Persona al telefono
Persona al telefono
Sanità

Un'odissea per una prescrizione medica: la lettera di una mamma tranese

Una concittadina ci scrive di quanto debba penare ogni volta per ottenere una prescrizione dal Centro Polifunzionale nell'ospedale di Trani

Sono storie che ci addolora molto sentire e riportare. E la domanda resta sempre quella: com'è possibile? Soprattutto con i problemi della pandemia certe pratiche si sarebbero dovute velocizzare attraverso il telefono o la rete, tanto più che i cittadini sono invitati a ricorrere a accessi alternativi a code e assembramenti: invece qui a a Trani (purtroppo sappiamo non solo nella nostra città ma è tutt'altro che una consolazione) un'operazione semplice come la richiesta di un farmaco vitale per un ragazzino affetto da una patologia cronica diventa un ostacolo da affrontare con sforzo fatica e tempo, tanto tempo perso inutilmente .

Siamo nell'era dell'informatizzazione, lo smart working è diventata normale amministrazione, organizzare i servizi primari come la sanità dovrebbe essere una priorità. E invece una mamma ci scrive sfiancata da giorni di tentativi per ottenere la ricetta medica attraverso il Centro Polifunzionale Territoriale presso l'ospedale di Trani per suo figlio di 14 anni affetto da morbo di Chronn che fa una terapia di 3 pastiglie quotidiane.

L'Odissea che la signora è costretta ad affrontare ogni volta la lasciamo al suo racconto diretto, alla lettera che ha scritto in redazione sfiancata da ore e giorni trascorsi invano a un telefono sempre occupato.

"Buongiorno,
mi rivolgo a voi perchè davvero non so come agire. Ho un figlio di 14 anni affetto da Morbo di Chronn che fa una terapia di 3 pastiglie al giorno. Da quando è passato dal pediatra al medico curante è davvero diventato un problema ottenere la prescrizione di questo farmaco, non per il mio medico ma per i centralini del centro pulinfunzionale territoriale che si trova presso l'Ospedale di Trani, che sono CONTINUAMENTE occupati.

Nelle 3 ore della giornata in cui il medico presta servizio e io posso telefonare, resto in attesa o mi si dice di richiamare in seguito. Spesso sfinita da giorni di attesa, mi reco personalmente in ospedale per farmi fare la ricetta (che altrimenti, mi verrebbe inviata tramite e.mail). In questo momento scrivo alla vostra redazione perchè da lunedì ad oggi, con una media di 10/13 telefonate in 3 ore e con 10/15 min di attesa, ancora non sono riuscita ad ottenere questa ricetta, in più avendo l'auto rotta, non riesco neanche a recarmi personalmente in ospedale.

È possibile che non si possa risolvere in nessun modo questa situazione e che noi cittadini tranesi dobbiamo continuare a sopportare tutti questi disagi?

Non vogliono che vai di persona per evitare assembramenti e comunque non si riesce a chiamare, chi ha qualcuno affetto da patologie croniche come nel mio caso come dovrebbe fare, a chi si dovrebbe rivolgere? Grazie mille e cordiali saluti".
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Fials Bat: «Servizi a rischio per la grave carenza di personale ausiliario» Fials Bat: «Servizi a rischio per la grave carenza di personale ausiliario» L'organizzazione sindacale: «Si proceda subito con le assunzioni per garantire pulizie e sanificazioni negli ospedali»
Accesso negli ospedali pugliesi, obbligo Green Pass per gli accompagnatori Accesso negli ospedali pugliesi, obbligo Green Pass per gli accompagnatori La decisione riguarda tutte le strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali della Regione Puglia
Il nuovo ospedale di Andria: in diretta Fb stasera la presentazione del progetto Il nuovo ospedale di Andria: in diretta Fb stasera la presentazione del progetto L'evento condiviso con il territorio attraverso la trasmissione sui canali YouTube e facebook della Asl Bat
Quinta donazione multiorgano nel 2021 al Bonomo di Andria Quinta donazione multiorgano nel 2021 al Bonomo di Andria La donatrice una donna di 46 anni
6 Fra Bisceglie e Molfetta il nuovo ospedale del Nord barese, Trani ancora esclusa Fra Bisceglie e Molfetta il nuovo ospedale del Nord barese, Trani ancora esclusa La struttura servirà un bacino di 235mila abitanti tra le province di Bari e Bat
«Continuiamo la battaglia contro il virus onorando la memoria delle vite spezzate dalla pandemia» «Continuiamo la battaglia contro il virus onorando la memoria delle vite spezzate dalla pandemia» Dichiarazione del presidente regionale dell’Associazione Italiana Ospedalità Privata, dottor Potito Salatto
1 Nessuna proroga per i 164 Operatori socio sanitari della Bat mandati a casa Nessuna proroga per i 164 Operatori socio sanitari della Bat mandati a casa Domani protestano davanti alla Presidenza della Regione
Sanità, il Sindacato degli Infermieri: «Soddisfatti per conferma del ministro Speranza» Sanità, il Sindacato degli Infermieri: «Soddisfatti per conferma del ministro Speranza» «Ora si dia impulso concreto per la ulteriore valorizzazione economica della nostra categoria»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.