Cronaca

Svolta nelle indagini sui collettori alluvionali

La polizia municipale: «Non ci sono allacciamenti fognari abusivi». I tecnici hanno accuratamente ispezionato le due condutture senza riscontrare alcun tipo di infiltrazione

"I cittadini di Trani possono stare tranquilli, il mare di Trani non è inquinato da scarichi irregolari provenienti dalla fognatura nera". Tranquillizza tutti, il comandante della Polizia Municipale, Col. Antonio Modugno, incaricato dalla Procura della Repubblica di Trani di indagare sulle presunte emissioni inquinanti riscontrate in mare il 20 agosto scorso presso i terminali dei collettori alluvionali della città.
In mattinata, alla presenza dei responsabili dell'Ufficio Tecnico comunale, dell'Amiu, dell'Ufficio del Demanio Marittimo e dell'Acquedotto Pugliese e in coordinamento con Nicola Stringaro, dirigente responsabile del servizio igiene pubblica di Trani Asl/Bat 1, la Polizia Municipale ha portato a termine un controllo di polizia giudiziaria ambientale lungo i due collettori alluvionali che sboccano in corrispondenza del lungomare Chiarelli, a ridosso della villa comunale. Per circa un chilometro e mezzo, partendo dall'ex strada Torrente Antico (proprio alle spalle del comando della polizia municipale), i tecnici hanno accuratamente ispezionato le due condutture senza riscontrare alcun tipo di infiltrazione, né scarichi fognari abusivi. Nel corso dell'ispezione si è evidenziata solo la mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura.
"Nessuna traccia di allacciamenti fognari inquinanti", ribadisce Modugno secondo cui "a questo punto, riguardo al materiale sospetto avvistato in mare il 20 agosto scorso da parte di alcuni cittadini, l'ipotesi investigativa è che si sia trattato di un fatto episodico. Un caso provocato probabilmente dallo sversamento abusivo di liquami, in un tombino, da parte di un autospurgo. Attendiamo i risultati dei prelievi effettuati nei giorni scorsi ma ritengo che i cittadini possano star sicuri sul generale buono stato di salute del mare di Trani".
Sulle iniziative della Procura della Repubblica è intervenuto il sen. Visibelli che per primo ha segnalato il disagio procurato alla cittadinanza dal collettore alluvionale: «Esprimo sincero compiacimento perchè la mia segnalazione riportata con risalto sui media il 22 agosto scorso ed afferente i cosiddetti "collettori alluvionali" tramutati in fognoni che riversano liquami in mare, sotto la nostra bella Villa Comunale, ha trovato pronto riscontro nell'iniziativa della Procura della Repubblica (n.4472/06 del 24.08.06 mod.21) che ha delegato attività di Polizia Giudiziaria alla ASL ed alla Polizia Municipale. Come già i vecchi amministratori con tute e stivali scendemmo nelle viscere (giusto termine!) di Trani, lunedi 4 settembre 2006 alle ore 9 nuovi cirenei si recheranno nei collettori per verificare quello che l'olfatto e la vista dei Tranesi e dei forestieri da tempo rileva quando si trovano in via Torrente Antico, in prossimità dell'Hotel Trani. Mi chiedo e chiedo, sconsolatamente, se bisognava aspettare la segnalazione di Forza Trani e dei media per attivare un'attività doverosa che riguardava miasmi esalanti da un luogo ubicato a poche decine di metri dalla ASL e dal Comune e per il quale passano centinaia di persone al giorno. Comunque, meglio tardi che mai! Mi auguro che l'opinione pubblica cittadina in questa occasione faccia sentire la propria severa attenzione per l'attività di repressione e di definitiva eliminazione di questa pericolosa barbarie che si protrae da tanto, troppo tempo.»
  • Polizia Locale
  • Collettore alluvionale
Altri contenuti a tema
Polizia locale, intensificati i controlli in città: da oggi in servizio altri quattro agenti Polizia locale, intensificati i controlli in città: da oggi in servizio altri quattro agenti Il sindaco annuncia anche una nota di chiarimento per le persone nella condizione di autismo
8 Una Trani che non si chiude ma controlla a dovere Una Trani che non si chiude ma controlla a dovere Contro ogni forma d'irresponsabilità
Emergenza sanitaria, barriere di filtraggio circondano la città per controllare gli automobilisti Emergenza sanitaria, barriere di filtraggio circondano la città per controllare gli automobilisti Oggi 40 denunce per mancata osservanza delle misure per il contenimento della diffusione del Coronavirus
Coronavirus, nella Bat 998 persone e 362 esercizi commerciali controllati​ Coronavirus, nella Bat 998 persone e 362 esercizi commerciali controllati​ I numeri dei controlli effettuati dalle forze dell'ordine: denunciate più di 100 persone
Emergenza Coronavirus, Polizia locale e di Stato presidiano Trani Emergenza Coronavirus, Polizia locale e di Stato presidiano Trani Continuano gli interventi di sanificazione dell'Amiu
4 Sorpreso a scaricare rifiuti su una complanare, multato dalla Polizia locale Sorpreso a scaricare rifiuti su una complanare, multato dalla Polizia locale Bottaro: «Tolleranza zero per chi sporca»
Vendita di alcol in bottiglie di vetro dopo le 22: controlli mirati della Polizia locale Vendita di alcol in bottiglie di vetro dopo le 22: controlli mirati della Polizia locale Nel mirino i locali e i distributori automatici di bevande
San Sebastiano: la Polizia locale ieri in festa San Sebastiano: la Polizia locale ieri in festa Il sindaco Bottaro «Periodo di grande rilancio del corpo, sia in termini di mezzi che di uomini»
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.