Antonio Procacci, Aldo Procacci, Mariagrazia Cinquepalmi
Antonio Procacci, Aldo Procacci, Mariagrazia Cinquepalmi
Politica

Dimissioni Guadagnuolo, Procacci (Trani a Capo): «Sorpresi ma non dispiaciuti»

Il portavoce del movimento chiede di conoscere le reali motivazioni

"Le dimissioni di Guadagnuolo ci sorprendono, ma non ci dispiacciono, se non per quel senso di paura che ci assale pensando alle scelte di Bottaro per il suo successore". Così Antonio Procacci, portavoce di Trani#ACapo, commenta le dimissioni dell'amministratore unico di Amiu. "La sorpresa è dettata più che altro dalla difesa appassionata e a tratti commuovente fatta dal sindaco nel corso del Consiglio comunale in cui è stata discussa la mozione di sfiducia proprio nei confronti di Guadagnuolo.

Ha commosso noi, ma non evidentemente lo stesso Guadagnuolo, che se n'è andato. A questo punto pretendiamo di conoscere i motivi delle dimissioni dell'amministratore unico. L'assenza del sindaco all'assemblea dei soci di Amiu ci pare motivazione assai poco credibile, visto che non è certo la prima volta che Bottaro diserta assemblee in cui è richiesta la sua presenza. Né tantomeno riteniamo credibile il fatto che Guadagnuolo abbia preso atto dell'impossibilità di far partire la raccolta differenziata a gennaio, come dal sindaco assicurato sempre in quella seduta di Consiglio in cui è stata discussa la mozione di sfiducia, tant'è che, come da noi anticipato ieri, c'è un'agenzia di comunicazione di Bari che già da qualche settimana sta chiedendo preventivi per una campagna pubblicitaria sulla raccolta porta a porta che non dovrebbe partire prima di maggio, ma che con ogni probabilità slitterà ulteriormente. C'è dell'altro e vorremmo che il sindaco, per una volta, fosse sincero con la città e spiegasse le vere ragioni delle dimissioni di Guadagnuolo. O, meglio, rendesse nota la lettera di dimissioni".

Il giudizio sull'operato di Guadagnuolo, per Procacci, resta negativo. "Non ne sentiremo la mancanza", sottolinea il portavoce di Trani#ACapo: "dalla vicenda della condotta sottomarina a quella delle assunzioni dei 10 lavoratori, fra cui il cognato del sindaco Bottaro, nel mentre la società era priva di capitale sociale, dal mancato avvio del piano di caratterizzazione della discarica al mancato avvio della raccolta differenziata, dall'aumento dei costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, da cui scaturisce l'aumento della Tari, a un servizio di igiene urbana ritenuto insufficiente dalla maggior parte dei cittadini. Ma l'elenco potrebbe continuare ancora".

Procacci ne ha anche per il sindaco. "Le dimissioni di uno dei suoi principali collaboratori, da egli stesso elogiato e difeso pubblicamente a spada tratta, rappresenta una grande mazzata. E non è la prima: in poco più di tre anni sono più quelli che se ne sono andati che quelli che sono arrivati, a cominciare dagli assessori competenti De Biase e Tempesta, due pilastri della prima Giunta Bottaro, e poi altri assessori e dirigenti. L'assenza di Bottaro all'assemblea dei soci, presunta goccia che ha fatto traboccare il vaso, conferma inoltre la scarsa attenzione che il sindaco presta alle aziende comunali. Si riempie la bocca con una ricapitalizzazione che ha peggiorato la situazione, per Amiu e per il Comune, cosa di cui pian piano si stanno finalmente accorgendo, sulla loro pelle, anche i lavoratori, e poi però abbandona le aziende al loro destino, vedi Amet, una nave totalmente in balia delle onde e che Bottaro vuole mandare contro gli scogli, togliendole anche servizi produttivi come la gestione dei parcheggi, che vuol dare ai privati. E in tutto questo la sinistra tranese continua a tacere. Come anche i consiglieri di maggioranza, che magari a un certo punto, sotto elezioni, si sveglieranno e diranno che non sapevo, non immaginavano".
  • Trani a capo
Altri contenuti a tema
Fitti attivi, Trani#ACapo: «Il Comune non conosce lo stato dei pagamenti dei concessionari dei suoi immobili» Fitti attivi, Trani#ACapo: «Il Comune non conosce lo stato dei pagamenti dei concessionari dei suoi immobili» Nuova denuncia del movimento civico sulla gestione delle proprietà comunali
Dehors, Procacci (Trani a Capo): «Un anno, zero risposte e intanto fioccano le autorizzazioni prive del parere della Soprintendenza» Dehors, Procacci (Trani a Capo): «Un anno, zero risposte e intanto fioccano le autorizzazioni prive del parere della Soprintendenza» Il portavoce del movimento: «Prima o poi la verità verrà a galla e saranno dolori, speriamo non per i cittadini»
Scrutatori, Aldo Procacci: «I disoccupati a Trani non sono tutti uguali, saranno nominati e non sorteggiati» Scrutatori, Aldo Procacci: «I disoccupati a Trani non sono tutti uguali, saranno nominati e non sorteggiati» Il consigliere di Trani a Capo contesta la decisione sostenuta dai colleghi Lops e Cirillo
1 Domenico Briguglio tuona contro le dichiarazioni del movimento Trani a Capo Domenico Briguglio tuona contro le dichiarazioni del movimento Trani a Capo Il consigliere di maggioranza: «Le vostre inefficienze sono le nostre virtù»
1 Barca affondata giace da una settimana sui fondali del porto di Trani Barca affondata giace da una settimana sui fondali del porto di Trani Il Movimento Trani a Capo: «Dal relitto fuoriescono idrocarburi sversati nelle nostre acque»
2 Impianto di percolato, Trani#ACapo: «Vogliamo i fatti, basta con le chiacchiere» Impianto di percolato, Trani#ACapo: «Vogliamo i fatti, basta con le chiacchiere» Il monito del movimento: «Il Sindaco impugni la delibera regionale prima che sia troppo tardi»
Percolato city, pseudo dissidenti e campagne tranesi: le pagelle Percolato city, pseudo dissidenti e campagne tranesi: le pagelle Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
Ospedale: Trani a Capo presenta una mozione, se ne parlerà nel prossimo Consiglio comunale Ospedale: Trani a Capo presenta una mozione, se ne parlerà nel prossimo Consiglio comunale Antonio Procacci: «Sia l’occasione per far diventare Trani protagonista di una lotta che deve unire l’intera provincia»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.