Vaccino antinfluenzale
Vaccino antinfluenzale
Sanità

Vaccino anti influenzale, Regione ribadisce obbligo per le categorie socio-sanitarie

Richiesto un rafforzamento delle misure di prevenzione

L'assessore alla Politiche della Salute, Pier Luigi Lopalco e il direttore del Dipartimento Politiche della Salute, Vito Montanaro, hanno inviato alle Asl, alle aziende ospedaliere, agli Irccs pubblici e privati, agli enti ecclesiastici, ai sindacati e agli Ordini professionali una nota con le indicazioni in tema di obblighi vaccinali contro l'influenza per gli operatori sanitari.

"Vaccinarsi – spiega l'assessore Lopalco – tutela la sicurezza di operatori sanitari e dei pazienti. In questo periodo critico poi è assolutamente utile per abbassare la circolazione del virus. Per questo la Regione ha deciso di regolamentare la materia e rendere obbligatoria la vaccinazione per chi accede ai reparti degli istituti di cura".

"La stagione influenzale 2020-21 si caratterizzerà – si legge – per una co-circolazione di virus influenzali e del virus SARS Covid tale da richiedere un rafforzamento delle misure di prevenzione delle epidemie, con particolare riferimento all'ambito assistenziale socio- sanitario".

Con la lettera inviata ieri, si ricordano gli obblighi di legge regionale per la vaccinazione degli operatori sanitari. La legge prevede l'impiego dei soli operatori idonei allo svolgimento della mansione e della specifica attività presso strutture di assistenza.

Gli operatori sanitari sono, a causa del loro contatto con i pazienti e con materiale potenzialmente infetto, a rischio di esposizione e di malattie come l'influenza prevenibili attraverso la vaccinazione.

Il regolamento regionale prevede l'esecuzione annuale per tutti gli operatori sanitari, disponendo, in caso di rifiuto, l'adozione da parte del medico competente di specifiche prescrizioni tese alla minimizzazione del rischio infettivo.

"La Corte Costituzionale – si legge infine – ha ribadito che la Regione ha legittimamente disciplinato in forza delle sue competenze".

"Invitiamo quindi – ha concluso il direttore Montanaro - tutti gli enti, i sindacati, gli ordini e le associazioni a dare la massima diffusione alla nota, evidenziando l'importanza del rispetto degli obblighi vaccinali quale misura di prevenzione e protezione con l'impegno alla massima sensibilizzazione di tutti gli operatore del Servizio sanitario regionale".
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Vaccino antinfluenzale: "Distribuite già 900 mila dosi e le altre sono in arrivo" Vaccino antinfluenzale: "Distribuite già 900 mila dosi e le altre sono in arrivo" Le assicurazioni dell'assessore alla Salute, prof. Pier Luigi Lopalco fa il punto sulla distribuzione del vaccino in Puglia
Nessun “Covid-Hotel” nella Bat, D’Alberto: “Dimenticanza o scelta?” Nessun “Covid-Hotel” nella Bat, D’Alberto: “Dimenticanza o scelta?” Il segretario generale della Cgil Bat chiede immediati interventi per colmare l’assenza
1 Portata a 3062 posti letto la rete ospedaliera Covid in Puglia Portata a 3062 posti letto la rete ospedaliera Covid in Puglia Oltre a Bisceglie, nella rete Covid della Bat si aggiunge anche l'ospedale di Barletta e il Ppa di Canosa
1 Coronavirus, allarme Ordine dei medici: la sanità in Puglia rischia il collasso Coronavirus, allarme Ordine dei medici: la sanità in Puglia rischia il collasso Filippo Anelli: "Tra un mese possibili 400 morti e saturazione posti letto". Ecco i numeri dei ricoveri
Vaccino antinfluenzale, Fdi: "Ritardi gravi ed inaccettabili, presto sarà caos sanitario" Vaccino antinfluenzale, Fdi: "Ritardi gravi ed inaccettabili, presto sarà caos sanitario" Il consigliere regionale Zullo denuncia: "I medici di base sono ancora sprovvisti"
Vaccini antinfluenzali, nella Bat distribuite 30mila dosi Vaccini antinfluenzali, nella Bat distribuite 30mila dosi Avviata la distribuzione ai medici e ai pediatri in tutte le province pugliesi
Un'equipe multidisciplinare nelle cure mediche di base Un'equipe multidisciplinare nelle cure mediche di base La proposta della Fnmceo condivisa dagli Psicologi di Puglia
Grave carenza di personale ausiliario nella Asl Bt: la Fials chiede immediate assunzioni Grave carenza di personale ausiliario nella Asl Bt: la Fials chiede immediate assunzioni Si mobilita la Segreteria Territoriale dell'Organizzazione sindacale chiedendo l'intervento della Direzione della Asl Bt
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.