Tribunale Trani - Procura
Cronaca

Tentate estorsioni, chiesti 6 anni e 8 mesi per Michele Regano

Pignataro, collaboratore di giustizia, avrebbe raccontato il modo di agire

Richieste di pene pesanti nonostante il rito abbreviato: 6 anni ed 8 mesi di reclusione per Michele Regano e 6 anni e 2 mesi di reclusione per Armando Presta, i due tranesi coinvolti nell'inchiesta che a febbraio 2017 smantellò un gruppo malavitoso dedito alle estorsioni.

Si è conclusa così la requisitoria del pubblico ministero della Procura Distrettuale Antimafia di Bari Giuseppe Maralfa che, peraltro, ha prodotto il verbale d'udienza in cui il collaboratore di giustizia Pasquale Pignataro (imputato davanti al gup del tribunale di Bari insieme ad altri 6 imputati tra cui Vito Corda, anch'egli "pentito") ha raccontato le dinamiche ed i ruoli dell'ultima stagione estorsiva tranese. Ha chiesto l'assoluzione di Presta (47 anni) l'avvocato Giangregorio De Pascalis mentre i difensori dell'altro imputato tranese, Regano (38 anni), prenderanno la parola il 18 settembre.
  • Estorsioni
Altri contenuti a tema
Racket estorsioni, per Vito Corda chiesti 4 anni e 8 mesi di reclusione Racket estorsioni, per Vito Corda chiesti 4 anni e 8 mesi di reclusione Oggi a Bari la nuova udienza. Ecco tutte le richieste di condanna
Blitz anti estorsioni, Maria De Simone va ai domiciliari Blitz anti estorsioni, Maria De Simone va ai domiciliari La 62enne era finita in carcere mentre tentava di disfarsi di un involucro con cocaina
Blitz anti estorsione, Maria De Simone non risponde al gip Blitz anti estorsione, Maria De Simone non risponde al gip Chiesti i domiciliari per la madre di Vito Corda perché estranea alle richieste di "pizzo"
Arresti per estorsione, la soddisfazione di de Scisciolo Arresti per estorsione, la soddisfazione di de Scisciolo Plauso alle forze dell'ordine anche da parte dell'Antiracket di Molfetta
Sicurezza Bat, questa mattina il punto in Prefettura Sicurezza Bat, questa mattina il punto in Prefettura Apprezzamenti per l'operazione contro la banda di estorsori tranesi
Sgominata banda di estorsori, plauso del prefetto Sgominata banda di estorsori, plauso del prefetto Clara Minerva: «Il risultato di una forte azione di contrasto»
Il procuratore Giannella: «Dinamica criminale che forse sta riprendendo piede» Il procuratore Giannella: «Dinamica criminale che forse sta riprendendo piede» L'allarme lanciato durante la conferenza stampa per il blitz antiracket
Scacco alla banda delle estorsioni: sette in manette Scacco alla banda delle estorsioni: sette in manette Dopo il fermo di Vito Corda, arrestati sei complici e la madre Maria De Simone
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.