villa bini
villa bini
Ambiente

Con le erbacce cresce anche lo sfacelo, Villa Bini sempre più terra di nessuno

Foto e segnalazioni dei cittadini a testimonianza di un abbandono che persiste

Non è passato molto tempo da quando, lo scorso luglio, sembrava fatta per l'acquisto di un quarto indiviso dell'antica Villa Bini da parte del Comune, esercitando il diritto di prelazione. "Sembrava" perché alla fine dei conti l'operazione non si sarebbe di fatto mai conclusa, da luglio in poi le acque si sono placate, al punto da far sembrare i pochi mesi trascorsi un'eternità.

Oggi tutto è tornato alla normalità, ovvero a tacere.

Di Villa Bini e delle sue condizioni, però, si parlava già da tempo, spesso negativamente. Lo stato di abbandono, infatti, oltre che essere amarezza per la comunità stessa, è anche motivo di disagio per i cittadini, che, a mezzo di foto, mostrano la trasandata condizione odierna.

La Villa, dalle dimensioni maestose, fu costruita nei primi anni del secolo scorso, esattamente tra il 1900 e il 1910. Possiamo certo dire che all'epoca godeva di una condizione migliore, come è certo che oggi la villa rientra in quell'ipotetico patrimonio cittadino "non sfruttato".

A godere dello spazio sono per lo più gli incivili che lo utilizzano come discarica privata, erigendo sculture di pattume che, aventi come sfondo una parco con quelle potenzialità, sono ancora di più un colpo basso diretto a tutta la collettività.

Il giardino novecentesco potrebbe realmente rappresentare un potenziale spazio verde alternativo alla Villa Comunale.

Come ripetuto più volte non tutte le aree della città hanno a disposizione aree verdi.
Villa Bini potrebbe essere lo "spazio verde" di riferimento per le zone circostanti a passaggio a livello e stazione, nonché piacevole punto di passaggio per i passanti.

Piace tanto parlare del "verde cittadino", ma se è solo una moda, non accompagnata dalla pratica, è meglio evitare.

La speranza è di un intervento che valorizzi una struttura come questa, portando a condizioni migliori e permanenti.
villa bini Avilla bini Bvilla bini Cvilla bini Dvilla bini Evilla bini Fvilla bini G
  • Ambiente
  • Villa Bini
Altri contenuti a tema
11 “Addio Villa Bini": il degrado continua “Addio Villa Bini": il degrado continua Giunte nuove immagini dello sfacelo del “parco” cittadino
1 Area Lapietra, il parco della vergogna nel cuore della Città Area Lapietra, il parco della vergogna nel cuore della Città Fu inaugurato a Trani nel 2012 e sarebbe dovuto essere un gioiellino per la Comunità
A Trani la proiezione del docufilm Food for profit con Giulia Innocenzi A Trani la proiezione del docufilm Food for profit con Giulia Innocenzi L'iniziativa di Legambiente sabato 6 aprile
Edifici torre in costruzione a Trani, Oikos mette in guardia: «Problemi in termini di sostenibilità ambientale ed economica» Edifici torre in costruzione a Trani, Oikos mette in guardia: «Problemi in termini di sostenibilità ambientale ed economica» «Non si cada nell’errore di sottovalutare l’enorme impatto anche visivo»
Il gruppo Retake in azione per ripulire il parco di Villa Bini Il gruppo Retake in azione per ripulire il parco di Villa Bini La partecipazione aperta alla cittadinanza
Al via il Laboratorio ecomuseale pubblico a Trani Al via il Laboratorio ecomuseale pubblico a Trani Oggi il primo appuntamento
Al via il Programma Interreg Grecia-Italia 2021-2027 Al via il Programma Interreg Grecia-Italia 2021-2027 Lanciata la prima call per la presentazione del progetto
Consulta ambientale di Trani: convocazione irrituale e associazioni fantasma Consulta ambientale di Trani: convocazione irrituale e associazioni fantasma E' polemica tra associazioni e amministrazione sull'ultima riunione del 30 novembre e sul ruolo dell'organo consultivo
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.