Gaetano Nacci
Gaetano Nacci
Enti locali

Concorsi Amiu, l'ingegner Nacci replica a Barresi: «Non sono nervoso, sono molto sereno»

E risponde punto per punto alle domande della consigliera

"Per amore di chiarezza - dichiara l'Amministratore Unico di AMIU Trani Ing. Gaetano Nacci - replico alle ultime affermazioni sull'avviso di indizione di selezioni pubbliche della consigliera comunale Anna Barresi alla quale ho già risposto dopo un Suo intervento del 23 giugno".

"La consigliera Barresi parte dalla citazione «A pensar male del prossimo si fa peccato ma si indovina». Si tratta di una frase rispetto alla cui applicazione molto dipende, a parer mio, dalle persone con cui ci si accompagna. Inoltre dice di percepire dalle mie risposte un «certo nervosismo». Tutt'altro: sono molto sereno. Una serenità che nasce dalla consapevolezza di agire sempre nell'interesse pubblico e nel pieno rispetto delle regole. Barresi ribadisce il Suo diritto di esercitare le funzioni di consigliera comunale al fine di tutelare i diritti dei concittadini. Nulla da eccepire. Anzi. Colgo l'occasione per rinnovare la disponibilità alla collaborazione ai consiglieri comunali, nonché ai cittadini interessati al dialogo con l'azienda ispirato al miglioramento dei servizi. Rispetto alle prerogative della consigliera comunale, vorrei puntualizzare un aspetto: è opportuno che le richieste vengano avanzate nelle forme e nelle modalità previste dalla legge sotto forma di accesso agli atti. Invece trovo singolare, se non pretenziosa, la volontà della consigliera Barresi di dettare i tempi di risposta da parte dell'interlocutore a seguito delle Sue esternazioni sotto forma di comunicati stampa e tramite social network. Circa il confronto con la consigliera comunale Barresi, vorrei ricordarLe di aver riscontrato positivamente la richiesta che ha avanzato tempo fa finalizzata ad effettuare un sopralluogo in discarica alla presenza di un consulente di Sua fiducia. Sopralluogo mai effettuato vista l'assenza della consigliera Barresi e del consulente di fiducia nell'orario e nella data concordata. Rispetto all'aggettivo "goffo", a cui più volte Barresi si appella, è chiarissimo l'intento strumentale di modificare il senso delle mie parole. Non ho mai offeso la Sua persona e non ho alcuna intenzione di farlo. L'aggettivo "goffo" è stato da me riferito alla tempistica del comunicato e non certo alla Sua persona che continuerò a rispettare. La consigliera scrive che è stato annunciato prima dalla pagina social personale: converrà tuttavia che non possiamo ritenerlo un canale ufficiale e, anche per questo, non lo leggiamo. Voglio ribadire a questo punto che gli avvisi di indizione di selezioni pubbliche non contengono nessuna delle insidie da Lei prospettate. Non rientrano nella genesi degli atti gli errori di cui ha impropriamente scritto. Perché quando la consigliera comunale Barresi scrive sembra che lo faccia in nome e per conto di divinità superiori che hanno scelto Lei, e solo Lei, per spiegare come ci dobbiamo comportare. Come se, appunto, Lei fosse stata individuata dall'alto per spiegarci che fare. Pure per dirci come dobbiamo allacciarci le scarpe.

Massimo rispetto per la Politica e attitudine naturale alle forme di confronto previste dalla normativa. Come Le ho già evidenziato ancor prima delle parole sono i comportamenti che contano. Oltre all'episodio riferito della Sua richiesta di sopralluogo in discarica sono tanti i casi che attestano la mia volontà, in qualità di Amministratore Unico di AMIU, di spalancare le porte dell'azienda a tutti i cittadini virtuosamente impegnati nella salvaguardia del bene pubblico. Sono certo che, da attenta protagonista della vita pubblica, non Le saranno sfuggite le occasioni in cui tale apertura al dialogo ha trovato conferma nei fatti. Proseguiremo sulla strada intrapresa perché AMIU diventi sempre più un patrimonio condiviso dei tranesi. È giusto che la Politica governi la vita di un Paese ma è altrettanto doveroso che chi, come il sottoscritto, è chiamato a guidare un'azienda pubblica veda riconosciuto il diritto di esercitare pienamente le sue prerogative. A tutela dell'azienda, ho l'obbligo di ribattere a ogni forma di strumentalizzazione e di distorsione.

Passo dunque alle domande che mi vengono poste. Perché intendo rispondere in modo puntuale ai vari interrogativi prodotti, col secondo consecutivo intervento, dalla consigliera comunale Barresi.

Domanda: «È vero o no che Lei deve chiedere (ci faccia sapere se sì o no) al Comune di avviare un procedimento di condivisione con la Giunta Comunale, secondo quanto previsto dall'art. 11 comma 2° del regolamento per il controllo analogo, e da quanto disposto dalla delibera di giunta comunale n. 158/2017 e delibera di consiglio comunale n. 61/2017».

Risposta: Sì. È stato fatto con delibera di giunta comunale n. 64 del 14/05/2019.

Domanda: «È vero o no che lei nelle more della formalizzazione della condivisione di questa delibera, aveva già avviato sia la procedura che gli atti utili all'avvio delle selezione del personale?? come mai ha deciso in autonomia ed in questo senso le procedure selettive?».

Risposta: Come già evidenziato nella risposta precedente non ho agito in autonomia bensì mi sono attenuto a quanto previsto dalla normativa, percorrendo tutti i passaggi necessari.

