Villa Bini
Villa Bini
Vita di città

Villa Bini, da residenza dell'alta borghesia a campo rom

Le famiglie stazionano nel parco durante tutta la giornata

Villa Bini continua a far parlare. Se non molto tempo fa il suo problema principale era rappresentato dal degrado e dallo stato di abbandono, ad oggi invece possiamo affermare che il suo problema principale sia la mancanza di severi controlli. Il parco ormai è diventato la fissa dimora di famiglie rom, che stazionano al suo interno ogni giorno.

Frequentatori e passanti, purtroppo, hanno constatato con i loro occhi che il parco viene utilizzato dai rom come area pic-nic, con ragazzini sempre lì sdraiati anziché andare a scuola. Senza contare il fatto che qualche passante ha segnalato anche adulti intenti a fare i loro bisogni tra l'erba in pieno giorno, come se nulla fosse. Un oltraggio al decoro urbano e pubblico che nessuno tollera più, tanto che ormai sono in pochi ormai a frequentare l'area giochi. Il tutto si verifica sotto gli occhi indifferenti del personale della cooperativa che dovrebbe occuparsi anche della sorveglianza del parco, almeno durante gli orari di apertura al pubblico.

In realtà parlare di apertura al pubblico è cosa che fa sorridere, dal momento che l'area è accessibile 24 ore al giorno dalla parte retrostante, affacciata sulla nuova via Benedetto Ronchi. Quando l'area verde venne inaugurata dal Comune nel maggio 2014, c'erano dei pannelli in legno a protezione, poi caduti uno per uno. E così l'area rimane aperta, di giorno come di notte. E intrusioni si verificano, con ogni probabilità, anche nell'edificio in stile Liberty ormai disabitato, dopo che anche la sua recinzione è caduta. Ma su quello non è possibile ipotizzare alcun intervento pubblico dal momento che si tratta di una proprietà privata. Per la parte del giardino è stata aggiudicata di recente, la manutezione straordinaria, che prevede anche la sistemazione di barriere verdi a protezione dell'area retrostante. In pratica siepi o alberi, che però difficilmente potranno essere un deterrente efficace. Ma sicuramente saranno meglio del "nulla" che c'è ora.
rom villa biniVilla BiniVilla Bini
  • Villa Bini
Altri contenuti a tema
Struttura pericolante a Villa Bini: area delimitata con nastro segnaletico Struttura pericolante a Villa Bini: area delimitata con nastro segnaletico L'intervento della Polizia locale per motivi di sicurezza
Villa Bini, terminati gli interventi di bonifica disposti dall'assessore di Gregorio Villa Bini, terminati gli interventi di bonifica disposti dall'assessore di Gregorio Ancora una volta rimosse l'erba alta e la sporcizia
1 Villa Bini, terminati gli interventi di bonifica del parco Villa Bini, terminati gli interventi di bonifica del parco Rimossa l'erba alta e la sporcizia. Ora l'area assume un nuovo volto
1 Villa Bini, terminati gli interventi di bonifica del parco Villa Bini, terminati gli interventi di bonifica del parco Nei prossimi giorni previste anche attività di rimozione di rifiuti speciali nelle campagne tranesi
4 Parco giochi su misura per tutti, Trani ottiene il finanziamento regionale Parco giochi su misura per tutti, Trani ottiene il finanziamento regionale In arrivo 10mila euro per i grandi spazi verdi della città
Villa Bini, sparisce il prato. E non solo Villa Bini, sparisce il prato. E non solo Interventi in vista dei lavori di manutenzione straordinaria
3 Villa Bini, aggiudicata in via definitiva la manutenzione del parco Villa Bini, aggiudicata in via definitiva la manutenzione del parco Al via i lavori per quasi 30mila euro. Siepi ed alberi come barriere
Villa Bini, da parco pubblico a "prato verde" per picnic Villa Bini, da parco pubblico a "prato verde" per picnic L'area è utilizzata da famiglie rom per mangiare e non solo
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.