Calcio

Il Trani perde al "Fanuzzi" di Brindisi: 2-0 il finale

A segno Fruci ed Antenucci, Vigor contestata dai tifosi

BRINDISI: Costantini (8'st Pizzolato), Ruscigno, Battista, Cordisco (25'st Iaia), Ianniciello, Fruci, Procida, Quarta (28'st Merito), Marino, Antenucci, Girardi (8'st Santoro) All. Rufini

TRANI: Petranca, Cepele, Prete, Schirizzi, Camasta, Sfiligoi, Bartoli (26'st Venza), Mazzilli, Mongiello, Negro (1'st Terrone), Moussa All. Sangirardi

ARBITRO: Spina di Barletta

RETI: 11'pt Fruci, 37'st rig. Antenucci

Suggestiva trasferta del Trani impegnato contro il quotato Brindisi nello storico stadio "Franco Fanuzzi". Accompagnati da un buon numero di sostenitori autori di una discreta prestazione canora, i ragazzi di Sangirardi subiscono le iniziative dei padroni di casa (orchestrati dalla sapiente regia di un calciatore di categoria superiore come Dino Marino) che con Procida, Antenucci e soprattutto Girardi (ubriacante azione personale sventata dall'estremo ospite) sfiorano il vantaggio. Sfiligoi non aggancia da pochi passi un ottimo spunto di Negro, sul successivo ribaltamento di fronte (12') sono invece i locali a realizzare di testa con Fruci che approfitta di una mancata uscita di Petranca depositando in rete un perfetto cross di Girardi.

Il portiere tranese mura un velenoso calcio piazzato di Antenucci con l'ausilio del palo, dall'altro lato è Costantini ad opporsi maldestramente ad una perfida parabola su punizione di Negro. Clamorosa opportunità per quest'ultimo allorquando non riesce ad impattare in prossimità della linea una precisa sponda di Sfiligoi mentre qualche minuto più tardi Moussa spedisce a lato di prima intenzione un servizio di Mongiello generato da un'incomprensione difensiva. La prima frazione si conclude con l'intervento di Petranca che blocca un fendente di Procida.

La ripresa è inaugurata da momenti di tensione nel settore ospiti tra alcuni ultras ed il direttore sportivo Morgese, episodio causato dalla diversità di vedute tra tifoseria e dirigenza. Sul terreno di gioco Quarta ed Antenucci non inquadrano lo specchio in un paio di circostanze (esterno della rete e soluzione alle stelle da favorevole posizione) ma è la Vigor a reclamare un legittimo penalty per un evidente placcaggio di Ruscigno ai danni di Moussa: il direttore di gara, la cui condotta si è rivelata pessima, osserva e non sanziona tra l'incredulità degli appassionati brindisini. Il sempre pacato mister Sangirardi viene addirittura allontanato per proteste su segnalazione dell'assistente di linea.

Al 37' un'incursione di Santoro nell'area tranese è coronata da un autentico tuffo che inganna lo sprovveduto Spina della sezione di Barletta (inopportuna la designazione di arbitri originari di città "rivali" quali Andria, Barletta, Bisceglie e Molfetta) il quale assegna un rigore inesistente, come confermato dalle immagini televisive: rosso per Camasta e raddoppio di Antenucci dagli undici metri. Il fischietto, ormai in preda alla confusione, esacerba gli animi espellendo ingiustamente il messapico Merito che nella circostanza non commette alcuna infrazione. A fine gara il Trani abbandona il campo tra i fischi dei propri supporters che contestano l'opaca prestazione sciorinata sul prato del "Fanuzzi" e soprattutto la situazione precaria creatasi nelle ultime settimane (un punto ottenuto tra Molfetta, Avetrana e Brindisi a cui si somma l'eliminazione dalla Coppa Italia) mentre gli uomini diretti da Rufini esultano per il meritato successo che vale il secondo posto in graduatoria a quota 9.
Brindisi TraniBrindisi TraniBrindisi TraniBrindisi Trani
  • Asd Vigor Trani
Altri contenuti a tema
Due reti di AP9, Pellegrino neutralizza un rigore ed il Trani supera la temibile Deghi: 2-1 al Comunale Due reti di AP9, Pellegrino neutralizza un rigore ed il Trani supera la temibile Deghi: 2-1 al Comunale Il portierino: «Felice per la parata e per la mia città», Picci: «Merito categorie superiori ma amo l'affetto dei tifosi»
Vigor Trani, ultimo appuntamento interno del 2019 contro la matricola Deghi Calcio Vigor Trani, ultimo appuntamento interno del 2019 contro la matricola Deghi Calcio Fumai e Partipilo già a disposizione di Sisto, leccesi allenati dall’ex giallorosso Giuliatto
Trani tra “attacchi”, precisazioni e successi: periodo movimentato in casa Vigor Trani tra “attacchi”, precisazioni e successi: periodo movimentato in casa Vigor Dichiarazioni del giornalista Prigigallo e ricorso respinto dell’Unione Bisceglie compattano i tifosi biancazzurri
Un Trani irriconoscibile perde nettamente a Molfetta: 4-1 per i biancorossi nel derby Un Trani irriconoscibile perde nettamente a Molfetta: 4-1 per i biancorossi nel derby Negro illude i biancazzurri travolti dalle reti di Lavopa, Morra e Legari. Vigor sempre al quarto posto
Derby playoff per il Trani: al "Poli" di Molfetta presenti anche i tifosi biancazzurri Derby playoff per il Trani: al "Poli" di Molfetta presenti anche i tifosi biancazzurri Fiducia e determinazione nella Vigor, qualità ed esperienza tra i biancorossi. Fischio d'inizio alle 16
Il match Molfetta Calcio - Vigor Trani si giocherà a porte aperte Il match Molfetta Calcio - Vigor Trani si giocherà a porte aperte I tranesi potranno assistere alla partita nel settore riservato ai tifosi ospiti
1 Doppietta di Stancarone nel primo tempo e sigillo di AP9 nel recupero: Trani-Vieste 3-2 Doppietta di Stancarone nel primo tempo e sigillo di AP9 nel recupero: Trani-Vieste 3-2 Pioggia torrenziale a Terlizzi, Picci ai tifosi: «Grazie per esser stati con noi anzichè davanti alla tv»
Il Trani affronta il Vieste a Terlizzi per consolidare il piazzamento playoff Il Trani affronta il Vieste a Terlizzi per consolidare il piazzamento playoff La gara sul sintetico del "Città dei Fiori" giunge in una fase cruciale del torneo
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.