carcere 1
carcere 1
Cronaca

Blitz anti estorsioni, Maria De Simone va ai domiciliari

La 62enne era finita in carcere mentre tentava di disfarsi di un involucro con cocaina

Lascia il carcere e passa agli arresti domiciliari Maria De Simone, arrestata giovedì nel corso del blitz anti estorsione che ha portato all'arresto dei due figli: Vito e Giuseppe Corda.

L'ha deciso il gip del Tribunale di Trani Francesco Messina, accogliendo l'istanza dell'avvocato Mario Malcangi. La donna ha lasciato il penitenziario femminile sabato sera. Durante i controlli dei carabinieri la 62enne tranese tentò di disfarsi di un involucro con venti grammi di cocaina, ritenuti destinati al mercato tranese degli stupefacenti. De Simone, pregiudicata ed in passato affiliata all'ex clan di Salvatore Annacondia, tentò di lanciare il sacchettino dalla finestra della sua abitazione ma il fatto non passò inosservato ai Militari che perciò l'arrestarono.

Sabato mattina l'interrogatorio di garanzia davanti al gip durò pochissimi minuti: la donna si avvalse della facoltà di non rispondere. Il suo difensore chiese comunque la concessione degli arresti domiciliari per ragioni d'età, di salute e per la "non eccessiva gravità del fatto". De Simone è estranea al fenomeno estorsivo che ha portato in carcere due figli ed altre cinque persone accusate, a seconda dei casi, di estorsione tentata o consumata ai danni di diversi imprenditori tranesi. Che sarebbero molti di più rispetto agli episodi sinora ricostruiti secondo quanto ipotizzano i carabinieri, coordinati dal sostituito procuratore della Repubblica di Trani Marcello Catalano.
  • Estorsioni
Altri contenuti a tema
Racket estorsioni, per Vito Corda una pena di 4 anni e mezzo di reclusione Racket estorsioni, per Vito Corda una pena di 4 anni e mezzo di reclusione Condannati sette imputati su otto con l'aggravante del metodo mafioso
Tentate estorsioni, chiesti 6 anni e 8 mesi per Michele Regano Tentate estorsioni, chiesti 6 anni e 8 mesi per Michele Regano Pignataro, collaboratore di giustizia, avrebbe raccontato il modo di agire
Racket estorsioni, per Vito Corda chiesti 4 anni e 8 mesi di reclusione Racket estorsioni, per Vito Corda chiesti 4 anni e 8 mesi di reclusione Oggi a Bari la nuova udienza. Ecco tutte le richieste di condanna
Blitz anti estorsione, Maria De Simone non risponde al gip Blitz anti estorsione, Maria De Simone non risponde al gip Chiesti i domiciliari per la madre di Vito Corda perché estranea alle richieste di "pizzo"
Arresti per estorsione, la soddisfazione di de Scisciolo Arresti per estorsione, la soddisfazione di de Scisciolo Plauso alle forze dell'ordine anche da parte dell'Antiracket di Molfetta
Sicurezza Bat, questa mattina il punto in Prefettura Sicurezza Bat, questa mattina il punto in Prefettura Apprezzamenti per l'operazione contro la banda di estorsori tranesi
Sgominata banda di estorsori, plauso del prefetto Sgominata banda di estorsori, plauso del prefetto Clara Minerva: «Il risultato di una forte azione di contrasto»
Il procuratore Giannella: «Dinamica criminale che forse sta riprendendo piede» Il procuratore Giannella: «Dinamica criminale che forse sta riprendendo piede» L'allarme lanciato durante la conferenza stampa per il blitz antiracket
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.