Impianto riciclo rifiuti
Impianto riciclo rifiuti
Ambiente

Discariche sul territorio, Trani dice "no" a due proposte progettuali inviate alla Provincia

Le evoluzioni seguite in prima persona dall'assessore Michele Di Gregorie

L'Amministrazione di Trani è sempre impegnata a seguire le vicende, nelle opportune sedi Istituzionali, sulle istanze private per realizzazione di impianti di rifiuti inoltrate alla Provincia, unico Ente deputato al rilascio delle autorizzazioni richieste. A dar conto della situazione è l'assessore all'ambiente Michele Di Gregorio, impegnato in prima persona nel seguire le evoluzioni.

La società 4R ha proposto alla Provincia di realizzare un impianto di produzione di biometano ed ammendante di qualità da Forsu (Frazione organica dei rifiuti solidi urbani) da ubicare in località Casarossa. Si tratta di un impianto che recupera la frazione organica (scarti mercatali, scarti agro-industriali e altro) del rifiuto solido urbano da raccolta differenziata (circa 50 mila tonnellate all'anno) con produzione di compost e di un impianto di valorizzazione del biogas per la produzione di biometano immesso nella rete di distribuzione nazionale di Snam Rete gas. La Provincia Bat ha avviato la fase pubblicistica del procedimento coinvolgendo tutte le amministrazioni interessate (Autorità di bacino, Vigili del fuoco, le varie ripartizioni della Regione Puglia, Arpa Puglia, ASL Bat e altri). Il Comune di Trani, conformemente alle attività da attuarsi in tale fase, ha inviato il parere urbanistico contrario in quanto l'intervento risulta in contrasto con gli indici e parametri delle norme tecniche attuative del Pug vigente. Nel corso della prima seduta della Conferenza di servizi, convocata dalla Provincia (ai sensi dell'art. 14 ter L. 241/90), è emerso il giudizio negativo di compatibilità ambientale, sia con riguardo alla VIA che alla connessa AIA, del Comitato tecnico Provinciale per le materie ambientali nonché il parere sfavorevole dell'Arpa Puglia. Il Comune ha, inoltre, dichiarato che ogni decisione in merito, in considerazione della rilevanza dell'argomento e per motivi di trasparenza, sarà assunta dalla massime assise cittadina: il Consiglio Comunale. Allo stato il soggetto proponente ha chiesto ulteriore termine per poter replicare alle osservazioni dei vari Enti e si resta in attesa di ricevere ulteriore comunicazioni dalla Provincia.

La società FER.LIVE ha invece chiesto alla Provincia l'avvio della procedura autorizzativa ex art. 27 bis del D.Lgs 152/2006 per la realizzazione di una discarica per rifiuti speciali non pericolosi da ubicare in contrada Caracca. In questo caso il procedimento appena avviato era all'attenzione dell'Ufficio tecnico del Comune di Trani per esprimere la conformità o meno dell'intervento progettuale rispetto alla destinazione urbanistica dell'area. L'amministrazione aveva, comunque, prontamente espresso un atto di indirizzo al Dirigente di netta chiusura alla proposta progettuale inviata dalla Provincia, preannunciando l'adozione di ogni iniziativa utile a contrastare in qualsiasi sede il progetto. Con comunicazione arrivata nei giorni scorsi la Provincia ha comunicato al Comune di Trani la interruzione anticipata della procedura e l'archiviazione della richiesta depositata dalla FER.Live. s.r.l.
  • Comune di Trani
Altri contenuti a tema
Trani ricorda Falcone con un lenzuolo bianco esposto da Palazzo di Città Trani ricorda Falcone con un lenzuolo bianco esposto da Palazzo di Città Il gesto simbolico per omaggiare l'impegno del magistrato contro la mafia
2 Amministrazione comunale: quando l'asso nella manica sono i buoni dirigenti Amministrazione comunale: quando l'asso nella manica sono i buoni dirigenti I migliori risultati con personale preparato e scrupoloso
Prevenzione incendi estivi, il Comune di Trani pubblica l'ordinanza Prevenzione incendi estivi, il Comune di Trani pubblica l'ordinanza Dovranno essere rimossi elementi o condizioni che possono rappresentare pericolo per l'incolumità e l'igiene pubblica
5 Contributo libri di testo in pagamento: si comincia lunedì prossimo Contributo libri di testo in pagamento: si comincia lunedì prossimo Redatto un calendario per consentire l'accesso contingentato in banca
Uffici comunali, prorogate le precedenti disposizioni fino al 17      Uffici comunali, prorogate le precedenti disposizioni fino al 17     Accesso al pubblico consentito solo in alcuni uffici
Esercizi commerciali chiusi venerdì 1 e domenica 3 maggio Esercizi commerciali chiusi venerdì 1 e domenica 3 maggio Aperture consentite il 2, asporto dalle 8 alle 21
1 Aumenta la tensione a Palazzo di città, mantenere la calma Aumenta la tensione a Palazzo di città, mantenere la calma Si eviti d'inasprire gli animi, con polemiche e risentimento diffuso
Esercizi commerciali chiusi il 25 e 26 aprile ed il Primo e 3 maggio: ora è ufficiale Esercizi commerciali chiusi il 25 e 26 aprile ed il Primo e 3 maggio: ora è ufficiale Il sindaco Bottaro firma l'ordinanza
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.