all'esito della messa in sicurezza del primo tratto della strada Trani - Andria di competenza del Comune di Trani. All'uopo infatti si rappresenta che, come più volte segnalato dal Consigliere Di Leo (con carteggio a disposizione del Presidente della Provincia e del Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale), detto tratto di viabilità comunale versa in precarie condizioni di sicurezza con il manto stradale fortemente ammalorato nonché privo di adeguata segnaletica stradale orizzontale.

Si segnala inoltre che vi è assenza di marciapiedi pedonali con cunette stradali laterali impraticabili perché colme di vegetazione e di rifiuti. Risulta infine assente una minima illuminazione stradale. Alla luce di quanto esposto appare oltremodo inopportuno esporre "una utenza debole" (quali appunto studenti motociclisti o pedoni o dotati di bici) a dei rischi così evidenti per i quali inevitabilmente in caso di malaugurata ipotesi di sinistro si configurerebbe una responsabilità indiretta anche in capo ai destinatari della presente nota. Nel ringraziare per l'attenzione che si presterà alla presente nota si preannuncia (per correttezza personale ed istituzionale) che nel caso si dovesse insistere in tale proposito si renderà inevitabile presentare un esposto alla Autorità giudiziaria competente nonché al Compartimento Polizia Stradale Puglia Sezione di Bari Bat".
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Io e te raccontiamoci, concorso per le scuole sul tema della fragilità Io e te raccontiamoci, concorso per le scuole sul tema della fragilità Il 27 maggio la premiazione degli elaborati più originali
Borse di studio 2021/22 per gli studenti in Puglia: come richiederla Borse di studio 2021/22 per gli studenti in Puglia: come richiederla La domanda si può presentare entro giovedì 9 giugno
Budget raddoppiato per le borse di studio agli studenti pugliesi Budget raddoppiato per le borse di studio agli studenti pugliesi Destinatari studenti e studentesse delle scuole superiori della Puglia a basso reddito
La Giunta regionale ha deciso: tutti in classe il 14 settembre La Giunta regionale ha deciso: tutti in classe il 14 settembre Approvato dall'esecutivo pugliese il calendario scolastico 2022/2023
Accesso al servizio di trasporto scolastico per alunni con disabilità Accesso al servizio di trasporto scolastico per alunni con disabilità Le domande dovranno essere presentate entro l'8 giugno
Assistenza domiciliare educativa, il 28 giornata di formazione Assistenza domiciliare educativa, il 28 giornata di formazione Il convegno a Palazzo San Giorgio a partire dalle ore 9
Moro vive, martedì incontro con gli studenti dell'Istituto Aldo Moro Moro vive, martedì incontro con gli studenti dell'Istituto Aldo Moro Il progetto consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica dello statista di Maglie
Gabriele Clima alla Baldassarre, si alza un vento di Bellezza Gabriele Clima alla Baldassarre, si alza un vento di Bellezza Lo scrittore di successo ha incontrato gli studenti, ad accoglierlo anche l'assessore Zitoli
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.