Amet
Amet
Enti locali

Amet, i sindacati proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori e puntano il dito contro il Comune di Trani

«Anche l'Ente contribuisce ad affossare l’azienda in quanto non paga i servizi erogati dalla società»

Il giorno 29/Ott/19 a seguito di incontro con il management di Amet, è stato proclamato lo stato di agitazione del personale Amet del settore Elettricità da parte delle Rsu e dalle Ooss Flaei Cisl e Ugl Chimici Energia.

I rappresentanti sindacali dei lavoratori ritengono che vi è una crisi grave perché è caratterizzata dalla sofferenza di quasi tutti i punti essenziali che determinano la buona e cattiva salute di un'azienda: crisi di strategia, crisi di costi, crisi economica, crisi strutturale, crisi di assenza di un piano industriale serio, credibile e di crescita industriale.

I sindacati denunciano la perdita di esercizio per l'anno 2018, anche negli anni precedenti c'erano tutti i sintomi evidenti di una crisi aziendale. I sindacati evidenziano che la situazione economica e la conduzione gestionale di Amet non consente più né distrazione, né rinvii, né si possono accettare alibi o una sorta di tirare a campare sia da parte degli amministratori di Amet e sia da parte del Socio Unico ovvero il Sindaco di Trani.

Della situazione venutasi a determinare nell'Azienda, i sindacati prendono atto dello stato di confusione in cui versa il Socio Unico di Amet, in cui le proprie doglianze le manifesta attraverso i vari organi di stampa evitando fin dal suo insediamento, un confronto con i rappresentanti aziendali. Anche il Comune di Trani contribuisce ad affossare l'Amet in quanto non paga i servizi erogati dalla societa Amet nei confronti del Comune di Trani (ci risultano diversi milioni di credito di Amet).

Signor Sindaco, lei lo sa? Mettere ordine nella gestione Amet, soprattutto dal punto di vista della politica industriale, è compito di un'amministrazione <>. il Sig. Sindaco sapeva della situazione di Amet perché i bilanci, da Lui approvati, riportano i dati relativi ai crediti di Amet sin dal 2014 (bilancio 2015). Ed questo il vero problema di Amet: non riuscire a riscuotere quanto gli spetterebbe, da noi sempre evidenziato, ma a cui nessuna amministrazione ha posto rimedio.

In campagna elettorale abbiamo ascoltato ben altri propositi per lo sviluppo di Amet. Chi l'ha visto docet! Ricordiamo a qualche amministratore e/o consigliera comunale, che non conoscendo la materia ed il Ccnl, pur d'apparire, dovrebbe astenersi dal dispensare sproloqui sui dipendenti. Siamo disposti ad un confronto sulle problematiche di Amet. Dei debiti del comune verso Amet nessuno ne parla?

Amet spa non è una società in House (vedi sentenze della Cassazione) ed il settore elettricità è regolata da un contratto privatistico. E 'strano però che mentre per Amiu ( società in House) il cosidetto controllo analogo esprima pareri di non competenza nelle questioni interne ( vedi parere sulle assunzioni ) per Amet, che non è società in House ritengano il contrario, ma non si esprimono. Questi amministratori, in un momento delicato e di sofferenza aziendale, anziché coinvolgere direttamente i sindacati, preferiscono lo scontro e il braccio di ferro.

La protesta dello stato di agitazione è anche contro chiunque volesse perseverare nelle logiche fallimentari di Amet, la protesta non è contro l'Azienda, ma è a difesa della stessa. Signor Sindaco, nonostante le nostre richieste ai nostri incontri mai è stato presente e l'unica cosa che Lei è la sua amministrazione sa fare è l'attacco ai dipendenti dimenticando le vostre responsabilità.

Flaei-Cisl, Paradiso Emanuele
Rsu, Musicco Leonardo, Di Toma Francesco
Ugl, Cosimo Uria



  • Amet
Altri contenuti a tema
Amet, Fratelli d'Italia: «Chi ha sbagliato ne paghi le conseguenze» Amet, Fratelli d'Italia: «Chi ha sbagliato ne paghi le conseguenze» Il direttivo commenta il bilancio in passivo della società evidenziando errori e responsabilità politiche
Mariangela Caputo, Chiara Civello, Amet e lungomare: le pagelle Mariangela Caputo, Chiara Civello, Amet e lungomare: le pagelle Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
Amet chiude il bilancio in passivo, Italia in Comune, Fronte Democratico e Trani Decide puntano il dito contro il sindaco Amet chiude il bilancio in passivo, Italia in Comune, Fronte Democratico e Trani Decide puntano il dito contro il sindaco «È l'artefice di questo disastro e finalmente si è autodenunciato»
1 Amet, l'azienda chiude con un un passivo di circa 1 milione. Bottaro: «Gravi e perduranti inadempienze» Amet, l'azienda chiude con un un passivo di circa 1 milione. Bottaro: «Gravi e perduranti inadempienze» Il sindaco: «Situazione non più tollerabile e richiede azioni forti ed incisive oltre che immediate»
1 A Trani arrivano i parcometri, pubblicato il bando sul sito dell'Amet A Trani arrivano i parcometri, pubblicato il bando sul sito dell'Amet Scongiurata l'ipotesi dell'esternalizzazione del servizio
La notte bianca degli incarichi legali in Amet. E sul Sistema Trani vi dico che... La notte bianca degli incarichi legali in Amet. E sul Sistema Trani vi dico che... Mazza e panella di Giovanni Ronco
1 Amet, l'avvocato Francesco De Marinis è il nuovo presidente Amet, l'avvocato Francesco De Marinis è il nuovo presidente Annunciato il Consiglio di amministrazione. Ecco gli altri nomi
Amet impazza (ancora) il totonomi per la presidenza Amet impazza (ancora) il totonomi per la presidenza E intanto per Stp si profila la tempesta perfetta
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.