Andrea Ferri
Andrea Ferri
Attualità

Andrea Ferri: «Amet in alto mare, senza una guida efficace ed efficiente»

Il consigliere di Fratelli d'Italia evidenzia l'incapacità gestionale dell'azienda

«Il comunicato stampa apparso in queste ore a firma delle sigle sindacali di Amet è in linea con il mio intervento dello scorso consiglio comunale tenutosi il 29 luglio, nel merito condiviso anche da altri colleghi di opposizione. In consiglio comunale ho evidenziato come Amet navighi in alto mare senza una meta e senza una guida efficace ed efficiente». A parlare è Andrea Ferri, consigliere comunale di Fratelli d'Italia.

«In un mercato libero fatto di squali Amet difficilmente riuscirà a trovare una collocazione con questo management. Ho evidenziato tutta l'incapacità gestionale facendo emergere i numeri che vedono crescere negli ultimi anni reti e impianti ma paradossalmente registrano una diminuzione drastica del personale a svantaggio del servizio stesso e dei contribuenti che da decenni e decenni contribuiscono con la loro fedeltà alla rete locale, facendo si nel tempo che l'azienda potesse crescere. Nell'assenza totale di un piano industriale che collochi in qualche modo l'azienda in un contesto forte e competitivo l'amministrazione comunale continua a sbeffeggiare Amet prevedendo di sottrarle servizi quali i parcheggi e (sembrerebbe) la gestione della darsena. Perdendo di fatto il mercato tutelato si regalano con questa gestione che non sa che fare da grande, come già successo per le imprese sopra i 15 kw, al mercato libero pacchetti di clienti. Un'azienda gemella alla nostra Amet di San Remo, avendo programmato per tempo questa cessione è riuscita a vendere per 6 milioni di euro il pacchetto clienti che noi rischiamo di regalare.

Questa operazione di alto profilo e capacità gestionale ha permesso all'azienda sanremese di reinvestire nella rete i soldi incassati. Noi invece regaliamo clienti e poi non abbiamo i soldi per ammodernare una rete ormai logora e che non può più sopportare i picchi di consumo che soprattutto in estate registriamo.

Il risultato? Ore ed ore di zone completamente senza elettricità. Essendo la stessa un'azienda a totale capitale pubblico ho chiesto in consiglio comunale e lo ripropongo nei prossimi giorni che il tutto venga discusso in un consiglio comunale monotematico per conoscere gli intendimenti dell'amministrazione. Amet è un patrimonio da valorizzare, tutelare e rilanciare e non un'azienda da svuotare di personale e servizi per poi arrivare alla inevitabile conclusione di chiuderla o svenderla».
  • Amet
Altri contenuti a tema
1 "Non aprite quella porta": l'Amet mette in guardia dai truffatori che girano per condomini "Non aprite quella porta": l'Amet mette in guardia dai truffatori che girano per condomini Lo stesso Ad, Giuseppe Paolillo, diffonde il messaggio: "E' una chiara azione fraudolenta"
Code agli sportelli dell'Amet: sotto la pioggia o sotto il sole, fra auto e transenne Code agli sportelli dell'Amet: sotto la pioggia o sotto il sole, fra auto e transenne La scena quotidiana fra lungomare Chiarelli e piazza Plebiscito
Trasporti Amet da e per le scuole: per le limitazioni Covid i  disagi si ripresentano Trasporti Amet da e per le scuole: per le limitazioni Covid i disagi si ripresentano La lettera di un genitore che chiede un aumento delle corse
3 Assunzioni in Amet, indetto avviso pubblico per la ricerca di quattro operai Assunzioni in Amet, indetto avviso pubblico per la ricerca di quattro operai C'è tempo fino al 16 ottobre. Ecco i requisiti
Nuovi cavidotti Amet a Capirro: sarannno scongiurati ulteriori black out? Nuovi cavidotti Amet a Capirro: sarannno scongiurati ulteriori black out? Le operazioni riguardano via Palmieri e via degli Ulivi
1 Branà: quale futuro per Amet? Branà: quale futuro per Amet? Riflessioni del consigliere del Movimento 5 stelle
Blackout nel quartiere Capirro per oltre un’ora Blackout nel quartiere Capirro per oltre un’ora Già nella notte si era verificato il primo disservizio
Fornitura energia, cosa succede dal 1^ luglio alle imprese non ancora nel mercato libero Fornitura energia, cosa succede dal 1^ luglio alle imprese non ancora nel mercato libero I chiarimenti di Amet
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.