Domanda: «È vero o no che senza la condivisione comunale la validità e l'efficacia degli atti da lei prodotti sino ad oggi sono nulli?»

Risposta: sarebbe vero se non ci fosse stata la condivisione. Ma, come detto e ripetuto, tale condivisione c'è stata.

Continuando con un tono inutilmente canzonatorio e quanto meno fuori luogo la consigliera comunale Anna Barresi scrive «poi per non risultare goffa e prolissa non le chiedo nemmeno se Lei ha rispettato la stesura del procedimento amministrativo della condivisione con il Comune, riguardante le linee guida del fabbisogno triennale del personale 2019-2021, Si tratta dell'attuazione dell'art. 35, co. 5.2, D. Lgs. 165/2001 (come modificato D. Lgs. 75/2017) ed infine le indicazioni ANCI ecc…..?».

Consigliera Barresi farebbe bene a non chiedermelo perché non è quella la normativa da applicare.

Il nuovo fabbisogno di personale emerge dal Piano esecutivo dei servizi di igiene urbana approvato con delibera della giunta comunale n. 158 del 14/07/2017, delibera del consiglio comunale n. 61 del 27/10/2017 e giusto contratto di servizio rep. 2164 del 23/02/2018.

Tale bisogno di personale, condiviso con le organizzazioni sindacali nella riunione sindacale tenutasi presso la sede aziendale AMIU in data 25/03/2019, è stato approvato con delibera di giunta comunale n. 64 del 14/05/2019 con cui si è preso atto del verbale di coordinamento per il controllo sulle società partecipate in regime di controllo, redatto in data 13/05/2019 e riferito ad atti gestionali assunti da AMIU S.p.A., trasmessi da AMIU con nota 2930 del 24/04/2019 e rientranti nelle casistiche di cui all'art. 11 del regolamento sul controllo analogo. Il fabbisogno di personale è stato oggetto di una comunicazione all'ente comunale, ai sensi e per gli effetti dell'art. 11 comma 2 del regolamento per il controllo analogo, con nota n. 1951 del 18/03/2019 e successivamente con nota n. 2799 del 12/04/2019.

Per la risposta richiesta sulla situazione della short list degli avvocati rimando alla mail pec inviata in data 27/06/2019. Mentre per quel che concerne la situazione Daneco Impianti, come da mail del 4 giugno 2019, la consigliera comunale Barresi ha ricevuto risposta nei termini previsti dalla normativa secondo la Legge 241/1990.

La Consigliera Barresi mi richiama alla puntualità nelle risposte. Con riferimento agli interventi avanzati a mezzo stampa e/o social network rivendico la facoltà di rispondere nei tempi che ritengo più opportuni. Mentre sottolineo che tutte le richieste formalmente presentate sono state riscontrate nei termini previsti per legge. In tal senso trovo alquanto scortese, oltre che scorretto sul piano istituzionale, sollecitare pubblicamente i riscontri formali prima del decorso degli stessi termini di legge. Infine la consigliera Barresi ha concluso il Suo scritto dicendo che c'è sempre un motivo se scrive qualcosa e che Lei difficilmente si sbaglia confermando di fatto di ritenersi al di sopra di tutti noi comuni mortali. Penso che questa volta Lei si sia sbagliata e pure di grosso".
  • Amiu Trani
Altri contenuti a tema
Igienizzazione delle strade prevista per oggi rinviata a data da destinarsi Igienizzazione delle strade prevista per oggi rinviata a data da destinarsi Guasto meccanico alla lavastrade poco prima dell’avvio del lavaggio
Amiu, scorporazione del ramo impiantistico da quello dei servizi. Laurora: «Ho notizie di accelerazioni e pressioni» Amiu, scorporazione del ramo impiantistico da quello dei servizi. Laurora: «Ho notizie di accelerazioni e pressioni» Il consigliere d'Italia in Comune: «Si favoriscono in tal modo azioni speculative di non poco conto e la perdita di beni immobili pubblici»
1 Lavaggi igienizzanti a Trani, martedì il prossimo intervento Lavaggi igienizzanti a Trani, martedì il prossimo intervento Sarà effettuato nella fascia pomeridiana dopo le ore 14
Scissione del ramo impianti da quello dei servizi di Amiu, Ferrante: «Procedura non ancora terminata» Scissione del ramo impianti da quello dei servizi di Amiu, Ferrante: «Procedura non ancora terminata» Il consigliere di maggioranza invita l'Amministrazione ad esporre le ragioni del ritardo
Amiu, l'8 agosto nuova disinfestazione a Trani Amiu, l'8 agosto nuova disinfestazione a Trani Il trattamento sarà eseguito dalle 3 alle 7
Amiu, requisito di partecipazione delle selezioni pubbliche: ecco le precisazioni Amiu, requisito di partecipazione delle selezioni pubbliche: ecco le precisazioni Tutto quello che c'è da sapere
Disinfestazione, questa notte nuovo trattamento in città Disinfestazione, questa notte nuovo trattamento in città Sarà effettuato dalle 3 alle 7
1 L'Amiu Trani verso un piano d'igienizzazione delle strade e un nuovo finanziamento per la chiusura definitiva della discarica L'Amiu Trani verso un piano d'igienizzazione delle strade e un nuovo finanziamento per la chiusura definitiva della discarica Il sindaco: «All'inizio del mio mandato strade ricolme di rifiuti, oggi non più»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.