Carcere di Trani
Carcere di Trani
Vita di città

Sindacato Polizia Penitenziaria: nel carcere di Trani condizioni igieniche inumane, da lager

Dalla denuncia dello scorso aprile nessuna risposta dalle autorità competenti

Per detenuti e poliziotti condizioni inaccettabili, che hanno superato ormai ogni limite di decenza: é l'ennesima denuncia inviata da Federico Pilagatti, segretario nationale del Sappe, che riceviamo e pubblichiamo integralmente.

"Già IL 19 Aprile u.s. il SAPPE aveva denunciato pubblicamente la scandalosa situazione della sezione semiliberi di Trani, dove in ambienti fatiscenti ed insalubri continuano ad essere ristretti i detenuti.

Tutto è iniziato con lo scoppio della pandemia con il provveditore regionale dell'amministrazione penitenziaria di Bari, nonostante la Puglia fosse la più affollata della nazione con il 150% di presenze ha voluto a tutti i costi l'apertura di tale padiglione, nonostante una situazione igienica sanitaria da terzo mondo, ove i detenuti giornalmente vengono offesi nella loro dignità di esseri umani.

Avevamo anche denunciato l'assenza dei "professionisti del carcere" quali garanti, associazioni, radicali ecc.ecc., che hanno chiuso gli occhi benchè detenuti siano costretti a fare i loro bisogni corporali senza alcuna privacy nella stessa stanza dove mangiano, dormono, e passano tutta la maggior parte della loro giornata, peggio degli animali, oppure a lavarsi in locali fatiscenti degni dei lager nazisti!
Purtroppo questa situazione non colpisce solo i ristretti, ma anche i poliziotti penitenziari costretti a lavorare in ambienti fatiscenti, sporchi e freddi.

Il 5 Maggio visitava quella sezione il Capo del DAP Renoldi che constatava tutta la criticità della situazione. Nonostante il clamore suscitato, il reparto continua a rimanere aperto, per cui il SAPPE con una missiva trasmessa il 26 Maggio ha chiesto l'intervento del Garante dei detenuti, dell'ASL BAT, del Sindaca della Città di Trani, tutte autorità che potrebbero intervenire per far cessare questa vergogna!

A tutt'oggi nessuno ha risposto nonostante abbiano il diritto/dovere di intervenire per le funzioni che la legge assegna loro, mentre detenuti e poliziotti continuano vivere in una condizione che ne offende la dignità e viola i diritti".
  • Carcere di Trani
Altri contenuti a tema
“Behind bars. Rock oltre le sbarre”, oggi nella Casa circondariale di Trani  “Behind bars. Rock oltre le sbarre”, oggi nella Casa circondariale di Trani  L'evento fa parte di una serie di quattro incontri
Presunte condotte illecite nel carcere di Trani, sospesi due agenti della Polizia Penitenziaria Presunte condotte illecite nel carcere di Trani, sospesi due agenti della Polizia Penitenziaria Favorivano detenuti in cambio di denaro
Don Raffaele Sarno: "Lo strazio del carcere nell'abbraccio, dopo anni, di due madri coi propri figli" Don Raffaele Sarno: "Lo strazio del carcere nell'abbraccio, dopo anni, di due madri coi propri figli" Il cappellano del carcere racconta su fb un' esperienza toccante e dolorosa
Cerimonia di dedicazione dell'aula bunker nella casa circondariale alla memoria di Antonio Lorusso Cerimonia di dedicazione dell'aula bunker nella casa circondariale alla memoria di Antonio Lorusso L'appuntato fu ucciso nel maggio del 1971 insieme al Procuratore della Repubblica di Palermo Scaglione
Carcere di  Trani, Sappe: "Ancora violenza  dei detenuti… quando finirà?" Carcere di  Trani, Sappe: "Ancora violenza  dei detenuti… quando finirà?" Il sindacato Polizia penitenziaria denuncia invano da mesi l' impellenza di correre ai ripari 
Riabilitazione psichiatrica in carcere, oggi la presentazioni dei progetti in biblioteca Riabilitazione psichiatrica in carcere, oggi la presentazioni dei progetti in biblioteca Inoltre sarà sottoscritto il protocollo di intesa per la costituzione di un tavolo tecnico
Sappe: «Una vergogna da chiudere le sezioni del carcere di Trani» Sappe: «Una vergogna da chiudere le sezioni del carcere di Trani» Il sindacato di Polizia penitenziaria interviene nuovamente sulle condizioni di detenuti e personale
Due anni e otto mesi al giovane che evase dal carcere di Trani Due anni e otto mesi al giovane che evase dal carcere di Trani Deve anche finire di scontare una condanna per omicidio
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.