albero di leo
albero di leo
Ambiente

Erbacce o ikebana? Per il consigliere Giovanni Di Leo occorre un "cambio di sensibilità"

"Mi colpisce l' indifferenza con la quale i miei concittadini ormai guardano la nostra realtà"

Sulle condizioni del verde pubblico torna il consigliere comunale della Lea Giovanni Di Leo. Che usa la solita ironia per descrivere alcune situazioni di abbandono del verde anche come arredo urbano: "Alcuni concittadini non sanno cosa sia l'ikebana. È un termine giapponese che definisce l'arte delle composizioni floreali. Non mi meraviglierei di vedere delegazioni di studiosi giapponesi in visita a Trani per comprendere il significato e la tecnica utilizzata per abbellire le basi degli alberi piantati su proprietà pubblica.

A volte appaiono fiori spontanei, a volte appaiono erbacce o verdure spontanee, del tipo cicorie e sivoni, e adornano i nostri scheletriti alberi, per fornire di Trani l'immagine pubblica che in questi anni indubbiamente merita. Per abbellire ancor di più la nostra città, un'altra forma di verde si sta sviluppando lungo i cordoli dei marciapiedi, dove la natura vince la sua battaglia contro l'asfalto.

La cosa che mi colpisce è la indifferenza con la quale i miei concittadini ormai guardano la nostra realtà: sono talmente abituati al brutto che non ci fanno più caso, sono talmente abituati al degrado dell'ambiente urbano che quando si fanno piccole cose, le si esalta quasi fossero eccezionali. Insomma in questi ultimi anni ciò che dovrebbe essere fatto normalmente è diventato un caso raro, per il quale il cittadino quasi dovrebbe ringraziare.

Ritengo che occorra subito un cambio di sensibilità e mentalità, e lo dico per le nuove generazioni, affinché crescano come cittadini, cioè coloro che partecipano alla vita pubblica della comunità, e non come sudditi, cioè coloro che delle decisioni sono solo oggetto".
albero dileoalbero di leoalbero di leo
  • Verde pubblico
Altri contenuti a tema
I parchi cittadini e la loro manutenzione inesistente, la denuncia di Gioventù Nazionale I parchi cittadini e la loro manutenzione inesistente, la denuncia di Gioventù Nazionale «Troppo spesso il vero problema non è la mancanza ma l’incostanza»
1 Puc, il sindaco premia i percettori di reddito di cittadinanza impegnati Puc, il sindaco premia i percettori di reddito di cittadinanza impegnati Nella sala Tamborrino sarà consegnato un attestato a conclusione dei 6 mesi di attività
A Trani torna "Giardini Urbani - Forme sostenibili 2022" A Trani torna "Giardini Urbani - Forme sostenibili 2022" La due giorni l'1 e il 2 ottobre organizzato dall'associazione Forme
Ulivi nelle strade del centro: dal gruppo "Con" una nuova azione di cura della Città Ulivi nelle strade del centro: dal gruppo "Con" una nuova azione di cura della Città Il posizionamento studiato in concerto con l'assessore di Lernia:"Trasformare le strade cittadine In luoghi di transito più sicuri e più decorosi "
Alberi malati, sofferenti, a rischio caduta: è necessario scongiurare altri pericoli Alberi malati, sofferenti, a rischio caduta: è necessario scongiurare altri pericoli L'albro caduto in via Malcangi sembra un "avvertimento" della natura
1 Grosso albero cade nella notte in via Malcangi, nessun danno a cose o persone Grosso albero cade nella notte in via Malcangi, nessun danno a cose o persone Il tratto interessato chiuso alla circolazione
Lecci di piazza della Repubblica, Merra: «Chi risarcirà il danno arrecato alla nostra città per la morte di alberi secolari?» Lecci di piazza della Repubblica, Merra: «Chi risarcirà il danno arrecato alla nostra città per la morte di alberi secolari?» Per l'ex assessore il trattamento effettuato comporterà «solo ulteriore spreco di denaro pubblico»
Il carrubo è salvo: l'albero secolare di via Duchessa d'Andria torna a respirare Il carrubo è salvo: l'albero secolare di via Duchessa d'Andria torna a respirare Un vero e proprio monumento naturale per il quale fu lanciato un Sos
© 2001-2023 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.